il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 31 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNatura
Commenti  ->  Visualizza tutti i commenti

Elenco commenti

Alta Via di Neves
N. record trovati: 3
Messaggio
02-09-2019 15:36
loredana.bergagna loredana.bergagna
Siamo al terzo giorno delle nostre vacanze, il tempo permane bello salvo la possibilità di piovaschi nelle ore pomeridiane, mettiamo in cantiere questa bellissima camminata in quota, da rifugio a rifugio, in senso antiorario. La stretta strada che arranca fino al lago di Neves comporta un pedaggio giornaliero di € 7, noi arriviamo presto che i parcheggi sono praticamente vuoti, c'è il tempo di ammirare le abbondanti fioriture di epilobio, leggere i vari cartelli illustrativi e salire, salire al rifugio Porro tagliando i tornanti della pista; lassù ci gustiano un caffè e quattro chiacchiere con il gestore ed intando l'occhio cade sul dirimpettaio e lontano rifugio Ponte di Ghiacio, sembra quasi impossibile poterci arrivare; ci incamminiamo su quello spettacolare percorso che è l'Alta Va di Neves: grossi massi che si oltrepassano sempre comodamente, grandi ed alle volte strani ometti, rigagognoli che scendono dai ghiacciai oramai in scioglimento, una piana ghiaiosa è attraversata da un bel torrentello, c'è una...uhm..stretta passerella di legno che sembra aver abdicato, qualche gradino scavato, una corda lasca a cui dover dare molta fiducia ed il forte suono delle acque, un'etenità per traghettarmi dall'altra sponda. Qualche saliscendi accompagnano l'arrivo ai laghetti ai cui bordi alcuni escursionisti si sono allungati a godersi qualche raggio di sole, la Punta Bianca è in inesorabile scioglimento, le acque levigano le pietre, sempre mantenendosi in quota attraversiamo un ultimo nevaio, una famigliola di marmotte non ci ha sentiti arrivare, e meno male che la cascata è protetta da una lastra di lamiera e cavi, il vento si fa sentire e non manca qualche goccia di pioggia ma oramai il grande e rimesso a nuovo rifugio Ponte di Ghiaccio è a portata di scarpone. Sosta e panorama e discesa dapprima lungo pochi metri di nevaio, e poi ancora rigagnoli, fioriture di ogni stagione, pecore, mucche e di nuovo il sole ci accompagna lungo il sentiero 26 che passa sopra la diga consentendo così di fare il giro del lago.
Messaggio
12-07-2013 19:14
ivo.sentierinatura ivo.sentierinatura
Direi 6:30-7 ore a seconda delle soste. Cliccando sul dettaglio della cartografia (l'icona quadrata a fianco dei pulsanti arancione KML e GPX) accedi alla traccia. Utilizza poi il link Statistiche, in alto, per vedere tutti i dati.
Messaggio
12-07-2013 17:50
maddasca maddasca
grazie per le chiara descrizione dell'itinerario, una domanda è possibile sapere il tempo totale dell'escursione?
grazie
Login
Iscriviti Password dimenticata ?
Nome:
Password:
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva