il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 131 ospiti - 2 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum escursioni altro   Precedente Successivo
N. record trovati: 8
Messaggio

Sensibilità alle basse temperature

19-11-2018 16:48
magellano85 magellano85
Buongiorno a tutti.
Unendomi al cordoglio per i tristi avvenimenti delle scorse settimane, sono a chiedere una valutazione, una opinione, sulle possibilità di risolvere un problema che riguarda la mia compagna di montagna.
Spesso durante le uscite invernali, le si ghiacciano completamente mani e piedi al punto da perdere completamente la sensibilità, il che causa parecchi problemi come potete immaginare.
Abbiamo provato con degli scaldamani acquistati su dfsport, ma si sono rivelati un flop. Cosa ne pensate dei calzini termici alimentati da carica usb? Una trovata pubblicitaria?
Preciso, utilizza sempre calzini in lana merino, intimo termico alpaca xbionic, scarponi trango guide la sportiva. Guanti moffole North Face. Questo probabilmente per un problema di circolazione. Il problema si presenta a 1000 come a 3000 metri.

Qualcuno di voi ha mai affrontato queste problematiche? Se si, come avete risolto?
Grazie
Messaggio
19-11-2018 17:42
francesca francesca
Io per le mani stesso problema, da quando uso guanti in montone con pelo all'interno, la situazione è molto migliorata.
Messaggio
19-11-2018 17:51
francesca francesca
Anche mettere la crema alle mani attiva la circolazione e fa soffrire meno il freddo di conseguenza.
Messaggio
19-11-2018 18:13
loredana.bergagna loredana.bergagna
Io soffro della malattia/fenomeno di Raynaud, limitatamente alle mani e il problema mi si presenta sempre, estate ed inverno e paradossalmente anche a casa. Per chi ha sempre gli arti freddi immagino si tratti di un problema del microcircolo, vasocostrizione a seguito di sbalzi di temperature e/o emozionale anche se spesso niente emerge da indagini specifiche. Come suggerito da Francesca potrebbero aiutare le creme che solitamente usano gli sportivi per scaldare i muscoli quando fanno sport all'aperto; io personalmente utilizzo un paio di guanti in lana sottile e sopra metto le mufffole imbottite ed impermeabili, da adesso utilizzerò anche gli scaldini usa e getta, durano circa 5 ore; importante, secondo la mia esperienza, è infilarli nei guanti subito, alla partenza, prima di raffreddarsi completamente; poi conviene anche muovere le braccia a mulino in ambedue i sensi. Quello delle mani fredde sembra un problema marginale ma in realtà è davvero una sofferenza
Messaggio
19-11-2018 18:24
laura.molinari laura.molinari
Per le mani, il problema a me si presenta soprattutto quando sono costretta a togliere i guanti per usare, ad esempio, la macchina fotografica o per mangiare. Per evitare di lasciare le mani "nude", in caso di grande freddo uso in abbinata un paio di guantini sottili in seta o fibra sintetica e un paio di moffole in windstopper/pile con la parte superiore "apribile". Così evito il congelamento! Un saluto e facci sapere se trovi qualche soluzione efficace! Mandi.
Messaggio
19-11-2018 19:20
magellano85 magellano85
Carissimi/e grazie per le risposte.
Pensavo dunque, dati i vostri consigli, di proporre una abbinata crema riscaldante e guanti in montone. Avete qualche linea o marchio verso cui indirizzarmi?
Grazie
Messaggio
19-11-2018 20:44
loredana.bergagna loredana.bergagna
Senza indicare marchi posso dirti che alla base di ogni buona crema riscaldante è fondamentale la presenza della capsaicina (elemento presente nel peperoncino), in alcune pomate c'è anche la canfora che, creando un'irritazione superficiale della pelle (effetto riscaldante) aumenta localmente l'afflusso di sangue migliorando la vascolarizzazione; sono prodotti di uso comune fra i ciclisti, fatti magari un'idea cercando info on line. Ciao
Messaggio
20-11-2018 00:00
francesca francesca
Ho trovato i guanti in montone diversi anni fa in una bancarella della fiera natalizia del mio paese, quindi suppongo si possano trovare in contesti simili o al mercato. Non hanno marca, sicuramente sono un prodotto artigianale, interamente cuciti, come puoi vedere dalla foto. Se con l'usura si scuciono (come già mi è successo), si ricuciscono tranquillamente, perchè il buco è già presente. Si riesce ad appallottolare la mano all'interno per riscaldarla. Prima usavo come laura.molinari i guanti con le dita "apribili" e un sottoguanto, ma non erano sufficienti.
Per quanto riguarda i piedi, uso dei plantari ortopedici in materiale sintetico per altro motivo, sono fatti su misura dello scarpone dal podologo, hanno un potente effetto riscaldante, ovviamente per piede in movimento. Provato anche solette e plantari commerciali, ma non sono la stessa cosa. Inoltre quelli fatti su misura, anche se costano un pò, durano una vita.
Allegato: guanti montone.jpg
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva