il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 35 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNatura
Commenti  ->  Visualizza tutti i commenti

Elenco commenti

Monte di Mezzo da Giais
N. record trovati: 5
Messaggio
29-04-2018 19:18
giuseppe.venica giuseppe.venica
Escursione effettuata il 28/04/2018. Tutto come da relazione di SN. Tracciato suggestivo, mediamente impegnativo, che si sviluppa principalmente su terreno detritico. In questo periodo, a seconda dell’altitudine, s’incontrano bellissime fioriture di narcisi, eriche e pero corvino. Per la salita a C.ra Palussa utilizzato il TROI DE RUT. Poco dopo C.ra Palussa non c’è più vegetazione arborea, ed il percorso, molto panoramico, si sviluppa in costante esposizione: da evitare in periodi troppo caldi. La salita al Monte di Mezzo avviene senza una precisa traccia, su terreno carsico, che richiede un po’ di attenzione. Dalla cima vista mozzafiato! Nel rientro il TROI DEI VUOLTH termina nei pressi di un impianto di antenne. Ci vuole poi circa mezz’ora per scendere a Glera e risalire Via S. Barbara fino al punto di partenza. Buone camminate a tutti. Bepi (Cividale).
Messaggio
30-12-2016 17:15
massimocadel massimocadel
Salito da Glera la mattina di Natale in un silenzio irreale per essere in piena pedemontana! Giornata perfetta con temperatura primaverile e erbe tutte a terra. Sentiero fino a casera Palussa nel bosco e poi per prati fino alle C.re Gias.. tutto molto tranquillo. Poi alla ricerca del punto in cui la Tabacco erroneamente posiziona la Cima e su per tracce a 1490.. Sarà stata la giornata ma sembrava di toccare il Duranno e tutti i suoi degni compari con le mani. Una girata senza preoccupazioni di sorta che regala paesaggi meravigliosi ..
Messaggio
22-12-2014 09:53
luciano.piccin luciano.piccin
Percorso effettuato ieri 21 dicembre: dalla cima il panorama è veramente mozzafiato. Neve assente. Il sentiero di salita, segnalato in relazione, a mio avviso non è il Troi delle Cloipes bensì il Thuocol de Rut, che ho percorso in discesa da casera Palussa.
Messaggio
05-05-2014 14:01
heidi.bruna heidi.bruna
Bellissimo percorso panoramico salito ieri partendo da Glera lungo il Troi delle Cloipes.
La neve ormai è praticamente sparita, lasciando l'erba ancora "bassa" e quindi il raggiungimento della vetta è agevole seguendo le precise indicazioni della relazione di SN.
Lo stavolo a quota 813, menzionato nella stessa relazione, viene denominato in loco come Baita Polo o Britui.
Messaggio
14-06-2013 22:26
loredana.bergagna loredana.bergagna
Già stanca prima di iniziare, il lavoro di giardinaggio e potatura drastica ancora presente in braccia e spalle ma non sarà questo a trattenermi. Gioco di raggi lungo il fitto corridoio che sale ripido, ometti, qualche finestra aperta sulla pedemontana, piccoli giaggioli susinari e oggetti volanti a volontà, Palussa è annunciata dal suono della fontana nervosa, ancora un tratto al riparo e poi il sole che si accanisce sulle spalle e testa. Ovunque verde con qualche macchia bianca di pero corvino, e blu, il blu delle genziane di Clusius e primaticce, timide vedovelle, pallide come si addice al loro ruolo, e ancora giaggiolo susino, oramai i nontiscordardime sono pochi, spicca il vivace giglio carniolico. A casera Giais macchie di giallo, sosta per banana e via verso la forcella, sugli sfasciumi farferugine e doronico.
Alla forcella, a destra, mani caritatevoli hanno costruito qualche ometto e qualche omone, la traccia ogni tanto si indovina, salita facile lungo il crinale disseminato di sassi e boccette, foschia che non permette grandi panorami, ma gli occhi mi si riempiono di quelli goduti dalla Pala d’Altei, lì, a due passi. Ometti qui e là ma è possibile che non abbia riconosciuto quello della cima, ma facciamo finta che non sia così..
Rientro per la stessa via, mal di testa martellante e primo caldo intenso , il Truoi dai Vuolth (cartello un poco discosto dal sentiero, lunghezza km.4) sembra tutto allo scoperto, mi fiondo nel bellissimo corridoio ombroso davanti a me.
Login
Iscriviti Password dimenticata ?
Nome:
Password:
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva