il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 99 ospiti - 1 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum escursioni altro   Precedente Successivo
N. record trovati: 16
Messaggio

Via ferrata Sartor (Monte Peralba ) dalle sorgenti del Piave .

27-07-2013 09:01
giuseppemalfattore giuseppemalfattore
Ferrata in solitaria sullo splendido Peralba. Arrivato di buon mattino al parcheggio auto presso le sorgenti, ho dato un occhiata al cielo che era un po’ coperto ma non lasciava presagire nulla di cattivo .Quindi tra carrareccia e sentiero mi sono portato al rifugio Calvi, da li svolta a sinistra prendendo prima il 132 e poi il 131 che mi portava alla base della ferrata .Devo scrivere che la parte più infida della ferrata è proprio prima dell’attacco, dove tra cavi molli e rocce umide bisogna stare attenti, poi un passaggio astruso tra una cengia esposta e una roccia che ti obbligano a passare in ginocchio. Dopo questo passaggio si ci trova alla base di un canalone dove c’è una targa e parte la ferrata tramite una staffe e cavo metallico , questo è il pezzo più ripido, poi diventa più facile mantenendo l’andamento verticale con molti appigli e appoggi (un 1° grado basso ) . A metà ferrata un traverso molto esposto e poi si riprende in senso verticale ma sempre con minor pendenza tale da diventare quasi un sentiero. Nel frattempo il cielo si era chiuso e gocce d’acqua rendevano l’escursione adrenalinica . Finiti i cavi in metallo procedevo tra zolle e piccole cenge in modo lento e faticoso causa dall’ingannevole pendenza fino a sbucare in vetta dove il cielo si apriva in un blu dipinto di blu , e qui terminavano le mie fatiche e aveva inizio il ristoro e l’estasi dell’emozione. Incontrata in vetta una coppia di padre e figlio (adolescente il ragazzino ) che mi avevano preceduto in ferrata. La discesa per la via normale ( piccolo nevaio in via di scioglimento sul canalone ) dove ho incontrato di tutto , una comitiva dell’azione cattolica di Gemona , davvero arditi ed educatissimi i ragazzi accompagnati dalle loro insegnanti , fino ad arrivare al rifugio Calvi dove prendevo una Coca Cola e scambiamo due parole con il simpatico gestore. Infine rientro al Parcheggio ( cambio scarponi , stretching e consumazione del panino con le mappe di Meridiani Montagne sul tavolo a studiare le altre montagne che circondano il Peralba. Rientro a Spilimbergo non prima di aver bevuto un ottimo caffè ad Ovaro.

Allegato: ferrata Peralba 029.JPG
Messaggio
27-07-2013 09:03
giuseppemalfattore giuseppemalfattore
verso il Peralba
Allegato: ferrata Peralba 046.JPG
Messaggio
27-07-2013 09:04
giuseppemalfattore giuseppemalfattore
il percorso della ferrata vista dal sentiero 132
Allegato: ferrata Peralba 065.JPG
Messaggio
27-07-2013 09:05
giuseppemalfattore giuseppemalfattore
l'attacco dela ferrata con relativa targa
Allegato: ferrata Peralba 088.JPG
Messaggio
27-07-2013 09:06
giuseppemalfattore giuseppemalfattore
le staffe del primo tratto..e la relativa pendenza
Allegato: ferrata Peralba 090.JPG
Messaggio
27-07-2013 09:07
giuseppemalfattore giuseppemalfattore
esposizione del primo tratto
Allegato: ferrata Peralba 094.JPG
Messaggio
27-07-2013 09:07
giuseppemalfattore giuseppemalfattore
traverso esposto
Allegato: ferrata Peralba 108.JPG
Messaggio
27-07-2013 09:08
giuseppemalfattore giuseppemalfattore
fine della ferrata, verso la cresta
Allegato: ferrata Peralba 135.JPG
Messaggio
27-07-2013 09:09
giuseppemalfattore giuseppemalfattore
la cima all'uscita del sentiero attrezzato
Allegato: ferrata Peralba 143.JPG
Messaggio
27-07-2013 09:11
giuseppemalfattore giuseppemalfattore
la vetta
Allegato: ferrata Peralba 160.JPG
Messaggio
27-07-2013 09:18
giuseppemalfattore giuseppemalfattore
in discesa verso la via normale
Allegato: ferrataperalba 122.JPG
Messaggio
27-07-2013 09:19
giuseppemalfattore giuseppemalfattore
postazione militare scavatta sotto la cresta
Allegato: ferrataperalba 127.JPG
Messaggio
27-07-2013 09:21
giuseppemalfattore giuseppemalfattore
nevaio residuo sul canalone della normale
Allegato: ferrataperalba 230.JPG
Messaggio
27-07-2013 09:23
giuseppemalfattore giuseppemalfattore
vista sul rifugio Calvi dal sentiero 132
Allegato: ferrataperalba 322.JPG
Messaggio
27-07-2013 10:35
rudy75 rudy75
Ho in programma una due giorni su Peralba e Chiadenis con pernottamento al Calvi. Mentre per il Chiadenis il giro è quello classico delle ferrate, per il Peralba salirò dalla cresta ovest ma non so ancora se scendere dalla normale o dalla Sartor, cosa consigli? La Sartor? Avrei preferito la normale così di strada valutavo anche l'eventuale giretto sul Pic... Grazie
Messaggio
27-07-2013 11:08
giuseppemalfattore giuseppemalfattore
Ciao Rudy , anchio avevo in programma le due ferrate, che sono possibilissime in giornata e senza pernottamento, solo che con quelle nuvole discole ho preferito rinviare la seconda ferrata, ti consiglio perchè sul Peralba ho fatto tutte e tre le vie di accesso se vuoi fare la ferrata , beh ti conviene fare la mia e discesa dalla via normale facile cioè il canalone sulla dx della ferrata,il sentiero che parte dal rifugio sorgenti del piave è il più bello e molto renumerativo ma fallo in discesa è pericolosino, la ferrata del peralba idem meglio farla in salita , per il chiadenis se il tempo tiene puoi agganciare il sentiero dalla discesa della normale del peralba, ci passi davantie incrociando il 140 ti colleghi al passo del cacciatore , ho osservato dal lvi la parte finale del sentiero del chiadenis , la paretina liscia ..è davvero sempre bagnata , quindi attenzione, a disposizione per altre chiarimenti :P.S. bel posto e bella gente ;)
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva