il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 103 ospiti - 2 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNatura
Commenti  ->  Visualizza tutti i commenti

Elenco commenti

Giro dei Sette Laghi dalla Val Ridanna
N. record trovati: 1
Messaggio
28-08-2016 19:19
loredana.bergagna loredana.bergagna
Partiti dal parcheggio di fondovalle mentre le navette caricavano e caricavano, ci siamo si goduti il paesaggio bucolico ma il dislivello poi si è fatto sentire anche perchè avevamo ancora da smaltire gli oltre 1700 m. del giorno precedente. Evitata la Poschalm per raccordarci al sentiero soprastante lungo la verticale discesa dei carrelli della miniera, le pietre luccicano, qua si estraeva argento ed altri metalli preziosi, la più alta miniera d'Europa. Si sale mentre il paesaggio cambia al primo lago, blu luccicante, contornato da cime bianche di ghiaia e sabbia che scivola, e poi il passo, il valico Egetjoch già a quota m.2693, vento di forcella che ristora, oltre il passo si apre un altro mondo, una vasta spianata glacialepercorsa da innumerevoli rigagnoli e torrentelli impetuosi (guado a piedi nudi: rinascita...) alimentati da innumerevoli cascate, ovunque spettacolari distese di eriofori ondeggianti. Si cerca di seguire abbastanza fedelmente ometti e segnavia del sentiero 33a che conducono agli altri laghi dal caratteristico colore ceruleo, qualche incertezza sulla via da seguire quando i sentieri 33 e 33a si congiungono, non ci è ben chiara la prosecuzione verso il rifugio Vedretta Piana lassù davanti, abbiamo temuto di dover salire fino al soprastante rifugio Vedretta Pendente, un nido d'aquila. Attraversato uno alla volta il ponte sulla forra dove un torrente scorre violento, con un cavo si aggira uno sperone che porta finalmente a rifugio Vedretta Piana, la discesa lungo il ripido sentiero 9 è ancora lunga e accompagnata dalla violenza del torrente che scorre nella forra a destra. Capre ci precedono lungo il sentiero, non si scostano ed è meglio seguirle con calma perchè il sentiero oltre che ripido è anche stretto e poi finalmente ricompare il color verde dei pascoli e le strutture della miniera. (24.08.2016)
Login
Iscriviti Password dimenticata ?
Nome:
Password:
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva