il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 107 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum escursioni altro   Precedente Successivo
N. record trovati: 9
Messaggio

Monte Rombon dal forte della Chiusa di Plezzo

01-09-2013 11:02
MauroGo MauroGo
Per chiudere in bellezza un agosto molto generoso di soddisfazioni escursionistiche, ieri sono salito sul monte Rombon/Veliki Vrh (2207 m), partendo dal forte della Chiusa di Plezzo (Kluže), situata sulla strada che da Bovec porta al passo del Predil (altitudine 522 m).
Fra tutte le possibilità di raggiungere la cima del Rombon questa è forse quella più facile, "facile" in senso relativo, si tratta pur sempre di quasi 1700 metri di dislivello!
Va detto che la carta Tabacco 019 (almeno l'edizione che ho io) segna solo in nero una parte del percorso, mancando il tratto a nord del Vršiči fino al congiungimento con il sentiero proveniente direttamente da Bovec (quota 1993 m). Comunque, tutto il sentiero è sempre ben marcato da bolli bianchi e rossi e anche nei pochi punti in cui questi mancano ci sono degli ometti, per cui, in condizioni normali di tempo, è praticamente impossibile sbagliare direzione.
Non ci sono vere difficoltà tecniche, solo un saltino di I grado nel punto in cui il sentiero si affaccia per un attimo sul versante nord-ovest del monte, anche la cima risulta larga e appiattita, non esposta in nessuna direzione, l'unica vera difficoltà sta nel notevole dislivello che occorre affrontare senza avere punti di appoggio, né rifugi né bivacchi. Non c'è neanche la possibilità di far rifornimento d'acqua e, tenuto conto che, dopo esser usciti dal bosco, il percorso si mantiene sempre sul versante sud del monte, nelle ore centrali delle giornate soleggiate si soffre molto la sete, per cui occorre portarsi dietro una buona scorta d'acqua. Attenzione anche alle vipere, che è facile incontrare. Mauro.
Messaggio
30-10-2013 17:25
ludelu ludelu
Ciao, quanto ore hai impiegato per salire dal forte al monte rombon? Grazie per la risposta
Messaggio
30-10-2013 18:16
kukerman kukerman
ciao sono 1700 metri di dislivello, puoi andare dalle 3 alle 4ore e mezza per la salita.
Messaggio
31-10-2013 06:54
MauroGo MauroGo
Avevo messo in preventivo di stare sulle 4 ore, in realtà ce l'ho fatta in poco meno di 3 ore, ma era un periodo in cui facevo tre escursioni impegnative a settimana, ero molto ben allenato ...
Messaggio
31-10-2013 11:15
ludelu ludelu
Grazie per le informazioni. Luigi
Messaggio
01-11-2013 09:29
Luca79 Luca79
Io son partito dal rifugio Gilberti passando per Sella Prevala...percorso lunghissimo e, secondo me, poco appagante. Poco più di 21 km in 6h30 (buon passo per non perdere la telecabina per Sella Nevea)
Messaggio
01-11-2013 18:42
brunomik brunomik
Io quando l'ho salito ho usufruito della ovovia slovena dato che la prima corsa era piuttosto di buon ora, mi sembra le 7.00 mentre quella italiana prima delle 9.00 mi sembra non parte. Credo però che i due percorsi fino alla povera (per com'è ridotta adesso) sella Prevala siano simili dato che si cammina sulle ghiaie delle piste da sci. Pertanto concordo che fino a sella Prevala l'itinerario non sia dei più appaganti però dopo mi è piaciuto davvero molto soprattutto perchè è importante dal punto di vista storico in quanto gli alpini che combattevano nella zona del Rombon hanno dovuto usare questa traccia dopo la disfatta di Caporetto. E dato che su questo sentiero si incontrano spesso resti della Grande Guerra non direi che è monotono ma questo è ovviamente soggettivo. Però usufruendo l'ovovia di Bovec c'è un altro vantaggio ossia la possibilità di scendere passando per il Cukla e i resti di planina Goricica (o qualcosa di simile). Resta comunque un itinerario faticoso ed infatti è uno dei pochi che quando sono tornato presso l'auto ero prossimo al K.O. tecnico.
Questa stagione estiva mi sembra però che l'ovovia di Bovec è stata chiusa per manutenzione.
Messaggio
05-11-2013 16:00
Fabrizio Fabrizio
Da quello che ho letto sul giornale in questi giorni, dalla scorsa stagione invernale gli impianti di Bovec sono chiusi perchè sono cadute delle cabine. La società slovena è fallita e quindi non riapriranno. La Regione FVG ha fatto un accordo affinchè i turisti che andranno a Bovec questa stagione invernale, possanno venire a sciare a Sella Nevea usufruendo di bus navetta e skipass ridotto del 50%
Messaggio
05-11-2013 20:10
brunomik brunomik
Intanto grazie per le news, poi piccolo commentino a queste. Cavoli, che accordi vantaggiosi, quasi quasi vado in ferie a Bovec ed imparo a sciare. E questo fantomatico bus navetta dovrebbe unire Bovec a Sella Nevea passando per il Predil? Se non ricordo male in caso di forti nevicate spesso e volentieri la strada Cave del Predil Sella Nevea è chiusa per pericolo valanghe e quindi forse stipuleranno una convenzione per un servizio di trasporto con l'elicottero, tanto non pagano loro.
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva