il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 285 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNatura
Commenti  ->  Visualizza tutti i commenti

Elenco commenti

Corsi (Rifugio)
N. record trovati: 6
Messaggio
04-08-2020 09:43
ectorus ectorus
Salito sabato 1 agosto partendo da Sella Nevea e salendo il passo degli scalini. Rifugio ancora chiuso. Peccato, perchè è in un posto molto bello ed è , anzi era, un ottimo punto di appoggio per le numerose possibilità di percorsi esistenti. Speriamo trovino una soluzione per la sua riapertura, anche perchè per gli approvvigionamenti può contare sulla strada che termita a casera Grantagar e da li esiste la teleferica che arriva al rifugio. Buona vita a tutti
Messaggio
21-08-2019 18:31
laura.molinari laura.molinari
20 agosto 2019. Compiuta la classica traversata da Sella Nevea al Rifugio Corsi per il Passo degli Scalini e discesa sulla strada della Val Rio del Lago passando per Malga Grantagar. Percorso tranquillo, ma molto panoramico e remunerativo, che però comporta la necessità di sobbarcarsi oltre 4 km di noiosa risalita finale su asfalto fino a Sella Nevea per chiudere l’anello (che noi abbiamo evitato grazie ad un passaggio!). In corrispondenza del tratto schiantato nella parte iniziale del CAI 625 si è creata una variante, che ha comportato lo spostamento del bivio tra la strada forestale e il sentiero di qualche decina di metri più avanti (seguire il cartello con l’indicazione per Malga Cregnedul). Il ripiano del Rifugio Corsi (come noto chiuso a tempo indeterminato in attesa di ristrutturazione) è presidiato da un buon numero di femmine di stambecco con i piccoli. Le fontane e i rubinetti esterni sono stati smantellati, per trovare l’acqua bisogna risalire brevemente (pochi minuti) sino alla sorgente che si raggiunge seguendo il sentierino in direzione di Forcella Mosè, dove convergono anche le tubature. L’esterno del Rifugio non offre riparo, ma dietro l’edificio principale è stato allestito un essenziale bivacco in una minuscola casetta di legno, con 6 brande a castello, coprimaterassi, cuscini e coperte (allego foto). Lungo la discesa, abbiamo fatto tappa a Malga Grantagar, che ora è monticata e gestita, con possibilità di ristoro e pernotto. Bello rivedere la struttura aperta e funzionante, ben curata e con i gerani alla staccionata. Grazie per l’accoglienza ai gentilissimi ragazzi che la gestiscono! Mandi a tutti!
Messaggio
23-06-2014 22:18
matteo.pauletto matteo.pauletto
Pernottato nella notte tra 21 e 22 giugno 2014. Gestori molto cortesi e prodighi di consigli! Da provare assolutamente la loro zuppa di pomodoro! Sentiero di accesso 625 in ottime condizioni
Messaggio
28-10-2012 14:45
sandra.sentierinatura sandra.sentierinatura
13/10/2012. E’ una giornata uggiosa a dir poco quella di oggi, abbiamo deciso ugualmente di uscire allo scoperto nonostante la pioggia incombente. Gli ultimi tornanti per arrivare a Sella Nevea mostrano bellissimi boschi colorati. La località è deserta. Prendiamo la decisione di salire al rifugio che da Grantagar è ben visibile, le nubi sono alte sopra l’edificio. Durante la salita invece il rifugio scompare inghiottito dalle nebbie e ci arriviamo scorgendolo solo all’ultimo momento. Neanche gli stambecchi che abitualmente frequentano la zona si vedono. Nella nebbia si odono però voci straniere, c’è un discreto via vai di persone. Veniamo accolti ottimamente nella stanzetta riscaldata dove ci asciughiamo l’umidità e attendiamo il pasto. A poco a poco arriva una trentina di austriaci a gruppetti, sono del soccorso alpino e sono in zona per un’esercitazione. E’ ormai pomeriggio, la cena viene prevista per le 17.30. Il gestore e i collaboratori raccontano dell’attività costante di ricerca su resti della Grande guerra nella zona del Rifugio e dell’interessante idea di posizionare foto storiche nei punti dove furono scattate un secolo fa. Dopo l'apposizione del penultimo timbro sulla tessera di Girarifugi, usciamo. Durante il rientro a valle non serve passare sotto la parete delle gocce per bagnarsi perché l’aereosol lo si fa comunque, un affascinante grande silenzio dappertutto, è un’esperienza da provare.
Messaggio
13-11-2008 00:00
rifugiocorsi.it rifugiocorsi.it
complimenti per il sito. Vi pregherei di inserire il sito del rifugio www.rifugiocorsi.it ringrazio anticipatamente. il gestore
Messaggio
01-07-2005 00:00
Leonardo Leonardo
Ciao, complimenti per il sito e per le splendide immagini, la ricchezza di informazioni e le mappe virtuali. Sto cogliendo entusiastici spunti per le mie prossime camminate. Vorrei tuttavia segnalare che nel programmare un'escursione al rifugio corsi i link ai sentieri 625,628, ecc. non mettono in evidenza il dettaglio del tragitto che ho invece trovato sul sito stesso del rifugio. Avrei in alternativa apprezzato una cartina virtuale del sentiero 625 come quella del percorso 628 da cave del predil.
Login
Iscriviti Password dimenticata ?
Nome:
Password:
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva