il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 162 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Le vostre relazioni   Precedente Successivo
N. record trovati: 40
Messaggio

Anello del Vodice (652 m) dalla valle della Soča.

18-04-2017 19.46
claudio.65 claudio.65
Sulle alture alle spalle di Gorizia, alla ricerca di vestigia e monumenti della Grande Guerra.
Allegato: 1. Vodice.jpg
Anello del Vodice (652 m) dalla valle della  Soča.
Messaggio
18-04-2017 19.47
claudio.65 claudio.65
ACCESSO: Da Gorizia, valicato il confine di stato, raggiungiamo Solkan e lungo la rotabile 608, rasentando l'ingombrante mole del cementificio, saliamo in direzione della Sella Dol o Preval, ed all'altezza del marcato tornante di quota 286, svoltiamo a sinistra entrando nel piccolo parcheggio sterrato.
Allegato: 2. Parcheggio.JPG
ACCESSO: Da Gorizia, valicato il confine di stato, raggiungiamo Solkan e lungo la rotabile 608, rasentando l'ingombrante mole del cementificio, saliamo in direzione della Sella Dol o Preval, ed all'altezza del  marcato tornante di quota 286,  svoltiamo a
Messaggio
18-04-2017 19.47
claudio.65 claudio.65
DESCRIZIONE: Trascurando l'indicazione diretta ripidamente al Santuario di Sveta Gora, imbocchiamo l'evidente mulattiera alberata diretta verso settentrione.
Allegato: 3. Mulattiera.jpg
DESCRIZIONE: Trascurando l'indicazione diretta ripidamente al Santuario di Sveta Gora, imbocchiamo l'evidente mulattiera alberata diretta verso settentrione.
Messaggio
18-04-2017 19.48
claudio.65 claudio.65
L'ampio tracciato sorretto in diversi tratti da muretti a secco ottimamente conservati, prosegue in moderata pendenza lungo il versante occidentale dello Skalnica, incontrando una piccola fonte recentemente recuperata a circa metà percorso.
Allegato: 4. Fonte.JPG
L'ampio tracciato sorretto in diversi tratti da muretti a secco ottimamente conservati, prosegue in moderata pendenza lungo il versante occidentale dello Skalnica, incontrando una piccola fonte recentemente recuperata a circa metà percorso.
Messaggio
18-04-2017 19.49
claudio.65 claudio.65
Alcune svolte assecondando la morfologia della montagna ci portano infine ad intercettare lo sterrato proveniente da Zagomila, dove svoltiamo a destra diretti al valico di Preški vrh.
Allegato: 5. Carrareccia.JPG
Alcune svolte assecondando la morfologia della montagna ci portano infine ad intercettare lo sterrato proveniente da Zagomila, dove svoltiamo a destra  diretti al valico di Preški vrh.
Messaggio
18-04-2017 19.50
claudio.65 claudio.65
Durante l'ascesa transitiamo nei pressi di un'iscrizione del 43°Reggimento Fanteria Brigata Forlì, incisa su una roccia ed attualmente molto deteriorata.
Allegato: 6. Iscrizione.JPG
Durante l'ascesa transitiamo nei pressi di un'iscrizione del 43°Reggimento Fanteria Brigata Forlì, incisa su una roccia ed attualmente molto deteriorata.
Messaggio
18-04-2017 19.51
claudio.65 claudio.65
Arrivati in breve all'importante crocevia, ignorando tutte le altre diramazioni, svoltiamo a sinistra, seguendo le indicazioni dirette al Vodice, lungo la carrareccia appositamente creata per la costruzione del Monumento al Generale Gonzaga.
Allegato: 7. Preski Vrh.jpg
Arrivati in breve all'importante crocevia, ignorando tutte le altre diramazioni, svoltiamo a sinistra, seguendo le indicazioni dirette al Vodice, lungo la carrareccia appositamente creata per la costruzione del Monumento al Generale Gonzaga.
Messaggio
18-04-2017 19.53
claudio.65 claudio.65
Percorse poche decine di metri all'altezza di un paletto in legno svoltiamo ancora a sinistra, imboccando un marcato sentiero contrassegnato dal segnavia rossonero del Pot Miru.
Allegato: 8. Inizio sentiero.jpg
Percorse poche decine di metri all'altezza di un paletto in legno svoltiamo ancora a sinistra, imboccando un marcato sentiero contrassegnato dal segnavia rossonero del Pot Miru.
Messaggio
18-04-2017 19.54
claudio.65 claudio.65
Il percorso caratterizzato in diversi tratti da una ben conservata “clapadorie”, s'inerpica decisamente lungo il versante meridionale del Vodice attraversando un rado boschetto, dove si possono rinvenire diverse trincee parzialmente occultate dalla vegetazione.
Allegato: 9. Sentiero.JPG
Il percorso caratterizzato in diversi tratti da una ben conservata “clapadorie”, s'inerpica decisamente lungo il versante meridionale del Vodice attraversando un rado boschetto, dove si possono rinvenire diverse trincee parzialmente occultate dalla vegeta
Messaggio
18-04-2017 19.55
claudio.65 claudio.65
Usciti sulle radure sommitali, arriviamo in breve in vista del candido mausoleo del Generale Principe Maurizio Gonzaga, Comandante della 53a Divisione e conquistatore del monte durante la 10a Battaglia dell'Isonzo.
Allegato: 10. Monumento.JPG
Usciti sulle radure sommitali, arriviamo in breve in vista del candido mausoleo del Generale Principe Maurizio Gonzaga, Comandante della 53a Divisione e  conquistatore del monte  durante la  10a Battaglia dell'Isonzo.
Messaggio
18-04-2017 19.56
claudio.65 claudio.65
La circolare struttura costruita sulla vetta meridionale del Vodice a 651 metri, doveva contenere le spoglie dell'illustre ufficiale, ma a causa dell’inizio del secondo conflitto mondiale il mausoleo non venne mai terminato ed il generale venne infine tumulato al cimitero del Verano.
Allegato: 11. Monumento.JPG
La circolare struttura costruita sulla vetta meridionale del Vodice a 651 metri, doveva contenere le spoglie dell'illustre ufficiale, ma a causa dell’inizio del secondo conflitto mondiale il mausoleo non venne mai terminato ed il generale venne infine tum
Messaggio
18-04-2017 19.57
claudio.65 claudio.65
Al suo interno sulle pareti troviamo lo stemma della casata e diversi mosaici dorati ricordano le sue battaglie durante la Grande Guerra.
Allegato: 12. Mosaici.JPG
Al suo interno sulle pareti troviamo lo stemma della casata e diversi mosaici dorati ricordano le sue battaglie durante la Grande Guerra.
Messaggio
18-04-2017 19.58
claudio.65 claudio.65
Mentre sulla grande lastra tombale fanno mostra di sé alcuni residuati bellici reperiti nei dintorni.
Allegato: 13. Interno.JPG
Mentre sulla grande lastra tombale fanno mostra di sé alcuni residuati bellici  reperiti nei dintorni.
Messaggio
18-04-2017 19.59
claudio.65 claudio.65
Lasciato il mausoleo ci dirigiamo in leggera discesa verso settentrione sull'ampio rettilineo sterrato, giungendo in breve all'ampia insellatura fra le quote del Vodice, dove arriva pure la carrareccia proveniente dal Preški Vrh.
Allegato: 14. Carrareccia.jpg
Lasciato il mausoleo ci dirigiamo in leggera discesa verso settentrione sull'ampio rettilineo sterrato, giungendo in breve all'ampia insellatura fra le quote del Vodice, dove arriva pure  la carrareccia proveniente dal Preški Vrh.
Messaggio
18-04-2017 20.00
claudio.65 claudio.65
Sull'ampio slargo, recentemente dotato di un grande cartello esplicativo quadrilingue, è stata posta una panca in legno ed il contenitore del libro firme.
Allegato: 15. Cartello.jpg
Sull'ampio slargo, recentemente dotato di un grande cartello esplicativo quadrilingue, è stata posta una panca in legno ed il contenitore del libro firme.
Messaggio
18-04-2017 20.01
claudio.65 claudio.65
All'estremità della radura il sentiero rossonero del Pot Miru prosegue nella boscaglia, seguendo l'indicazione "Spomenik" presente su un piccolo cartello in legno.
Allegato: 16. Sentiero.JPG
All'estremità della radura il sentiero rossonero del Pot Miru prosegue nella boscaglia, seguendo l'indicazione "Spomenik" presente su un piccolo cartello in legno.
Messaggio
18-04-2017 20.03
claudio.65 claudio.65
Transitando dinanzi agli ingressi di alcune caverne, arriviamo in breve alla vetta maggiore del Vodice, dove trova collocazione una colonna in pietra sovrastata da un'aquila, eretta dai reparti alpini dei battaglioni Aosta e M. Levanna, conquistatori della quota ed un cippo trigonometrico.
Allegato: 17. Vodice.JPG
Transitando dinanzi agli ingressi di alcune caverne, arriviamo in breve alla vetta maggiore del Vodice, dove trova collocazione una colonna in pietra sovrastata da un'aquila, eretta dai reparti alpini dei battaglioni Aosta e M. Levanna, conquistatori dell
Messaggio
18-04-2017 20.04
claudio.65 claudio.65
Il sentiero segnalato seguendo l'indicazione “Kaverna”, prosegue lungo il versante opposto, arrivando dopo un giro antiorario all'ingresso del sistema sotterraneo, realizzato dalle truppe italiane e visitabile con l'ausilio di una buona torcia frontale.
Allegato: 18. Ingresso.JPG
Il sentiero segnalato seguendo l'indicazione “Kaverna”, prosegue lungo il versante opposto, arrivando dopo un giro antiorario all'ingresso del sistema sotterraneo, realizzato dalle truppe italiane e visitabile con l'ausilio di una buona torcia frontale.
Messaggio
18-04-2017 20.05
claudio.65 claudio.65
All'interno nei vari cunicoli fanno bella mostra di sè alcune targhe a forma di pergamena arrotolata della 23a Compagnia del 5° Genio Minatori, costruttore dell'intero complesso nell'anno 1915.
Allegato: 19.Targa.JPG
All'interno nei vari cunicoli fanno bella mostra di sè alcune targhe a forma di pergamena arrotolata della 23a Compagnia del  5° Genio Minatori, costruttore dell'intero complesso nell'anno 1915.
Messaggio
18-04-2017 20.06
claudio.65 claudio.65
Le gallerie si sviluppano su vari livelli sovrapposti ed al loro interno sono fornite di scalinate, magazzini, comandi, ricoveri per la truppa, osservatori e postazioni di mitragliatrice.
Allegato: 20. Gallerie.JPG
Le gallerie si sviluppano su vari livelli sovrapposti ed al loro interno sono fornite di scalinate, magazzini, comandi, ricoveri per la truppa, osservatori e postazioni di mitragliatrice.
Messaggio
18-04-2017 20.08
claudio.65 claudio.65
Usciti dal complesso sotterraneo, tralasciando una prosecuzione effimera verso il Kuk, proseguiamo il nostro giro dirigendoci a meridione e, transitando dinanzi ad ulteriori ingressi, imbocchiamo un evidente trinceramento scavato nella roccia.
Allegato: 21. Trinceramento.jpg
Usciti dal complesso sotterraneo, tralasciando una prosecuzione effimera verso il Kuk, proseguiamo il nostro giro dirigendoci a meridione e, transitando dinanzi ad ulteriori ingressi, imbocchiamo un evidente trinceramento scavato nella roccia.
Messaggio
18-04-2017 20.09
claudio.65 claudio.65
Il camminamento a tratti sinuoso sbuca infine a poca distanza dall'ampia insellatura fra le vette del Vodice, raggiungibile in breve con un sentierino sulla sinistra.
Allegato: 22. Uscita.JPG
Il camminamento a tratti sinuoso sbuca infine a poca distanza dall'ampia insellatura fra le vette del Vodice, raggiungibile in breve con un sentierino sulla sinistra.
Messaggio
18-04-2017 20.10
claudio.65 claudio.65
Dall'ampio slargo seguiamo la carrareccia ad oriente, abbandonandola dopo pochi metri per seguire a sinistra una larga mulattiera diretta alla sottostante borgata di Vodice.
Allegato: 23. Mulattiera.JPG
Dall'ampio slargo seguiamo la carrareccia ad oriente, abbandonandola dopo pochi metri per seguire a sinistra una larga mulattiera diretta alla sottostante borgata di Vodice.
Messaggio
18-04-2017 20.11
claudio.65 claudio.65
Alcune ampie radure pascolive ci preannunciano l'arrivo alla meta, raggiungibile in breve svoltando a sinistra lungo lo sterrato proveniente da Baske.
Allegato: 24. Vodice.JPG
Alcune ampie radure pascolive ci preannunciano l'arrivo alla meta, raggiungibile in breve svoltando a sinistra lungo lo sterrato proveniente da Baske.
Messaggio
18-04-2017 20.18
claudio.65 claudio.65
Lasciata la recondita frazione, una deviazione a sinistra ci porta alla zona della Selletta Infernale, oggi difficilmente rintracciabile nella rigogliosa vegetazione. dove il tenente del Battaglione Alpino Moncenisio Paolo Racagni venne mortalmente ferito.
Allegato: 25. Sentiero.JPG
Lasciata la recondita frazione, una deviazione a sinistra ci porta alla zona della Selletta Infernale, oggi difficilmente rintracciabile nella rigogliosa vegetazione. dove il tenente del Battaglione Alpino Moncenisio Paolo Racagni venne mortalmente ferito
Messaggio
18-04-2017 20.20
claudio.65 claudio.65
Ritornati allo sterrato, proseguiamo la camminata lungo le pendici orientali del Kosutnik, arrivando con una leggera risalita al crocevia di Novak Platz.
Allegato: 26. Carrareccia.jpg
Ritornati allo sterrato, proseguiamo la camminata lungo le pendici orientali del Kosutnik, arrivando con una leggera risalita  al crocevia di Novak Platz.
Messaggio
18-04-2017 20.24
claudio.65 claudio.65
Qui troviamo il monumento dedicato al General Major Guido Novak von Arienti, recentemente ristrutturato ed un cartello esplicativo multilingue.
Allegato: 27. Novak Platz.JPG
Qui troviamo il monumento dedicato al General Major Guido Novak von Arienti, recentemente ristrutturato ed un cartello esplicativo multilingue.
Messaggio
18-04-2017 20.25
claudio.65 claudio.65
Alle sue spalle è stata risistemata la lapide del sottotenente Franz Klinger, caduto nell'ottobre 1915 presso Zagora, facente parte di un cimitero militare, distrutto durante il conflitto.
Allegato: 28. Lapide.JPG
Alle sue spalle è stata risistemata la lapide del sottotenente Franz Klinger, caduto nell'ottobre 1915 presso Zagora, facente parte di un cimitero militare, distrutto durante il conflitto.
Messaggio
18-04-2017 20.26
claudio.65 claudio.65
A poca distanza un paletto con varie indicazioni c'informa sulle destinazioni raggiungibili dall'importante crocevia.
Allegato: 29. Cartello.JPG
A poca distanza un paletto con varie indicazioni c'informa sulle destinazioni raggiungibili dall'importante crocevia.
Messaggio
18-04-2017 20.27
claudio.65 claudio.65
Tralasciando la carrareccia diretta a Paljevo e l'inerbito sentiero lungo le pendici del Kuk nad Paljevim, rimontiamo il pendio verso ponente fino all'insellatura, dove scolliniamo sull'altro versante.
Allegato: 30. Carrareccia.JPG
Tralasciando la carrareccia diretta a Paljevo e l'inerbito sentiero lungo le pendici del Kuk nad Paljevim, rimontiamo il pendio verso ponente fino all'insellatura, dove scolliniamo sull'altro versante.
Messaggio
18-04-2017 20.28
claudio.65 claudio.65
Alcuni ampi tornanti, inframmezzati da una diramazione diretta ad una radura per il lancio dei parapendii, ci portano a scendere nella valle dell'ancora invisibile Soča.
Allegato: 31. Cartello.JPG
Alcuni ampi tornanti, inframmezzati da una diramazione diretta ad una radura per il lancio dei parapendii, ci portano a scendere nella valle dell'ancora invisibile Soča.
Messaggio
18-04-2017 20.29
claudio.65 claudio.65
Arrivati all'innesto con la carrareccia proveniente da Zagomila, proseguiamo a sinistra seguendo le indicazioni del percorso ciclabile diretto a Sveta Gora.
Allegato: 32. Cartello.JPG
Arrivati all'innesto con la carrareccia proveniente da Zagomila, proseguiamo a sinistra seguendo le indicazioni del percorso ciclabile diretto a Sveta Gora.
Messaggio
18-04-2017 20.30
claudio.65 claudio.65
Il tracciato prosegue con alcune ampie svolte sulle pendici orientali del Kosutnik e del Vodice, dove tralasceremo alcune diramazioni secondarie.
Allegato: 33. Carrareccia.jpg
Il tracciato prosegue con alcune ampie svolte sulle pendici orientali del Kosutnik e del Vodice, dove tralasceremo alcune diramazioni secondarie.
Messaggio
18-04-2017 20.31
claudio.65 claudio.65
Raggiunto il bivio con la mulattiera utilizzata all'andata, svoltiamo a destra, raggiungendo infine il parcheggio e concludendo così l'escursione odierna.
Allegato: 34. Rientro.JPG
Raggiunto il bivio con la mulattiera utilizzata all'andata, svoltiamo a destra, raggiungendo infine il parcheggio e concludendo così l'escursione odierna.
Messaggio
18-04-2017 20.33
claudio.65 claudio.65
NOTA TECNICA:
Quota minima: Tornante rotabile 286 metri
Quota massima: Vodice 652 metri
Dislivello: 366 metri
Dislivello reale: 470 metri, calcolando le varie risalite
Tempo totale: 5 ore e mezza, escluse le eventuali soste
Periodo escursione: Febbraio 2017
Cartografia consigliata: Tabacco 54 “Collio – Brda, Gorizia"
Allegato: 35. Vodice.jpg
NOTA TECNICA:<br />Quota minima: Tornante rotabile 286 metri<br />Quota massima: Vodice 652 metri<br />Dislivello: 366 metri<br />Dislivello reale:  470 metri, calcolando le varie risalite<br />Tempo totale: 5 ore  e mezza, escluse le eventuali soste<br /
Messaggio
18-04-2017 23.37
luigino luigino
Volevo chiedere all'autore il testo dell'iscrizione del 43°Reggimento Fanteria Brigata Forlì, incisa su una roccia e rappresentata nella foto n° 6 e se lo stato attuale di deterioramento è dovuto agli agenti atmosferici od altro.
Messaggio
19-04-2017 10.13
claudio.65 claudio.65
Il testo dell'iscrizione del 43°Reggimento Fanteria Brigata Forlì, incisa su una roccia recitava:
IL XXIV AGOSTO 1917 / DUCE / IL COLONNELLO CAMAGNE / IL 43 FANTERIA / DI QUI PIOMBAVA / SUL NEMICO IN FUGA
Lo stato attuale di deterioramento purtroppo non è dovuto agli agenti atmosferici ma ad un atto di vandalismo avvenuto una decina d'anni fà.
Allegato: 36. Iscrizione.jpg
Il testo dell'iscrizione del 43°Reggimento Fanteria Brigata Forlì, incisa su una roccia recitava:<br />IL XXIV AGOSTO 1917 / DUCE / IL COLONNELLO CAMAGNE / IL 43 FANTERIA / DI QUI PIOMBAVA / SUL NEMICO IN FUGA<br />Lo stato attuale di deterioramento purtr
Messaggio
21-04-2017 20.14
luigino luigino
Grazie mille per la precisa informazione e complimenti (tardivi) per l'ottima relazione escursionistica e storica!
Volevo ancora chiedere se è possibile proseguire dal Novak Platz verso nord, collegarsi alla sottostante Via dei Monti Sacri e rientrare facendo un anello del Kuk, allungando così un pò l'escursione (avendo sempre un certo chilometraggio da fare per giungere a Gorizia e dintorni) utilizzando la prima carrareccia a sinistra, rientrando a Zagomila verso sud, da dove si potrebbe anche partire (?) evitando così la mulattiera alle pendici dello Skalnica. Mandi
Messaggio
24-04-2017 14.22
claudio.65 claudio.65

Dal crocevia di Novak Platz uno sterrato, recentemente allargato grossolonamente in alcuni tratti, si collega alla sottostante carrareccia denominata “Via dei Monti Sacri”, proveniente da Baske e diretta a Paljevo, nei pressi dell'incrocio in località Prijemilo, dove si diparte verso sinistra una buona carrareccia, contrassegnata da un cartello d'utilizzo della stessa a proprio rischio.
Allegato: 37. Sterrato.jpg
<br />Dal crocevia di Novak Platz uno sterrato, recentemente allargato grossolonamente in alcuni tratti, si collega alla sottostante carrareccia denominata “Via dei Monti Sacri”, proveniente da Baske e diretta a Paljevo, nei pressi dell'incrocio in locali
Messaggio
24-04-2017 14.25
claudio.65 claudio.65
Il tracciato dopo alcune svolte diviene però sempre più malridotto, ingombro di schianti e ramaglie, perdendosi infine nella boscaglia, non dando modo di effettuare l'anello suggerito da luigino, a meno di non proseguire a caso verso occidente fino a tentare d'intercettare la presunta carrareccia (?) sul versante occidentale del Kuk nad Paljevim.
Allegato: 38. Carrareccia.jpg
Il tracciato dopo alcune svolte diviene però sempre più malridotto, ingombro di schianti e ramaglie, perdendosi infine  nella boscaglia, non dando modo di effettuare l'anello suggerito da luigino, a meno di non proseguire a caso verso occidente fino a ten
Login
Iscriviti Password dimenticata ?
Nome:
Password:
Elenco Forum
Quiz
In evidenza
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva