il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 10 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Le vostre relazioni   Precedente Successivo
N. record trovati: 40
Messaggio

Špilnik (1018), Lipovec (1005) e Petričev Hrib (937) da Studeno.

26-12-2017 10:00
claudio.65 claudio.65
La lunga dorsale sovrastante i paesini di Gorenje, Studeno, Strmica e Planina si presta nella stagione invernale, grazie alla presenza di alcune strade forestali e sentieri, non sempre segnalati sulle mappe escursionistiche e topografiche, ad alcune interessanti escursioni. Con l'anello odierno ne conosceremo il tratto centrale, riservandoci ulteriori esplorazioni nell'immediato futuro.
Allegato: 1. Špilnik.JPG
Špilnik (1018), Lipovec (1005) e Petričev Hrib (937) da Studeno.
Messaggio
26-12-2017 10:03
claudio.65 claudio.65
AVVICINAMENTO: Da Gorizia valicato il confine di stato, lungo l'autostrada o la viabilità ordinaria, raggiungiamo Razdrto, Hruševje e Dilce, ed all'incrocio successivo, senza entrare nell'abitato, svoltiamo a sinistra seguendo le indicazioni dirette prima a Landol e poi a Studeno, dove lasciamo l'auto nei pressi della chiesa dedicata a Sv. Jakob.
Allegato: 2. Studeno.JPG
AVVICINAMENTO: Da Gorizia valicato il confine di stato, lungo l'autostrada o la viabilità ordinaria, raggiungiamo Razdrto, Hruševje e Dilce, ed all'incrocio successivo, senza entrare nell'abitato, svoltiamo a sinistra seguendo le indicazioni dirette prima
Messaggio
26-12-2017 10:04
claudio.65 claudio.65
DESCRIZIONE: Ritornati all'incrocio principale del paese, seguiamo brevemente la rotabile diretta alla borgata di Strmica, svoltando a sinistra nei pressi di una cappelletta, lungo una diramazione prima asfaltata e poi sterrata, lasciandoci alle spalle le ultimo case.
Allegato: 3. Carrareccia.JPG
DESCRIZIONE: Ritornati all'incrocio principale del paese, seguiamo brevemente la rotabile diretta alla borgata di Strmica, svoltando a sinistra nei pressi di una cappelletta, lungo una diramazione prima asfaltata e poi sterrata, lasciandoci alle spalle le
Messaggio
26-12-2017 10:11
claudio.65 claudio.65
L'ampia carrareccia prosegue verso settentrione transitando fra gli appezzamenti di Zavrtnice ed Ilovce fino ad un primo bivio, dove tralasciando la diramazione diretta ad una baita privata, svolteremo a destra lungo il tracciato meno marcato.
Allegato: 4. Baita.JPG
L'ampia carrareccia prosegue verso settentrione transitando fra gli appezzamenti di Zavrtnice ed Ilovce fino ad un primo bivio, dove tralasciando la diramazione diretta ad una baita privata, svolteremo a destra lungo il tracciato meno marcato.
Messaggio
26-12-2017 10:13
claudio.65 claudio.65
Lo sterrato entra quindi in una rada boscaglia, ormai priva di fogliame vista la stagione invernale e continua in lieve ascesa con andamento a tratti sinuoso.
Allegato: 5. Sterrato.JPG
Lo sterrato entra quindi in una rada boscaglia, ormai priva di fogliame vista la stagione invernale e continua in lieve ascesa con andamento a tratti sinuoso.
Messaggio
26-12-2017 10:17
claudio.65 claudio.65
Lungo il percorso tralasceremo alla nostra destra, in corrispondenza dei bivi di quota 686 e 750, un paio di evidenti ed invitanti sentierini non segnalati, diretti verso l'interno.
Allegato: 6. Bivio.JPG
Lungo il percorso tralasceremo alla nostra destra, in corrispondenza dei bivi  di quota 686 e 750, un paio di evidenti ed invitanti sentierini non segnalati, diretti verso l'interno.
Messaggio
26-12-2017 10:20
claudio.65 claudio.65
Raggiunta un'ampia insellatura (808 metri circa), al successivo crocevia reperiamo una serie d'indicazioni sui principali percorsi della zona.
Allegato: 7. Indicazioni.JPG
Raggiunta un'ampia insellatura (808 metri circa), al successivo crocevia reperiamo una serie d'indicazioni sui principali percorsi della zona.
Messaggio
26-12-2017 10:23
claudio.65 claudio.65
Tralasciando la diramazione diretta lungamente alla chiesetta di Sv. Lovrenc (percorso del quale ci occuperemo in una prossima relazione), svoltiamo a destra, seguendo il percorso diretto alla Planinska Gora.
Allegato: 8. Carrareccia.JPG
Tralasciando la diramazione diretta lungamente alla chiesetta di Sv. Lovrenc (percorso del quale ci occuperemo in una prossima relazione), svoltiamo a destra, seguendo il percorso diretto alla Planinska Gora.
Messaggio
26-12-2017 10:25
claudio.65 claudio.65
Lo sterrato, segnalato ora con i bolli biancorossi della PZS, prosegue verso levante, transitando nei pressi di un'altana di cacciatori, e dopo un tratto sinuoso inizia a salire nella spoglia faggeta, fino al successivo bivio con un sentiero proveniente dal fondovalle.
Allegato: 9. Salita.JPG
Lo sterrato, segnalato ora con i bolli biancorossi della PZS, prosegue verso levante, transitando nei pressi di un'altana di cacciatori, e dopo un tratto sinuoso inizia a salire nella spoglia faggeta, fino al successivo bivio con un sentiero proveniente d
Messaggio
26-12-2017 10:27
claudio.65 claudio.65
Svoltando a sinistra, dopo un breve tratto, abbandoniamo definitivamente lo sterrato, seguendo a destra gli evidenti bolli biancorossi.
Allegato: 10. Sentiero.JPG
Svoltando a sinistra, dopo un breve tratto, abbandoniamo definitivamente lo sterrato, seguendo a destra gli evidenti bolli biancorossi.
Messaggio
26-12-2017 10:28
claudio.65 claudio.65
Un evidente sentierino s'inerpica lungo il versante occidentale del Ronšice (990 m), interessato recentemente da un incendio, i cui effetti sono ancora visibili sui tronchi anneriti degli alberi.
Allegato: 11. Ronšice.JPG
Un evidente sentierino s'inerpica lungo il versante occidentale del Ronšice (990 m), interessato recentemente da un incendio, i cui effetti sono ancora visibili sui tronchi anneriti degli alberi.
Messaggio
26-12-2017 10:30
claudio.65 claudio.65
Raggiunta la minuscola vetta, sulla quale non troviamo alcun segno identificativo, scendiamo lungo l'opposto versante all'insellatura sottostante.
Allegato: 12. Insellatura.JPG
Raggiunta la minuscola vetta, sulla quale non troviamo alcun segno identificativo, scendiamo lungo l'opposto versante all'insellatura sottostante.
Messaggio
26-12-2017 10:31
claudio.65 claudio.65
Un'erta risalita nella faggeta ci conduce ora lungo le pendici dello Špilnik (1018 m), anch'esso interessato dall'incendio notato in precedenza.
Allegato: 13. Sentiero.JPG
Un'erta risalita nella faggeta ci conduce ora lungo le pendici dello Špilnik (1018 m), anch'esso interessato dall'incendio notato in precedenza.
Messaggio
26-12-2017 10:38
claudio.65 claudio.65
L'allungata vetta, dove non reperiamo alcun segno identificativo, risulta parzialmente panoramica sulle alture circostanti, comprese nella foresta di Zagora, le Caravanche e le Alpi di Kamnik.
Allegato: 14. Špilnik.JPG
L'allungata vetta, dove non reperiamo alcun segno identificativo, risulta parzialmente panoramica sulle alture circostanti, comprese nella foresta di Zagora, le Caravanche e le Alpi di Kamnik.
Messaggio
26-12-2017 10:45
claudio.65 claudio.65
Verso ponente notiamo invece l'imponente dorsale del Nanos, con l'inconfondibile antenna del Pleša e la boscosa Vremščica.
Allegato: 15. Panorama.JPG
Verso ponente notiamo invece l'imponente dorsale del Nanos, con l'inconfondibile antenna del Pleša e la boscosa Vremščica.
Messaggio
26-12-2017 10:47
claudio.65 claudio.65
Lasciato lo Špilnik, scendiamo ripidamente verso meridione, seguendo i radi bolli biancorossi ed i segnavia, a volte celati dalla coltre bianca, in direzione della sottostante anticima.
Allegato: 16. Discesa.JPG
Lasciato lo Špilnik, scendiamo ripidamente verso meridione, seguendo i radi bolli biancorossi ed i segnavia, a volte celati dalla coltre bianca, in direzione della sottostante anticima.
Messaggio
26-12-2017 10:48
claudio.65 claudio.65
Senza raggiungerne la boscosa elevazione, all'insellatura sottostante, svoltiamo a sinistra scendendo lungo un evidente tracciato privo di segnavia, valicando un recinto elettrificato.
Allegato: 17. Discesa.JPG
Senza raggiungerne la boscosa elevazione, all'insellatura sottostante, svoltiamo a sinistra scendendo lungo un evidente tracciato privo di segnavia, valicando un recinto elettrificato.
Messaggio
26-12-2017 10:50
claudio.65 claudio.65
Raggiunta un'ampia radura, dove reperiamo uno sterrato proveniente dal fondovalle, diretto nella foresta di Zagora, svoltiamo a destra, raggiungendo le pendici occidentali del Lipovec.
Allegato: 18. Radura.JPG
Raggiunta un'ampia radura, dove reperiamo uno sterrato proveniente dal fondovalle, diretto nella foresta di Zagora, svoltiamo a destra, raggiungendo le pendici occidentali del Lipovec.
Messaggio
26-12-2017 10:51
claudio.65 claudio.65
Cercando la via migliore, iniziamo a risalirne le pendici, incrociando lungo il cammino un ulteriore recinto elettrificato ed uno sterrato proveniente da levante.
Allegato: 19. Pendici.JPG
Cercando la via migliore, iniziamo a risalirne le pendici, incrociando lungo il cammino un ulteriore recinto elettrificato ed uno  sterrato proveniente da levante.
Messaggio
26-12-2017 10:53
claudio.65 claudio.65
Proseguendo in salita entriamo nella boscaglia, ora più fitta, dove la traccia si perde a volte negli arbusti.
Allegato: 20. Boscaglia.JPG
Proseguendo in salita entriamo nella boscaglia, ora più fitta, dove la traccia si perde a volte negli arbusti.
Messaggio
26-12-2017 10:55
claudio.65 claudio.65
In breve raggiungiamo il punto più elevato del Lipovec (1005 m), dove reperiamo un misero ometto di sassi ed un panorama fortemente limitato dalla vegetazione.
Allegato: 21. Lipovec.JPG
In breve raggiungiamo il punto più elevato del Lipovec (1005 m), dove reperiamo un misero ometto di sassi ed un panorama fortemente limitato dalla vegetazione.
Messaggio
26-12-2017 10:56
claudio.65 claudio.65
Lasciata la boscosa vetta, scendiamo lungo il ripido versante meridionale, in direzione della quota inferiore.
Allegato: 22. Discesa.JPG
Lasciata la boscosa vetta, scendiamo lungo il ripido versante meridionale, in direzione della quota inferiore.
Messaggio
26-12-2017 10:58
claudio.65 claudio.65
Scegliendo il percorso migliore fra gli arbusti, raggiungiamo infine, dopo aver valicato nuovamente la recinzione elettrificata, un ampio pianoro, sgombro dalla vegetazione, solcato in parte dallo scavo di una trincea.
Allegato: 23. Pianoro.JPG
Scegliendo il percorso migliore fra gli arbusti, raggiungiamo infine, dopo aver valicato nuovamente la recinzione elettrificata, un ampio pianoro, sgombro dalla vegetazione, solcato in parte dallo scavo di una trincea.
Messaggio
26-12-2017 11:19
claudio.65 claudio.65
Al suo limitare troviamo un cippo risalente al 1926, relativo probabilmente al vecchio confine italo-jugoslavo ed un contenitore con il libro vetta, riferito però alla quota superiore del Lipovec, precedentemente visitata.
Allegato: 24. Cippo.JPG
Al suo limitare troviamo un cippo risalente al 1926, relativo probabilmente al vecchio confine italo-jugoslavo ed un contenitore con il libro vetta, riferito però alla quota superiore del Lipovec, precedentemente visitata.
Messaggio
26-12-2017 11:22
claudio.65 claudio.65
Lasciata la panoramica quota, scendiamo con un evidente sentiero al bivio successivo, dove troviamo un roccione ed una targa commemorativa relativa alla costruzione della strada nel lontano 1953.
Allegato: 25. Discesa.JPG
Lasciata la panoramica quota, scendiamo con un evidente sentiero al bivio successivo, dove troviamo un roccione ed una targa commemorativa relativa alla costruzione della strada nel lontano 1953.
Messaggio
26-12-2017 11:25
claudio.65 claudio.65
Un tratto in piano ci conduce quindi al crocevia successivo (829 m), dove reperiamo le indicazioni dirette alla Lovska Koča, alla chiesetta di Sv. Marija na Planinski Gori ed al Grmada, percorsi dei quali ci occuperemo in una prossima relazione.
Allegato: 26. Indicazioni.JPG
Un tratto in piano ci conduce quindi al crocevia successivo (829 m), dove reperiamo le indicazioni dirette alla Lovska Koča, alla chiesetta di Sv. Marija na Planinski Gori ed al Grmada, percorsi dei quali ci occuperemo in una prossima relazione.
Messaggio
26-12-2017 11:26
claudio.65 claudio.65
Ignorando le varie destinazioni, imbocchiamo l'ampia dorsale prativa occidentale, diretta lungamente al Petričev Hrib, conosciuto anche con il toponimo di Oblek.
Allegato: 27. Dorsale.JPG
Ignorando le varie destinazioni, imbocchiamo l'ampia dorsale prativa occidentale, diretta lungamente al Petričev Hrib, conosciuto anche con il toponimo di Oblek.
Messaggio
26-12-2017 11:27
claudio.65 claudio.65
Rasentando un pianoro di partenza dei parapendii, con la caratteristica manica a vento, giungiamo in vista delle alture sommitali.
Allegato: 28. Sentiero.JPG
Rasentando un pianoro di partenza dei parapendii, con la caratteristica  manica a vento, giungiamo in vista delle alture sommitali.
Messaggio
26-12-2017 11:29
claudio.65 claudio.65
La vetta del Petričev Hrib (937 metri), fornita di un palo trigonometrico e di un ripiano per trasmissioni radioamatoriali, non presenta però nessun libro di vetta.
Allegato: 29. Petričev Hrib.JPG
La vetta del Petričev Hrib (937 metri), fornita di un palo trigonometrico e di un ripiano per trasmissioni radioamatoriali, non presenta però nessun libro di vetta.
Messaggio
26-12-2017 11:31
claudio.65 claudio.65
Lasciata la panoramica altura, dove troviamo un'altra postazione relativa probabilmente al vecchio confine italo-jugoslavo, rientriamo al crocevia di quota 829, dove scendiamo verso meridione lungo una vecchia mulattiera.
Allegato: 30. Rientro.JPG
Lasciata la panoramica altura, dove troviamo un'altra postazione relativa probabilmente al vecchio confine italo-jugoslavo, rientriamo al crocevia di quota 829, dove scendiamo verso meridione lungo una vecchia mulattiera.
Messaggio
26-12-2017 11:33
claudio.65 claudio.65
L'antico tracciato, dopo una prima parte invasa dalle sterpaglie, ridiventa evidente, scendendo con alcune ripide svolte verso il fondovalle e la piana di Podgora.
Allegato: 31. Mulattiera.JPG
L'antico tracciato, dopo una prima parte invasa dalle sterpaglie, ridiventa evidente, scendendo con alcune ripide svolte verso il fondovalle e la piana di Podgora.
Messaggio
26-12-2017 11:35
claudio.65 claudio.65
Un ultimo tratto in piano ci porta all'amena borgata di Strmica, con le sue caratteristiche abitazioni ed un'economia prettamente rurale.
Allegato: 32. Strmica.JPG
Un ultimo tratto in piano ci porta all'amena borgata di Strmica, con le sue caratteristiche abitazioni ed un'economia prettamente rurale.
Messaggio
26-12-2017 11:36
claudio.65 claudio.65
Seguendo la rotabile verso ponente, arriviamo in breve all'incrocio successivo, nei pressi dell'altura di Ubelca, dove un ultimo tratto d'asfalto ci porta definitivamente a Studeno ed al parcheggio, concludendo l'escursione odierna.
Allegato: 33. Rotabile.JPG
Seguendo la rotabile verso ponente, arriviamo in breve all'incrocio successivo, nei pressi dell'altura di Ubelca, dove un ultimo tratto d'asfalto ci porta definitivamente a Studeno ed al parcheggio, concludendo l'escursione odierna.
Messaggio
26-12-2017 11:40
claudio.65 claudio.65
NOTA TECNICA:
Quota minima: Studeno pri Postojni 575 metri
Quota massima: Špilnik 1018 metri
Dislivello: 443 metri
Dislivello reale: 670 metri, calcolando le varie risalite
Tempo totale: 4 ore e 1/2, escluse le eventuali soste
Periodo escursione: Dicembre 2017
Cartografia consigliata:
Scala 1.25.000 Drzavna topografska karta-“Razdrto” foglio 149
Scala 1.40.000 Kartografija-“Škofjeloško, Idrijsko in Cerkljansko Hribovje”
Allegato: 34. Impronte.JPG
NOTA TECNICA:<br />Quota minima: Studeno pri Postojni 575 metri<br />Quota massima: Špilnik 1018 metri<br />Dislivello: 443 metri<br />Dislivello reale: 670 metri, calcolando le varie risalite<br />Tempo totale: 4 ore e 1/2, escluse le eventuali soste<br
Messaggio
28-12-2017 14:45
carisha carisha
Grazie per questo bel regalo natalizio, relativo ad una zona della vicina Slovenia di cui non conoscevo l'esistenza.
Guardando la cartina al 40000 in mio possesso, chiedo se esiste anche la possibilità di bypassare la vetta principale del Lipovec e proseguire verso il crocevia di quota 829?
Messaggio
28-12-2017 15:48
claudio.65 claudio.65
Volendo evitare la salita alla vetta principale del Lipovec, immersa parzialmente nella boscaglia e poco panoramica, si può seguire verso levante in discesa lo sterrato proveniente da levante (citato nel post 19), non segnalato sulle cartine escursionistiche e topografiche.
Allegato: 19A. Sterrato.JPG
Volendo evitare la salita alla vetta  principale del Lipovec, immersa parzialmente nella boscaglia e poco panoramica, si può seguire verso levante in discesa lo sterrato proveniente da levante (citato nel post 19), non segnalato sulle cartine escursionist
Messaggio
28-12-2017 15:52
claudio.65 claudio.65
Dopo una risalita, lo stesso si esaurisce nei pressi dell'ampio pianoro con il cippo risalente al 1926, raggiungibile in breve lungo un sentierino fra gli arbusti, da dove scesi al crocevia di quota 829, proseguiamo il cammino, come descritto.
Allegato: 19B. Sterrato.JPG
Dopo una risalita, lo stesso si esaurisce nei pressi dell'ampio pianoro con il cippo risalente al 1926, raggiungibile in breve lungo un sentierino fra gli arbusti, da dove scesi al  crocevia di quota 829, proseguiamo il cammino, come descritto.
Messaggio
28-12-2017 15:54
claudio.65 claudio.65
Un'altra opzione è quella di seguire in discesa verso meridione il primo sterrato, incontrato nell'ampia radura fra lo Špilnik ed il Lipovec (citata nel post 18).
Allegato: 18A. Radura.JPG
Un'altra opzione è quella di seguire in discesa verso meridione il primo sterrato, incontrato nell'ampia radura fra lo Špilnik ed il Lipovec (citata nel post 18).
Messaggio
28-12-2017 15:56
claudio.65 claudio.65
Al bivio sottostante si prosegue quindi lungamente verso levante fino al roccione con la targa commemorativa, seguendo il sentiero tratteggiato bordato in rosso, rappresentato sulla cartografia in tuo possesso, raccordandosi quindi alla relazione.
Allegato: 18B. Roccione.JPG
Al bivio sottostante si prosegue quindi lungamente verso levante fino al roccione con la targa commemorativa, seguendo il sentiero tratteggiato bordato in rosso, rappresentato sulla cartografia in tuo possesso, raccordandosi quindi alla relazione.
Messaggio
28-12-2017 16:07
claudio.65 claudio.65
Di questa seconda variante però non posso garantirne la percorribilità, non avendola testata personalmente in ambiente innevato.
Allegato: 35. Špilnik.JPG
Di questa seconda variante però non posso garantirne la percorribilità, non avendola testata personalmente in ambiente innevato.
Login
Iscriviti Password dimenticata ?
Nome:
Password:
Elenco Forum
Quiz
In evidenza
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva