il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 83 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum segnalazioni   Precedente Successivo
N. record trovati: 6
Messaggio

Senecio doronicum?

07-06-2015 17:19
graziano.bettin graziano.bettin
Zona Casera Lodina: qual'è l'esatta denominazione di questo Senecio? O forse non è un Senecio?
Allegato: DSCN5583.JPG
Senecio doronicum?
Messaggio
07-06-2015 22:00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
Premesso che non sono un esperto ma un semplice appassionnato, da quanto vedo dalla tua foto, è un senecio. E a quanto ho letto sui miei "sacri testi" e da un'occhiata a quanto offre il web (moltissimo!, per es.vedi qui: http://www.actaplantarum.org/floraitaliae/viewtopic.php?t=9313) mi sento di dire che la specie è proprio doronicum. Poi, le piante presentano un'elevata variabilità a seconda di dove vivono e perciò è normale aspettarsi qualche variante a seconda di dove le trovi. Ciao! GT
PS: lo dico spesso nel forum, se vogliamo sapere che specie abbiamo incontrato sarebbe meglio fare più foto, del fiore, delle foglie basali e dello stelo ecc. e specificare bene dove e quando è stato fotografato. Più indizi ci sono più precisamente si può arrivare ad una corretta determinazione.
Messaggio
07-06-2015 23:02
luciano.regattin luciano.regattin
Anch'io non sono un esperto, ma mi piace cercare di determinare le piante, per quanto possa essere possibile osservando un'immagine con non molte informazioni, come in questo caso. Innanzitutto leggendo le varie descrizioni, tutte concordano nel dire che il S. doronicum ha al massimo 5 capolini, qui ne conto diversi di più; altro elemento è il periodo di fioritura, anche in questo caso si parla di luglio-agosto, se la foto è di questi giorni (dato molto importante per una corretta determinazione) non ci siamo, infine l'habitat: prati aridi, pascoli sassosi, anche in questo caso non mi sembra il caso dell'immagine proposta; proverei a confrontare Senecio gaudinii la cui descrizione mi sembra più appropriata, sempre per quanto si può vedere da una foto beninteso!
Messaggio
08-06-2015 22:56
graziano.bettin graziano.bettin
posto quest'altra foto. Entrambe sono state scattate lo scorso 6 giugno tra casera Lodina e l'omonima forcella. Come avete fatto giustamente notare, se si trattasse di Senecio doronicum il periodo di fioritura sarebbe anomalo. Ma anche le foto sono abbastanza diverse dal senecio che normalmente si vede su altri manuali. Grazie
Allegato: DSCN5585.JPG
posto quest'altra foto. Entrambe sono state scattate lo scorso 6 giugno tra casera Lodina e l'omonima forcella. Come avete fatto giustamente notare, se si trattasse di Senecio doronicum il periodo di fioritura sarebbe anomalo. Ma anche le foto sono abbast
Messaggio
10-06-2015 11:30
ivo.sentierinatura ivo.sentierinatura
A breve dovrebbe arrivare una risposta. Il gruppo a cui appartinene il Senecio è stato ora attribuito al genere Tephroseris. Si tratta di un caso assai complesso che pone seri problemi anche ai più esperti.
Messaggio
16-06-2015 00:15
ivo.sentierinatura ivo.sentierinatura
Riporto una prima risposta di Giuliano Mainardis:

Non potendo vedere le squame del capolino, la pelosità degli acheni e le foglie basali posso solo dire che si tratta di Tephroseris aggr. longifolia, probabilmente T. tenuifolia che occupa i settori più occidentali della Regione, un tempo chiamato Senecio gaudinii, poichè l'altra specie (Senecio ovirensis) è presente prevalentemente ad Est, sulle Giulie.
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva