il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 54 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum escursioni altro   Precedente Successivo
N. record trovati: 10
Messaggio

Almerhorn 2986m (Austria) dall'Antholzersee (lago di Anterselva) 1641m

25-09-2016 17:31
marco.raibl marco.raibl
Il Suedtirol,il Sudtirolo o Alto Adige ci mostra il suo lato spigoloso.E' una questione di pietre e di gambe forti.Tantissime pietre su cui saltare,a cui appoggiarsi,per raggiungere la seguente e proseguire in questa lunga sgroppata in ambienti aridi,dove le pernici "pigolano",segnalando,alle loro simili,l'avvicinarsi dell'alieno bipede implume.E la vedetta aspetta fino a quando non sei lì,a pochissimi metri da lei,quasi fosse una vittima sacrificale.Ma poi,con uno scatto,svolazza una cinquantina di metri più in là,ad appostarsi dietro l'ennesimo blocco di granito,per ricominciare.Dal parcheggio dello stadio del biathlon(1641m),presso l'Antholzersee (lago di Anterselva),si seguono i cartelli col segnavia 39 per la Barmer Huette (rifugio Barmer),in territorio austriaco.L'escursione,infatti,prevede lo sconfinamento e la cima dell'Almerhorn è completamente al di là del confine.Dopo un tratto di bosco,si esce sui ghiaioni che scendono dalle imponenti pareti sopra di noi,per risalire,con pendenza costante e abbastanza sostenuta,il canalone che termina alla Riepenscharte (forcella Ripa),a 2732m.Man mano che ci avviciniamo,le pietre diventano macigni e la progressione si svolge zigzagando tra di essi,con segnavia sempre pittato di fresco.Alla nostra sinistra gli scuri blocchi che compongono il Durrerspitz, sembrano incastrati l'uno nell'altro.L'impressione è che se uno di questi si staccasse,tutto il monte franerebbe a valle.Dietro,si nasconde l'Hochgall (Collalto)3436m,il gigante che domina l'escursione di oggi,seppur discretamente,quasi defilato.E' ricoperto di fresca neve giunta da nord,che lo rende abbagliante.Oggi,in mattinata,spesso è nascosto dalle nubi più alte.Dalla Riepenscharte si entra in un ampio vallone detritico,con resti di un vecchio ghiacciaio.Si cammina tranquillamente per qualche decina di minuti,per poi perdere leggermente quota e risalire alla Barmer Huette,rifugio a 2591m,che permette di pernottare e spezzare così la traversata(il 22 settembre,però,risultava chiuso).E' costruito in un luogo molto panoramico,su un poggio arido e molto soleggiato.Da qui scende un sentiero bollato con fresca vernice bianco-rossa.Percorre il vallone attraversato dalla funivia di servizio alla struttura e può trarre in inganno.Sulla mia Tabacco(foglio 32)non è segnalato,ma dovrebbe congiungersi al 112 della Patscher Tal.Il 325,invece,che ci porterà alla Jaegerscharte(Forcella Jaeger)e,quindi,in vetta,è indicato da vecchi cartelli del club alpino austriaco e bolli rossi.A mezza costa,verso destra,passa sotto i ghiaioni dell'Ohrenspitze,una cresta composta di più cime intorno ai tremila metri.Con un andamento non sempre lineare,la traccia si incunea nei soliti blocchi di granito e obbliga,a volte,ad usare le mani per mantenere l'equilibrio.Dopo una leggera discesa,si riprende a salire verso la Jaegerscharte.Poco prima,ecco il residuo dell'Almer Kees:una fetta di ghiaccio durissimo,di poche decine di metri quadrati,ci ricorda quello che era un vasto ghiacciaio fino a trenta anni fa.Un laghetto fetido testimonia il suo scioglimento.In breve,dalla traccia si stacca la deviazione che porta in cima.Ancora giochi di equilibrio e di mani sui ruvidi blocchi e,in una ventina di minuti,si sbuca in vetta,a 14 metri dalla fatidica quota dei tremila.Il panorama è davvero ampio e invita a una lunga sosta.In queste giornate autunnali,poi,la luce è violenta.Il freddo migliora la visibilità e crea cromatismi caldi.Niente più fiori,ma i marroni delle erbe bruciate dal gelo e i gialli e i rossi dei piccoli arbusti.E poi,lì sotto,al passo Stalle,il verde scurissimo dell'Obersee,il lago che dà il benvenuto a chi entra in Austria.Gente ne sale,quassù,e parecchia.Soprattutto dal passo,circa novecento metri più in basso.A questo si punta,per chiudere l'anello.Tornare indietro,adesso,non avrebbe senso.Dalla Jaegerscharte si contorna un anfiteatro detritico che ci consente di vedere tutto il lato sud dell'Almerhorn.Sempre più agevolmente,si raggiungono i prati sottostanti e,quindi il valico.Il rientro all'Antholzersee avviene lungo un bellissimo sentiero segnalato che taglia tutti i tornanti.Una volta al lago,ci si tiene sulla riva nord,contornandolo fino a ricongiungersi alla pista che porta allo stadio del biathlon.Al momento di avviare l'auto vi sarete lasciati alle spalle circa 9-10 ore della vostra vita,avrete percorso circa 18km e sarete andati su e giù per circa 1600/1700m di dislivello.Ma sarete contenti e anche un po' fieri.




Note:Il passo Stalle è aperto da metà maggio a fine ottobre dalle 6 alle 22.15.E' a senso unico alternato,regolato da semaforo.Permette la salita dal minuto 30 al minuto 45 di ogni ora,mentre la discesa è dal minuto 1 al minuto 15.
Messaggio
25-09-2016 17:33
marco.raibl marco.raibl
All'uscita dal bosco
Allegato: IMG_20160922_093512.jpg
Messaggio
25-09-2016 17:34
marco.raibl marco.raibl
Verso la Riepenscharte
Allegato: IMG_20160922_100629.jpg
Messaggio
25-09-2016 17:35
marco.raibl marco.raibl
L'Hochgall domina la Riepenscharte
Allegato: IMG_20160922_104240.jpg
Messaggio
25-09-2016 17:35
marco.raibl marco.raibl
Verso la Barmer Huette
Allegato: IMG_20160922_104934.jpg
Messaggio
25-09-2016 17:37
marco.raibl marco.raibl
La Barmer Huette.Dietro,la Barmerspitze e l'Hochgall
Allegato: IMG_20160922_120527.jpg
Messaggio
25-09-2016 17:38
marco.raibl marco.raibl
L'Almerhorn
Allegato: IMG_20160922_123249.jpg
Messaggio
25-09-2016 17:38
marco.raibl marco.raibl
L'Almer Kees
Allegato: IMG_20160922_132216.jpg
Messaggio
25-09-2016 17:39
marco.raibl marco.raibl
L'Ohrenspitze e il percorso appena effettuato
Allegato: IMG_20160922_135540.jpg
Messaggio
25-09-2016 17:40
marco.raibl marco.raibl
L'Obersee con i monti in territorio italiano
Allegato: IMG_20160922_140842.jpg
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva