il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 194 ospiti - 1 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNatura
Commenti  ->  Visualizza tutti i commenti

Elenco commenti

Giro dell'Arco dalla val Pesarina
N. record trovati: 11
Messaggio
25-10-2018 17:41
renatospa renatospa
Percorso in data 24-10-2018 seguendo l’itinerario proposto e descritto nella relazione di S.N.
Giornata serena ma caratterizzata da forte vento da Nord Ovest i cui effetti si sono fatti sentire in quota ed in particolar modo sulle varie forcelle.Escursione lunga ma molto interessante e suggestiva per i vari tipi di ambiente che continuamente si susseguono.Il sentiero Corbellini grazie ai numerosi interventi di manutenzione è perfettamente agibile e ben attrezzato. Non ho utilizzato il kit da ferrata ma questa scelta è molto soggettiva ed ognuno si può regolare in base alle proprie percezioni. A mio avviso particolare attenzione va fatta salendo alla forca dell’Alpino nel cercare di non smuovere pietre che data la stretta conformazione della via potrebbero creare seri problemi a chi ci segue.Buone montagne a tutti.
Messaggio
20-08-2018 23:30
cjargnel cjargnel
Inserisco, forse impropriamente, su questo anello la mia escursione di oggi 20/08/18 che ne ricalca solo in parte lo sviluppo. infatti questo mio "Anello basso del Corbellini", come mi piace definirlo, riprende con senso inverso e cioè antiorario, quanto commentato ottimamente un anno fa da Laura.Molinari. Il senso è quindi solo quello di aggiornarne la validità integrale del contenuto per chi volesse intraprenderne la percorrenza. Salito comodamente per la carrareccia ombreggiata (salvo il primo trattino) che dai pressi di Culzei porta al Passo Siera, ho intrapreso il Corbellini. Non lo rivedevo da diversi anni, considerate le tormentate vicende legate alla natura del terreno e agli eventi meteo. Devo dire che sono rimasto molto piacevolmente impressionato dal perfetto stato delle attrezzature: corde, staffaggi, ponti in legno in vari modi fissati. E' quindi doveroso un Grazie a chi si prodiga con tanta maestria per contrastare il degrado naturale. Ho trovato sfalciati quanto basta anche i tratti prativi. Si può volere di più? Al De Gasperi diverse persone si rifocillano. Io scendo a chiudere l'anello visto che in lontananza un temporale si annuncia e per me si annunciano anche gli scontati 5Km. di asfalto per il rientro al mezzo. Buine mont a duç.
Messaggio
21-06-2018 09:54
mg_1994 mg_1994
Percorso in parte l'anello, saliti da Sappada fin passo Siera, quindi sentiero Corbellini (316) riaperto la scorsa estate, sopraggiunti al Rif. De Gasperi scesi in Val Pesarina con il comodissimo sentiero 201.
Fin Passo Siera tutto ok, lungo il Corbellini, tranne qualche piccolo un pò ostico, nulla di particolarmente difficile, finchè siamo arrivati alla penultima gola, dove con le abbondanti nevicate di quest'anno si è formato un vero e proprio ghiacciaio. L'attraversamento di per se non è un problema, anche perchè i gestori del rifugio hanno ben pensato di facilitarne l'attraversamento piazzandoci una corda, sulla quale ci si può autoassicurare. La difficoltà sta nello scendere dal ghiacciaio e tornare sulla roccia, infatti si deve effettuare un salto di circa due metri. Si consiglia di portare con se una piccozza, con la quale si può fare degli scalini nel ghiacciaio per scenderlo. Da qui in poi nessun problema.
Messaggio
16-08-2017 09:56
laura.molinari laura.molinari
Escursione del 12 agosto 2017 con partenza da Pian di Casa, in Val Pesarina, in versione molto abbreviata rispetto allo splendido ma impegnativo itinerario proposto da SN. Siamo infatti saliti al De Gasperi, abbiamo percorso il sentiero Corbellini e siamo scesi a Culzei per strada forestale. Da qui ci è stata necessaria una “ingrata” risalita di 5 km sulla strada asfaltata della Val Pesarina per far ritorno all’auto. Riporto qualche informazione che spero interessante relativamente al tratto più impegnativo del percorso, lo storico sentiero Corbellini, per molto tempo inagibile e appena ripristinato, che collega il Rifugio De Gasperi al Passo Siera, consentendo eventualmente di scendere a Sappada. Il sentiero, il cui inizio si raggiunge in breve dal Rifugio, ha uno sviluppo prevalentemente orizzontale, attraversa lungamente tutto il versante sud del Creton di Clap Grande, Creton di Culzei e della cima di Riobianco, alternando tratti rocciosi e friabili su cengia esposta a tratti più tranquilli, che tagliano ripidi prati e zone boscate. E’ attrezzato per lo più con cavi “passamano” (i vecchi ma ancora efficienti passamani rigidi di ferro rosso sono stati integrati da nuova attrezzatura), che consentono di affrontare in sicurezza la notevole esposizione del percorso. I numerosi ponticelli in legno che aiutavano a superare alcuni punti dove la cengia è franata sono stati in parte ripristinati ed in parte sostituiti da brevi passaggi su staffe, sempre accompagnati da cavo al quale assicurarsi. Un’unica paretina verticale di una decina di metri viene facilmente salita grazie a staffe abbastanza ravvicinate e con solido cavo laterale. Percorso EEA, da affrontarsi con imbrago e caschetto. Il sentiero è stato ricavato su un tracciato apparentemente “impossibile” ed attraversa un ambiente di grande suggestione. Il tempo di percorrenza del solo sentiero Corbellini (dal Rifugio a Passo Siera) è stato di 2.30 ore, 6 ore tutto l’anello, con dislivello complessivo di ca 900 metri e sviluppo di ca 17 km (compresa la risalita su asfalto da Culzei a Pian di Casa). Mandi a tutti!
Messaggio
17-08-2012 21:12
sandra.sentierinatura sandra.sentierinatura
Ho ripercorso il 15/08/2012 il sentiero Corbellini, dal rifugio De Gasperi al passo Siera.
Con il (pesante) lavoro del gestore Nilo è stato ottimamente ripristinato quasi tutto. Speriamo che le intemperie non lo pregiudichino troppo presto.
Cavi nuovissimi e ben infissi, passerelle su tronchi eccetera consentono il passaggio in sicurezza dei numerosi punti esposti. Manca la sistemazione di alcuni punti (tronchi) verso il passo Siera, ma con attenzione si superano.
L'ambiente è spettacolare, ogni rientranza un nuovo spettacolo; niente da invidiare ai percorsi più famosi delle dolomiti.
Peccato che finisce presto, portandoci però nel bell'ambiente di pascolo del passo Siera.
Giudico utile l'autoassicurazione.
Messaggio
05-09-2009 00:00
giuliano.verbi giuliano.verbi
Sentiero CAI: 201. Variante Alta.. Danneggiamento del tracciato a seguito nevicate, presenza neve lungo il percorso.. Risalendo lungo il CAI 201 verso il Rifugio De Gasperi, s'incontra il bivio posto all'inizio della diramazione per la Variante Alta / Variante Bassa. Un'avvertenza consiglia di non intraprendere la Variante Alta e di servirsi della Bassa, per raggiungere il Rifugio De Gasperi.-. g.verbi@alice.it
Messaggio
10-08-2009 00:00
Stocco Patrizio Stocco Patrizio
Sentiero CAI: Sentiero attrezzato "R. Corbellini". Dal rifugio "F.lli de Gasperi" al Passo Siera. Chiusura del sentiero da parte della Sezione CAI di Tolmezzo causa tratti franati e per presenza di neve instabile. Chiusura confermata anche dal gestore del rifugio sig. Nilo Pravisano. iv3mts@tele2.it
Messaggio
13-10-2008 00:00
Bertolini Silvano Bertolini Silvano
Sentiero CAI: 316-sentiero Corbellini. Da Sappada al rifugio De Gasperi. Il ghiaione del rio Culzei o del rio Bianco,non so quale di preciso è franato rendendo il passaggio molto pericoloso(direi solo per esperti),meglio valutare bene prima di prendere il sentiero Corbellini verso il De Gasperi. Del fatto è al corrente anche Nilo Pravisano (gestore del De Gasperi). silvanobertolini@gmail.com
Messaggio
09-03-2006 00:00
montanaro@libero.it montanaro@libero.it
Bel giro, bei posti...peccato che al Rifugio ci siano dei bifolchi!
Messaggio
11-10-2003 00:00
scaut71@email.it scaut71@email.it
le attrezzature che dal cadin di dentro portano al cadin di fuori (il cavo)che aiuta la risalita,è parzialmente divelto,e sfilacciato percui è meglio fare attenzione e munirsi di un paio di guanti,il sentiero in questione l'ho fatto iprimi di ottobre ,ed èveramente bello ed appagante
Messaggio
02-10-2003 00:00
ciro.petrilli@tiscali.it ciro.petrilli@tiscali.it
dopo aver visto queste splendite foto e panorami mi hanno fatto bene alla mente e al cuore Grazie
Login
Iscriviti Password dimenticata ?
Nome:
Password:
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva