il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 74 ospiti - 2 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Le vostre relazioni   Precedente Successivo
N. record trovati: 14
Messaggio

Belvedere sopra Most na Soči

17-10-2016 15.22
francesca francesca
Forse non tutti sanno che Most na Soči, paesino sloveno situato a circa 200 mt. di altitudine vicino a Tolmino, è stato italiano nel secolo scorso. E' noto anche con il nome di Santa Lucia, antica denominazione mantenutasi fino al 1952, che si rifaceva al nome della santa, protrettrice della pieve.
Allegato: 1. Most na Soči e il corso dellIsonzo verso sud.jpg
Belvedere sopra Most na Soči
Messaggio
17-10-2016 15.24
francesca francesca
Most na Soči, cioè "ponte sull'Isonzo", ha origini remote (numerosi sono i rinvenimenti preistorici)e si è sviluppato intorno alla confluenza tra i fiumi Isonzo e Idrijca, dove ora c'è un lago, creato con la costruzione della diga di Doblar in epoca fascista. Questo è utilizzato per scopi idroelettrici ma anche turistici per la sua bellezza dal punto di vista paesaggistico.
Allegato: 2. Most na Soči con il suo lago.jpg
Most na Soči, cioè "ponte sull'Isonzo", ha origini remote (numerosi sono i rinvenimenti preistorici)e si è sviluppato intorno alla confluenza tra i fiumi Isonzo e Idrijca, dove ora c'è un lago, creato con la costruzione della diga di Doblar in epoca fasci
Messaggio
17-10-2016 15.26
francesca francesca
Tutto intorno è stato predisposto un percorso segnalato di cui si trovano opuscoli descrittivi negli info point locali, ma vi sono anche cartelloni con cartina dei sentieri nelle vie del paese.
Allegato: 3. Percorso segnalato attorno al lago.jpg
Tutto intorno è stato predisposto un percorso segnalato di cui si trovano opuscoli descrittivi negli info point locali, ma vi sono anche cartelloni con cartina dei sentieri nelle vie del paese.
Messaggio
17-10-2016 15.28
francesca francesca
Noi abbiamo seguito solo in parte l'interessante itinerario attorno al lago proposto nella guida "Na most po krepkost" (= a Most na Soči per rinvigorirsi) attirati dalle sei fonti d'acqua, alcune dalle proprietà benefiche, poichè poco dopo lo sguardo è stato catturato dalle cimette boscose circostanti. Ci sarà pure un belvedere da lassù che permetta di vedere questo fantastico paesaggio dall'alto!
Allegato: 4. Labitato di Modrej con il Senica.jpg
Noi abbiamo seguito solo in parte l'interessante itinerario attorno al lago proposto nella guida "Na most po krepkost" (= a Most na Soči per rinvigorirsi) attirati dalle sei fonti d'acqua, alcune dalle proprietà benefiche, poichè poco dopo lo sguardo è st
Messaggio
17-10-2016 15.29
francesca francesca
Esaminando più attentamente la cartina ci sono alcuni sentieri che portano sul Senica, così sulla strada che dalla frazione di Modrej porta verso sud-est a Bača pri Modrej, abbiamo imboccato il sentiero segnalato.
Allegato: 5. Evidente segnalazione per il Senica.jpg
Esaminando più attentamente la cartina ci sono alcuni sentieri che portano sul Senica, così sulla strada che dalla frazione di Modrej porta verso sud-est a Bača pri Modrej, abbiamo imboccato il sentiero segnalato.
Messaggio
17-10-2016 15.31
francesca francesca
Dal versante occidentale siamo saliti fino al belvedere denominato Na Babi, 598 mt. ca, dal quale un sorprendente panorama si allarga al corso dell'Isonzo verso sud e verso nord con l'abitato di Tolmino e un corollario di cime, dal Colovrat al Mrzli al gruppo del Monte Nero.
Allegato: 6. Tolmino e il corso dellIsonzo verso nord.jpg
Dal versante occidentale siamo saliti fino al belvedere denominato Na Babi, 598 mt. ca, dal quale un sorprendente panorama si allarga al corso dell'Isonzo verso sud e verso nord con l'abitato di Tolmino e un corollario di cime, dal Colovrat al Mrzli al gr
Messaggio
17-10-2016 15.32
francesca francesca
Sulla boscosa altura si trovano resti di trinceramenti e postazioni.
Allegato: 7. Osservatorio sul Senica.jpg
Sulla boscosa altura si trovano resti di trinceramenti e postazioni.
Messaggio
17-10-2016 15.34
francesca francesca
Si può scendere con un percorso ad anello utilizzando il sentiero nr. 2 del versante occidentale e in parte meridionale. La salita al belvedere che noi abbiamo effettuato domenica 9/10/2016 è di difficoltà escursionistica, il dislivello attorno ai 400 mt.
Allegato: 8. Dettaglio cartina dallopuscolo Na most po krepkost.jpg
Si può scendere con un percorso ad anello utilizzando il sentiero nr. 2 del versante occidentale e in parte meridionale. La salita al belvedere che noi abbiamo effettuato domenica 9/10/2016 è di difficoltà escursionistica, il dislivello attorno ai 400 mt.
Messaggio
17-10-2016 15.38
francesca francesca
Da Gorizia ci si impiega circa mezz'ora in auto: valicato il confine di stato, si risale la valle dell'Isonzo transitando per i paesini di Plave, Deskle, Kanal, Rocinj e Doblar, raggiungendo la biforcazione diretta a Most na Soci. I sentieri descritti si trovano solo parzialmente nella KRN PZS 1: 25.000, ma la suggerisco ugualmente per altri dettagli topografici. Segnalo inoltre che al belvedere si può salire per carrareccia anche da Ljubinj, un' idea per la stagione fredda, magari con una spruzzata di neve.
Allegato: 9. Monumento a Most na Soči.jpg
Da Gorizia ci si impiega circa mezz'ora in auto: valicato il confine di stato, si risale la valle dell'Isonzo transitando per i paesini di Plave, Deskle, Kanal, Rocinj e Doblar, raggiungendo la biforcazione diretta a Most na Soci. I sentieri descritti si
Messaggio
17-10-2016 20.25
luigino luigino
Complimenti per l'interessante ed esaustiva relazione corredata da ottime foto! Anch'io alcuni anni fà sono salito al belvedere di cui parli, dove ho trovato un cartello con delle foto risalenti alla Grande Guerra rivolte alle alture dirimpettaie dello Cvetje ed al gruppo del Bucenica e Mengore, all'epoca quasi totalmente spoglie dalla vegetazione per fini bellici.
A tale proposito segnalo l'ottimo relazione "Mengore (453 metri)" presente in questo forum. Sei anche salita alla vetta principale del Senica?
Messaggio
18-10-2016 11.43
carisha carisha
Mi associo ai complimenti di Luigino e volevo inoltre aggiungere che sul sito "www.progettodighe.it" si possono trovare foto e notizie sulla Diga di Doblar o S. Lucia, la cui costruzione sotto l'allora governo italiano,iniziò nel 1936 da parte della SADE e terminò 3 anni dopo, venendo infine incorporata nel 1948 alla rete idroelettrica della Slovenia, fornendo all'epoca assieme alla Diga di Plave il 40% dell'energia elettrica del paese.
Messaggio
18-10-2016 20.51
francesca francesca
Grazie ad entrambi per gli apprezzamenti e gli approfondimenti!
Abbiamo tentato di salire la cima del Senica, anzi questa per la verità era l'intenzione iniziale, ma non abbiamo trovato il sentierino (tratteggiato in nero sulla carta) probabilmente sepolto dalla vegetazione e da massi. Siamo così ritornati al bivio col sentiero segnalato con bolli tondi bianco-rossi nr. 2 (il numero però è presente solo sulla carta)...
Allegato: 10. bivio salendo a dx il sent. 2 a sx quello per il belvedere.jpg
Grazie ad entrambi per gli apprezzamenti e gli approfondimenti!<br />Abbiamo tentato di salire la cima del Senica, anzi questa per la verità era l'intenzione iniziale, ma non abbiamo trovato il sentierino (tratteggiato in nero sulla carta) probabilmente s
Messaggio
18-10-2016 20.52
francesca francesca
... sentiero che abbiamo percorso in discesa fino ad un successivo bivio, segnalato, con la carrareccia proveniente da Ljubinj.
Allegato: 11. bivio con carrareccia proveniente da Ljubinj.jpg
... sentiero che abbiamo percorso in discesa fino ad un successivo bivio, segnalato, con la carrareccia proveniente da Ljubinj.
Messaggio
18-10-2016 20.57
francesca francesca
La sterrata ci è parsa una seconda chance alla cima, l'abbiamo percorsa verso NE fino a trovare sulla destra un invitante sentiero non segnalato che saliva proprio nella direzione tanto desiderata. Lo abbiamo seguito verso SE fino al suo esaurirsi in mezzo alla boscaglia piatta, che però non dava l'impressione di essere una cima, nessuna croce, cippo o punto trigonometrico.







Allegato: 12. cartina migliore.JPG
 La sterrata ci è parsa una seconda chance alla cima, l'abbiamo percorsa verso NE fino a trovare sulla destra un invitante sentiero non segnalato che saliva proprio nella direzione tanto desiderata. Lo abbiamo seguito verso SE fino al suo esaurirsi in mez
Login
Iscriviti Password dimenticata ?
Nome:
Password:
Elenco Forum
Quiz
In evidenza
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva