il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 37 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum escursioni FVG   Precedente Successivo
N. record trovati: 16
Messaggio

Monte Calvario, 238 mt (Gorizia)

20-11-2018 00:27
francesca francesca
Il Monte Calvario, tradizionalmento noto anche con la denominazione "Podgora", toponimo sloveno, fu teatro di furiose battaglie durante la Prima Guerra Mondiale. E' la particolare posizione geografica a renderlo una delle zone più ricche di storia del territorio isontino. Dalla sua sommità, dove fu eretto un obelisco commemorativo, si domina la vallata dell'Isonzo fino a Gradisca e si controllano importanti punti di attraversamento del fiume, cosicchè diventa strategico secondo un'ottica militare.
Non c'è però solo guerra nella storia di questa collina, che già prima del Cinquecento ospita sulla sua cresta tre chiesette campestri, intitolate a San Giovanni, Santissima Trinità e San Pietro, che nel corso dei secoli, hanno alimentato una diffusa devozione popolare. Delle ultime due, i resti sono ancora visibili, nonostante le devastazioni causate dalla Grande Guerra (sunto tratto dai pannelli posizionati in alcuni punti del percorso).
Allegato: Obelisco Calvario 238 mt..jpg
Messaggio
20-11-2018 00:31
francesca francesca
Il percorso da noi compiuto con partenza e arrivo dal Palasport "Bigot" (Gorizia) con chiusura ad anello: scuola di Piedimonte, resti chiesette San Pietro e SS. Trinità, Tre Croci, Monte Calvario, Cippo Volontari Giuliano-Dalmati, discesa al Vallone dell'Acqua (dietro la trattoria "Al Ponte del Calvario"), (Cippo Balzar non trovato), risalita al Calvario, discesa per la rotabile diretta a Lucinico/Gorizia, transito sotto il ponte della ferrovia (Via delle Chiese Antiche e Via Sottomonte).
In allegato il tracciato segnato nella cartina ricavata dai pannelli.
Allegato: tracciato Calvario.jpg
Messaggio
20-11-2018 00:36
francesca francesca
Questa collina situata ad ovest di Gorizia, sulla sponda destra del fiume Isonzo, si può facilmente salire da Lucinico, tramite la rotabile e un breve tratto di sentiero, o da Piedimonte con la mulattiera recentemente ripulita dalla vegetazione. Per un tragitto più lungo e incuriositi dai nuovi cartelli indicativi appena posizionati, ci siamo spinti fin sulla linea austriaca verso il Vallone dell'Acqua, dove sono ancora visibili muretti a secco, nicchie e resti di trinceramenti.
Allegato: cartina originale.jpg
Messaggio
20-11-2018 10:43
orso.bruno orso.bruno
Cercando in rete ho trovato un articolo del ferragosto 2016: "Trovato il cippo sul Calvario che ricorda Carlo Balzar". Evidentemente deve essere scomparso di nuovo fra la vegetazione :( Allego una foto ritagliata del presunto manufatto presa dall'articolo.
Allegato: Cippo.jpg
Messaggio
20-11-2018 12:21
francesca francesca
Ho visto pure io l'interessante articolo relativo al sottotenente della Brigata Avellino, Carlo Alberto Balzar, che morì gettandosi in una trincea nemica e il suo corpo non venne mai ritrovato. Per ricordarlo gli intitolarono il cippo in questione, che sembra anch'esso destinato a non essere più ritrovato!
Nel 2012 era visibile questa lapide, con la foto, l'iscrizione ed il mosaico decorativo ancora nitidi, purtroppo anche questa scomparsa!
Allegato: lapide.JPG
Messaggio
20-11-2018 13:06
orso.bruno orso.bruno
Sempre nella stessa zona del cippo scomparso ?
Messaggio
20-11-2018 14:53
francesca francesca
No, si trova a sx salendo versante Lucinico, sotto il bordo stradale. Così ho scritto nella mia relazione.
Messaggio
23-11-2018 18:56
francesca francesca
Sono ritornata oggi sul Calvario con il pretesto di cercare la lapide Aldo Comandini e l'ho ritrovata scendendo dalla cima lungo la strada versante Lucinico. Ho perlustrato tutti i bivi incrociati, fra l'altro molto marcati dai bikers, e quando ormai avevo perso la speranza spunta dentro la boscaglia! Probabilmente questo si è reso possibile, perchè i rovi che ne celavano l'avvistamento, sono stati tagliati, forse proprio oggi, dato che un boscaiolo era all'opera con tanto di mezzo meccanico lungo la rotabile. Con mia grande sorpresa ho constatato l'ottimo stato di conservazione a distanza di 6 anni dall'ultima volta.
Allegato: lapide 2018.jpg
Messaggio
23-11-2018 18:59
francesca francesca
Riporto il testo dell'epigrafe, ancora perfettamente leggibile:
Aldo Comandini/sottotenente nell II° Fanteria/ventiquattrenne/decorato al valor militare/diede alla nuova guerra patrizia/tutto l'ardore e il candore del suo cuore eroico/travolto nel nembo/d'una granata nemica/scomparve sulla collina del Podgora/la notte del 5 novembre 1915/pianto dai superiori e dai soldati/(...)/con lagrime sempre nuove/P.
Messaggio
23-11-2018 20:23
orso.bruno orso.bruno
Brava, sono proprio contento del tuo rinvenimento e anche dell'opera volontaria dei disboscatori locali !
Messaggio
06-12-2018 15:24
francesca francesca
Sono ritornata sul Monte Calvario ieri 5 dicembre perchè volevo fare una variante di discesa. Sono salita dalla ex scuola elementare di Piedimonte (sentiero da meridione) e discesa verso la Chiesa San Giusto Martire a Piedimonte (sentiero da settentrione) con tratto di asfalto finale per Via San Giusto e Via Monte Calvario, per ricongiungermi al punto di partenza (spiazzo davanti la scuola). Come già precedentemente riportato, la mulattiera che sale dalla scuola è stata recentemente ripulita dalla vegetazione e provvista in parte di cartelli indicativi. Il sentiero che scende invece da settentrione (NE), seppur indicato inizialmente, non pare affatto frequentato. Un pò chiuso dalla vegetazione, qualche schianto e ramo di traverso ed il terreno arato dai cinghiali, una presenza massiccia in questa zona, dimostrano che questo tratto non è stato oggetto di interventi di risistemazione.
Ho scopero che la pianta della città di Gorizia, distribuita gratuitamente o consultabile sul sito geoplan.it digitando "Gorizia", è un valido aiuto, essendo i sentieri in questione in parte segnati.
Il tempo totale indicativo si aggira ad appena 1 ora di cammino.
In allegato un ritaglio della mappa con il tracciato del mio breve percorso dallo spiazzo antistante la ex scuola di Piedimonte, dal quale sono ricavabili gli allungamenti.
Allegato: tracciato piantina di Gorizia.JPG
Messaggio
06-12-2018 15:28
francesca francesca
Indicazioni poste all'estremità del piazzale dell'obelisco sul Monte Calvario per: Vallone delle Acque/Cippo C.A. Balzar/ Piedimonte-Chiesa San Giusto Martire.
Allegato: indicazioni sul Calvario.JPG
Messaggio
06-12-2018 15:34
francesca francesca
Per chi volesse allungare fino alle 2-3 ore di cammino, c'è la possibilità di partire dal Palabigot (come già riportato) entrando nel paese di Piedimonte per il Sottopassaggio Baruzzi, percorrendo quindi in sequenza via delle Grappate, via Brigata Treviso, via Attems, e, volendo, una volta arrivati in cima, andare a visitare la Tomba di Scipio Slataper (patriota e scrittore triestino, noto per "Il mio Carso") con il sentiero segnalato nei pressi della cima, scendendo infine per la Strada Volontari Irredenti Giuliano-Trentini, e lungamente per via delle Chiese Antiche, via Sottomonte, ritornando così al punto di partenza.
Allegato: sentiero per Slataper.jpg
Messaggio
06-12-2018 15:38
francesca francesca
La tomba di Scipio Slataper, scrittore e patriota triestino caduto sul Podgora il 3 dicembre 1915, e di suo figlio Scipio Secondo Slataper, Sottotenente degli alpini, morì anch'egli ricalcando il destino del padre, durante la Seconda Guerra.
Allegato: Tomba Slataper.jpg
Messaggio
06-12-2018 17:45
florian florian
Francesca,neanche le guide sono così dettagliate!
Messaggio
06-12-2018 18:14
barbagianni barbagianni
Ottimo lavoro, aggiornamenti compresi!
Proporrei ad Ivo e Sandra il trasferimento nel forum "Le vostre relazioni", in modo da avere subito una visione più chiara, non dovendo aprire manualmente tutte le foto.
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva