il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 61 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum segnalazioni   Precedente Successivo
N. record trovati: 10
Messaggio

Impronta misteriosa

22-01-2018 10:32
francesca francesca
Volevo chiedere informazioni riguardo l'identificazione di quest' impronta, notata ieri mattina, durante una passeggiata nel Bosco Saletto di Villa Santina.
Allegato: Impronta misteriosa.jpg
Impronta misteriosa
Messaggio
22-01-2018 11:20
tiziano.fiorenza tiziano.fiorenza
Buongiorno! Si tratta di impronte di Tasso (Meles meles), che in questo mite inverno lasciano sovente i loro caldi rifugi.
Tiziano
Messaggio
22-01-2018 21:42
orso.bruno orso.bruno
Interessante questa foto con l'esauriente spiegazione di Tiziano...
Azzeccata pure la scelta di posizionare la moneta per dare una reale dimensione alla stessa...
Col suo metro di lunghezza e i quasi 15 kg di peso, deve essere ben visibile se incontrato durante il cammino, peccato però che le sue abitudini notturne non siano molto invitanti per una passeggiata al chiaro di luna nel Bosco Saletto, dove se non ricordo male non ci sono molti segnavia ad aiutare l'eventuale viandante insonne e sentieri e sterrati sono un pò abbandonati a se stessi.
Messaggio
22-01-2018 22:04
cabicabas cabicabas
Beh, non è un animaletto così piacevole da incontrare, sopratutto se si sente minacciato.
Messaggio
22-01-2018 23:32
krampus krampus
Concordo con cabicabas in quanto il tasso nonostante all’apparenza sembri buono e susciti simpatia, in realtà è un animale molto aggressivo e se morde una persona può trasmettere delle malattie.
I suoi denti appuntiti lo mettono in una posizione di vantaggio ed i cani venuti in contatto spesso hanno la peggio.
Quindi a mio modesto parere, le camminate notturne alla sua ricerca nel Bosco Saletto non sono molto consigliate.
Messaggio
22-01-2018 23:37
tiziano.fiorenza tiziano.fiorenza
??? Il tasso è un animale che sa difendersi ma non è per nulla aggressivo. Non conosco casi di aggressione deliberata da parte di un tasso ne di accesso in ps di persone ferite dal mustelide. Circostanze che ho verificato in alcuni paesi dell'est Europa dove vengono scovati nelle loro tane e brutalmente massacrati: ovvio che possono essere aggressivi in tali circostanze. Da noi può succedere con i cani fuori controllo. Ricordo ancora una volta come i cani in ambiente naturale devono essere sempre sotto controllo (col guinzaglio). Saluti e buone osservazioni
Messaggio
22-01-2018 23:40
tiziano.fiorenza tiziano.fiorenza
Aggiungo che il tasso è una specie diffusa in tutta la regione ad esclusione dei centri abitati grossi: quindi può essere osservato ovunque. Passeggiate tranquilli, cane al guinzaglio e nessun tasso vi darà noie, ne di giorno ne di notte. Buona paseggiata
Messaggio
23-01-2018 17:21
francesca francesca
Ringrazio Tiziano per la risposta e i simpatici commentatori per l'interessante discussione:)!
A tal proposito volevo chiedere: quali sono le altre circostanze in cui il tasso potrebbe sentirsi minacciato, oltre a quelle citate (cani sciolti, scovarli nelle loro tane)?
Io non giro con animali da compagnia né mi sognerei mai di stanarli, ma magari mi verrebbe in mente di avvicinarmi per scattare una foto da postare in questo forum. È un atteggiamento da evitare o basta tenersi ad una certa distanza?
Messaggio
23-01-2018 18:03
tiziano.fiorenza tiziano.fiorenza
Guarda non esiste una regola per tutti. Escludendo situazioni in cui è chiaro che l'animale si senta minacciato (cane al seguito, escavo della tana ecc.) certamente una femmina con i piccoli potrebbe essere potenzialmente aggressiva. Personalmente però ho fatto riprese a questi animali quasi entrando nelle loro tane e non mi hanno mai dimostrato alcuna aggressività. Mai! Generalmente giovani curiosi adulti schivi. Nonostante ciò inviato comunque sempre a mantenere una certa prudenza. La rabbia silvestre seppur sotto controllo è sempre potenzialmente presente, e anche i tassi possono esserne portatori. Per concludere nessun timore e per rispetto verso l'animale teniamoci a qualche metro di distanza e rimaniamo fermi. Se si avvicina perché magari non si è accorto di noi, facciamo un rumore o parliamo; si allontanerà velocemente. Spero di aver risposto
Messaggio
24-01-2018 22:12
francesca francesca
Esaustivo come sempre Tiziano, grazie per aver riportato anche le tue esperienze:).
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva