il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 65 ospiti - 1 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNatura
Commenti  ->  Visualizza tutti i commenti

Elenco commenti

Casera For e Monte Corona da Passo Pramollo
N. record trovati: 7
Messaggio
23-06-2019 22:35
oliver72 oliver72
Escursione di oggi sul monte Corona. Da casera For siamo saliti alla vetta lungo il pendio sud-est, scendendo poi a Sella Carnizza e tornando alla malga lungo la mulattiera.
Messaggio
17-03-2019 10:38
oliver72 oliver72
Saliti ieri sul monte Corona con le ciaspole. La pista forestale è battuta, nessuna traccia invece da casera For alla cima prima del nostro passaggio. Pendio a tratti piuttosto ripido ma la fatica è stata ripagata da un panorama stupendo dalla vetta. Rientro per lo stesso percorso utilizzato all'andata.
Messaggio
25-03-2018 00:00
stefano.andorno stefano.andorno
Percorso ieri 24 marzo 2018, come da Sentieri Natura. Tanta, tantissima neve. Monte Corona con spesse cornici su versante sud. Percorso ben battuto fino a Casera For e per buona parte della salita al Monte Corona, poi comunque tracce dove le ciaspe diventano indispensabili, soprattutto per chiudere l'anello scendendo dal versante ovest. Condizioni meteo ottimali, splendida gita.
Messaggio
16-05-2017 20:52
sandra.sentierinatura sandra.sentierinatura
16/05/2017-piacevole passeggiata da passo Pramollo al monte Corona, lavori di esbosco lungo la pista. Marmotte in attività sotto la cima. Le solite nuvolette di metà giornata in una giornata comunque limpida.
Messaggio
07-02-2014 23:18
luca.deronch luca.deronch
Percorso effettuato l'anno scorso davvero bello da fare con la neve. Segnalo la possibilità, con neve ben assestata di proseguire oltre Casera For lungo la stradina che porta a Sella Barizze, svoltando poi verso Est e superato il costone del Corona si prosegue fino ad una stretta forcella, si scende poi in direzione di Malga Cerchio per poi piegare a Nord Est verso la piccola Malga Cavalli (privata), da qui si può salire al Monte Corona per comodi prati e scendere a Malga For come da descrizione.
Messaggio
12-01-2014 21:20
loredana.bergagna loredana.bergagna
Lasciati alle spalle il grigiore e l’umidità, a Pramollo il sole accoglie me e la mia compagna di merende con un brillio che fa socchiudere gli occhi senza troppo pensare alle rughe. Prima escursione dopo quattro mesi, un piacere ripercorrere questi sentieri, guardarsi di nuovo intorno annusando e toccando, fermarsi a riprendere fiato con la scusa di uno scatto….
E così, inconsapevolmente, Askatasuna ed io ci siamo incrociati senza vederci, accanto all’omino del monte Corona non ho però mancato accarezzare l’allegra Maggie pronta a ridiscendere; il tempo di togliere lo zaino e un gentilissimo “gradiscano” ci chiede di alleggerirgli la discesa offrendoci biscotti casalinghi, richiesta prontamente ascoltata, ottimi biscotti con gocce di cioccolato, ragazzo a modo che rifugge la confusione e scende veloce.
La nostra sosta si dilunga per godere di tutta quella vista, quello sfavillio, i visi rivolti al sole nella speranza di un colorito meno cittadino, rientro in una Pramollo caotica e oramai freddina.

Messaggio
12-01-2014 18:42
askatasuna askatasuna
La giornata non potrebbe iniziare meglio: al parcheggio Maggie, una giovane golden, si rotola con la schiena nella neve mentre aspetta la partenza, contagiandomi d’allegria e di sorrisi. Indeciso su cosa indossare, alla vista del sentiero battuto e della consistenza nevosa mattutina non ho dubbi. Ramponi. I piedi van da soli. Unica attenzione è far sì che non cadano in una delle tante scarponesche buche presenti sul sentiero. Appena il tempo di assaporare il bosco con le sue forme morbide e candide e sono alla Casera For. Un nutrito gruppo di scialpinisti austriaci sta indossando gli sci. Scelgo la salita per il troi CAI, più ripida ma coi ramponi si sale che è un piacere. L’arrivo sudato fa tremar le gambe. Oggi il cielo s’è messo a nuovo. Alterno due ore tra l’osservazione silenziosa e contemplante e la socialità con altri escursionisti, condividendo biscotti, the e parole. Arriva anche Maggie e scopro che avevo incontrato alcuni di loro sulla Pala d’Altei tempo fa. Quanto scaldano queste coincidenze! Oggi è impossibile stancarsi di guardare attorno a sé ma dopo un paio d’ore si scatena l’assalto al cielo: arrivano una ventina di ciaspolisti circondando il plateau sommitale dai due lati.. It’s time to go.. Gli ultimi biscotti trovano i loro proprietari e parto puntando questa volta verso Sella Carnizza: una discesa che richiede le ciaspe e tanta voglia di divertirsi. Il pendio non è mai troppo ripido e uscendo dalle tracce la neve in superficie è dura al punto giusto. Fosse sempre così lascerei le ginocchia a casa.. Incrocio ancora Maggie.. Oggi sono proprio felice. Prima di tornare al caos pramollesco mi fermo a Casera Auernig, piccola deviazione che ripaga con una vista splendida e con le ultime parole scambiate con un’anziana coppia di austriaci. Una nuova, semplice ma appagante proposta invernale di Ivo e Sandra che è venuta incontro ai doloranti postumi dello Starhand. Grazie!
Login
Iscriviti Password dimenticata ?
Nome:
Password:
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva