il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 74 ospiti - 1 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNatura
Commenti  ->  Visualizza tutti i commenti

Elenco commenti

Forcella del Duranno dalla Val Zemola
N. record trovati: 1
Messaggio
24-07-2013 08:25
cjargnel cjargnel
Ho percorso questo itinerario il 22/07/2013. La descrizione in R07 di SN non si discosta di una virgola da quanto si riscontra percorrendolo e ciò a tutto merito degli Autori e della natura che nulla ha compromesso nella stagione invernale. La salita al Rif. Maniago è piacevole specie nella parte boschiva dove si apprezza appieno la frescura. L'uscita nella parte più alta ripaga con buone viste ancor prima del rifugio. Facile la salita anche fin sotto la forcella del Duranno. Solo lì un breve canalino non difficile di I° con qualche traversa su fondo ghiaioso. Alla forcella è spontaneo seguire il consiglio di Ivo&Sandra di raggiungere con facilità la cima nord delle Centenere da dove si apprezza meglio il panorama in ogni direzione. A nord la fa da padrone il Duranno ma tutt'intorno è un susseguirsi di cime la cui vista ripaga anche il più esigente escursionista. Il colpo d'occhio verso Cima Laste, Cima dei Preti e Frati, Compol, Cantoni etc. è un mare molto mosso di pietra senza soluzione di continuità. E non meno attraente tutto il resto: dal Pramaggiore alle cime del Cadore. La compagnia di una famigliola di stambecchi con il maschio molto indipendente e il piccolo che fa coppia fissa con la madre, passo per passo, completa il quadro pienamente soddisfacente di questa mèta. Buone camminate.
Login
Iscriviti Password dimenticata ?
Nome:
Password:
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva