il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 121 ospiti - 5 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Le vostre relazioni   Precedente Successivo
N. record trovati: 44
Messaggio

Sulle tracce degli Alpini lungo le mulattiere del Cukla

23-12-2014 21.49
claudio.65 claudio.65
Interessante percorso storico sui luoghi della Grande Guerra nella vicina Slovenia.
Allegato: 1 Na Vrh Robu.JPG
Sulle tracce degli Alpini lungo le mulattiere del Cukla
Messaggio
23-12-2014 21.52
claudio.65 claudio.65
ACCESSO: Da Gorizia, valicato il confine di stato, proseguendo lungo la rotabile che costeggia l'Isonzo, arriviamo a Bovec, dove saliamo al complesso alberghiero di Kaninska Vas a monte della località turistica.
Allegato: 2 Kaninska Vas.JPG
ACCESSO: Da Gorizia, valicato il confine di stato, proseguendo lungo la rotabile che costeggia l'Isonzo, arriviamo a Bovec,  dove saliamo al complesso alberghiero di Kaninska Vas a monte della località turistica.
Messaggio
23-12-2014 21.53
claudio.65 claudio.65
DESCRIZIONE: Lasciata l'auto in uno dei vari parcheggi, raggiungiamo nei pressi di una fattoria con vendita di prodotti caseari, un paletto con le segnalazioni verso il Rombon, che seguiamo alla nostra destra.
Allegato: 3 Segnalazioni.JPG
DESCRIZIONE: Lasciata l'auto in uno dei vari parcheggi, raggiungiamo nei pressi di una fattoria con vendita di prodotti caseari, un paletto con le segnalazioni verso il Rombon, che seguiamo alla nostra destra.
Messaggio
23-12-2014 21.56
claudio.65 claudio.65
La stradina asfaltata con un vialetto alberato si esaurisce nei pressi di una casa, dove il sentiero segnalato continua a sinistra e dopo un solco torrentizio, prosegue nel rado bosco fino ad un ampio pascolo, che attraversiamo costeggiando alcune recinzioni.
Allegato: 4 Pascolo.JPG
La stradina asfaltata con un vialetto alberato si esaurisce nei pressi di una casa, dove il sentiero segnalato continua a sinistra  e dopo un solco torrentizio, prosegue  nel rado bosco fino ad un ampio pascolo, che attraversiamo costeggiando alcune recin
Messaggio
23-12-2014 21.57
claudio.65 claudio.65
Raggiunta la piccola frazione di Zavrzelno ci ritroviamo su una strada sterrata, che seguiamo per un breve tratto fino ad una fontana, dove troviamo ulteriori indicazioni.
Allegato: 5 Zavrzelno.JPG
Raggiunta la piccola frazione di Zavrzelno  ci ritroviamo su una  strada sterrata, che seguiamo per un breve tratto fino ad una fontana, dove troviamo ulteriori indicazioni.<br />
Messaggio
23-12-2014 21.58
claudio.65 claudio.65
Percorsi pochi metri lasciamo la carrareccia e seguiamo a destra il sentiero segnalato verso il Rombon, che nel primo tratto s'inerpica in una zona rocciosa trasformandosi poi in sassosa mulattiera e con ripide svolte nella faggeta ci porta subito a guadagnare quota.
Allegato: 6 Sentiero.JPG
Percorsi pochi metri lasciamo la carrareccia e seguiamo a destra il sentiero segnalato verso il Rombon, che nel primo tratto s'inerpica in una zona rocciosa  trasformandosi poi in  sassosa mulattiera e con ripide svolte nella faggeta ci porta subito a gua
Messaggio
23-12-2014 22.00
claudio.65 claudio.65
Transitando sotto le pendici del Na Vrh Robu la mulattiera curva a destra, attraversando un piano inclinato, riprendendo nuovamente a salire nella spoglia faggeta con alcune svolte.
Allegato: 7 Svolte.JPG
Transitando sotto le pendici del Na Vrh Robu la mulattiera curva a destra, attraversando un piano inclinato, riprendendo nuovamente a salire nella spoglia faggeta con alcune svolte.
Messaggio
23-12-2014 22.03
claudio.65 claudio.65
Raggiunto un bivio con un'altra mulattiera, ignorando la prosecuzione del sentiero segnalato verso il Rombon, la seguiamo a sinistra.
Allegato: 8 Mulattiera.JPG
Raggiunto  un bivio con un'altra mulattiera,  ignorando la prosecuzione del sentiero segnalato verso il Rombon, la seguiamo a sinistra.
Messaggio
23-12-2014 22.05
claudio.65 claudio.65
L'ampio tracciato ottimamente conservato ma privo di segnavia, prosegue verso occidente con una breve perdita di quota, e dopo alcune svolte raggiunge un secondo bivio nei pressi di un muretto di contenimento
Allegato: 9 Bivio.JPG
L'ampio tracciato ottimamente conservato ma privo di segnavia, prosegue verso occidente con una breve perdita di quota, e dopo alcune svolte raggiunge un secondo bivio nei pressi di un muretto di contenimento
Messaggio
23-12-2014 22.08
claudio.65 claudio.65
Tralasciando la diramazione a destra, continuiamo il nostro cammino verso occidente, su tracciato più ridotto ma sempre ben evidente, fino ad arrivare ad un terzo bivio.
Allegato: 10 Mulattiera.JPG
Tralasciando la diramazione a destra, continuiamo il nostro cammino verso occidente, su tracciato più ridotto  ma sempre ben evidente, fino ad arrivare ad un terzo bivio.
Messaggio
23-12-2014 22.09
claudio.65 claudio.65
Ignorando la deviazione a destra , diretta alla Planina Goricica, seguiamo in discesa la prosecuzione della mulattiera fino ad intravvedere a sinistra l'evidente dorsale del Na Vrh Robu.
Allegato: 11 Discesa.JPG
Ignorando la deviazione a destra , diretta alla Planina Goricica, seguiamo in discesa la prosecuzione della mulattiera fino ad intravvedere a sinistra l'evidente dorsale del Na Vrh Robu.
Messaggio
23-12-2014 22.10
claudio.65 claudio.65
Abbandonando la mulattiera diretta con lungo percorso nel fondovalle, scendiamo a sinistra su labili tracce nella boscaglia e con una piccola risalita su roccette sbuchiamo sulla quota 1078 del Na Vrh Robu.
Allegato: 12 Cresta.JPG
Abbandonando la  mulattiera diretta con lungo percorso nel fondovalle, scendiamo a sinistra su labili tracce nella boscaglia e con una piccola risalita su roccette sbuchiamo sulla quota 1078 del Na Vrh Robu.
Messaggio
23-12-2014 22.11
claudio.65 claudio.65
La quota ci offre un discreto panorama sulla piana di Bovec, ma per raggiungere la vera cima dobbiamo scendere ancora verso meridione su labili tracce.
Allegato: 13 Tracce.JPG
La quota ci offre un discreto panorama sulla piana di Bovec, ma  per raggiungere la vera cima dobbiamo scendere ancora verso meridione su labili tracce.
Messaggio
23-12-2014 22.14
claudio.65 claudio.65
Una successiva breve risalita ci conduce ai resti di una postazione di artiglieria da montagna, ma l'assenza d'iscrizioni non ci permette di poter identificare il reparto d'appartenenza.
Allegato: 14 Postazione.JPG
Una successiva breve risalita ci conduce ai resti di una  postazione di artiglieria da montagna, ma l'assenza d'iscrizioni non ci permette di poter identificare il reparto d'appartenenza.
Messaggio
23-12-2014 22.21
claudio.65 claudio.65
Sul rovescio della quota si raggiunge in breve la rocciosa vetta del Na Vrh Robu, dove però non troviamo alcun segno distintivo del luogo.
Allegato: 15 Na Vrh Robu.JPG
Sul rovescio della quota si raggiunge in breve la rocciosa vetta del Na Vrh  Robu,  dove però non troviamo alcun segno distintivo del luogo.
Messaggio
23-12-2014 22.23
claudio.65 claudio.65
Lasciata la cima riprendiamo il cammino, ritornando alla mulattiera percorsa all'andata.
Allegato: 16 Risalita.JPG
Lasciata la  cima riprendiamo il cammino, ritornando alla mulattiera percorsa all'andata.
Messaggio
23-12-2014 22.24
claudio.65 claudio.65
Seguendola in salita riguadagnamo il terzo bivio dove, lasciando la prosecuzione a sinistra verso la lontana Planina Goricica, scendiamo a destra.
Allegato: 17 Bivio.JPG
Seguendola in salita riguadagnamo il terzo bivio dove, lasciando la prosecuzione a sinistra verso la lontana Planina Goricica, scendiamo a destra.
Messaggio
23-12-2014 22.26
claudio.65 claudio.65
Raggiunto il secondo bivio continuiamo il nostro cammino in ascesa a sinistra.
Allegato: 18 Bivio.JPG
Raggiunto il secondo bivio  continuiamo il nostro cammino in ascesa a sinistra.
Messaggio
23-12-2014 22.27
claudio.65 claudio.65
Il tracciato si appiana ed abbiamo così la conferma di trovarci sull'importante mulattiera di mezza costa, che con lunghi tratti rettilinei e qualche svolta taglia quasi orizzontalmente il versante.
Allegato: 19 Mulattiera.JPG
Il tracciato si appiana ed abbiamo così la conferma di trovarci sull'importante mulattiera di mezza costa, che con lunghi tratti rettilinei e qualche svolta taglia quasi orizzontalmente il versante.
Messaggio
23-12-2014 22.31
claudio.65 claudio.65
Raggiungiunto il successivo incrocio con la ripida mulattiera diretta al Rombon, segnalata dai bolli biancorossi, la ignoriamo e continuiamo oltre.
Allegato: 20 Incrocio.JPG
Raggiungiunto il successivo incrocio con la ripida mulattiera diretta al Rombon, segnalata dai bolli biancorossi, la  ignoriamo e continuiamo oltre.
Messaggio
23-12-2014 22.32
claudio.65 claudio.65
La mulattiera prosegue sempre a mezza costa nella faggeta, transitando davanti ad un piccolo riparo naturale, incrociando poco oltre sulla destra un sentierino proveniente dalla sottostante quota 934 di Zajavorje.
Allegato: 21 Bivio.JPG
La mulattiera  prosegue sempre a mezza costa nella faggeta, transitando davanti ad un piccolo riparo naturale,  incrociando poco oltre  sulla destra un sentierino proveniente dalla sottostante quota 934 di Zajavorje.
Messaggio
23-12-2014 22.34
claudio.65 claudio.65
Il tracciato con qualche saliscendi, diviene in seguito più ridotto e dopo un paio di aperture panoramiche sulla piana di Bovec, affronta una ripida discesa.
Allegato: 22 Discesa.JPG
Il tracciato con qualche saliscendi, diviene in seguito più ridotto e dopo  un paio di aperture panoramiche sulla piana di Bovec, affronta una ripida discesa.<br />
Messaggio
23-12-2014 22.35
claudio.65 claudio.65
La successiva risalita avviene ora su tracciato più incerto, senza alcun tipo di segnalazione od ometti lungo il tragitto, ritornando infine a mezza costa.
Allegato: 23 Sentiero.JPG
La successiva risalita avviene ora su tracciato più incerto, senza alcun tipo di segnalazione od ometti lungo il tragitto, ritornando infine a mezza costa.
Messaggio
23-12-2014 22.37
claudio.65 claudio.65
La sterpaglia diviene a tratti invadente ed è necessario talvolta districarvisi per recuperare le tracce.
Allegato: 24 Tracce.JPG
La sterpaglia diviene a tratti invadente ed è necessario talvolta districarvisi per recuperare le tracce.
Messaggio
23-12-2014 22.38
claudio.65 claudio.65
Il sentiero rientra quindi nella faggeta e giunge ad un bivio poco evidente, dove tralasciando la deviazione a sinistra, continuiamo a destra fino a raggiungere una caverna con dei gradini sulla sinistra.
Allegato: 25 Caverna.JPG
Il sentiero rientra quindi nella faggeta e giunge ad un bivio poco evidente, dove tralasciando la deviazione a sinistra,  continuiamo a destra fino a raggiungere una caverna con dei gradini sulla sinistra.
Messaggio
23-12-2014 22.42
claudio.65 claudio.65
Su uno di essi notiamo l'evidente iscrizione di una batteria di bombarde tipo 58 B, con la significativa data del primo ottobre 1917, a poche settimane cioè dall'attacco austrogermanico che avrebbe provocato la disastrosa rotta di Caporetto.
Allegato: 26 Iscrizione.JPG
Su uno di essi notiamo l'evidente  iscrizione di una batteria di bombarde tipo 58 B, con la significativa data del primo ottobre 1917, a poche settimane cioè dall'attacco austrogermanico che avrebbe provocato la disastrosa rotta di Caporetto.
Messaggio
23-12-2014 22.44
claudio.65 claudio.65

Ritornati al bivio precedente, proseguiamo in salita e dopo una svolta , raggiungiamo un'altra postazione con una cavernetta blindata.
Allegato: 27 Cavernetta blindata.JPG
<br />Ritornati al bivio precedente, proseguiamo in salita e dopo una svolta , raggiungiamo un'altra  postazione con una cavernetta blindata.
Messaggio
23-12-2014 22.45
claudio.65 claudio.65
Sulla piastra in cemento sopra l'ingresso rintracciamo l'iscrizione della 33° Batteria Bombarde con i nominativi degli ufficiali Mazzucco e Galli.
Allegato: 28 Iscrizione.JPG
Sulla piastra in cemento sopra l'ingresso rintracciamo l'iscrizione della 33° Batteria Bombarde con i nominativi degli ufficiali Mazzucco e Galli.
Messaggio
23-12-2014 22.47
claudio.65 claudio.65
Mentre nella parete intonacata a sinistra rinveniamo i nomi degli Alpini Cuintilio Cappelli, Conciardi Antonino da Tunisi e dei Capitani Mazzucco Serafino da Padova e Sguaccin Amedeo, oltre alle impronte degli scarponi di alcuni di loro.
Allegato: 29 Graffiti.JPG
Mentre nella parete intonacata a sinistra rinveniamo i nomi degli Alpini Cuintilio Cappelli,   Conciardi Antonino da Tunisi e dei Capitani Mazzucco Serafino da Padova e Sguaccin Amedeo, oltre alle impronte degli scarponi di alcuni di loro.
Messaggio
23-12-2014 22.49
claudio.65 claudio.65
A poca distanza sopra di noi un'altra postazione riporta un'iscrizione dello stesso reparto.
Allegato: 30 Postazione.JPG
A poca distanza sopra di noi un'altra postazione riporta un'iscrizione dello stesso reparto.
Messaggio
23-12-2014 22.50
claudio.65 claudio.65
Anche se stavolta l'artista ha dimostrato una maggiore cura nei particolari.
Allegato: 31 Iscrizione.JPG
Anche se stavolta l'artista ha dimostrato una maggiore cura nei particolari.
Messaggio
23-12-2014 22.51
claudio.65 claudio.65
Sul muretto di fronte scopriamo invece la provenienza del Capitano Sguaccin Amedeo.
Allegato: 32 Iscrizione.JPG
Sul muretto di fronte scopriamo invece la provenienza del Capitano Sguaccin Amedeo.
Messaggio
23-12-2014 22.53
claudio.65 claudio.65
Lasciata la postazione proseguiamo in salita sopra di essa a oriente su una buona traccia fino a raggiungere alcuni ingressi scudati con muri angolati di un paio di caverne.
Allegato: 33 Caverne.JPG
Lasciata la postazione proseguiamo in salita sopra di essa a oriente su una buona traccia fino a raggiungere alcuni ingressi scudati con muri angolati di un paio di caverne.
Messaggio
23-12-2014 22.54
claudio.65 claudio.65
Sul muro di una di esse troviamo l'iscrizione della 5° Compagnia.
Allegato: 34 Iscrizione.JPG
Sul muro di una di esse troviamo l'iscrizione della 5° Compagnia.
Messaggio
23-12-2014 22.55
claudio.65 claudio.65
Seguendo la flebile traccia raggiungiamo quindi la strapiombante parete rocciosa discendente dalla quota 1583 del Cukla.
Allegato: 35 Parete.JPG
Seguendo la flebile traccia raggiungiamo quindi la strapiombante parete rocciosa discendente dalla quota 1583 del Cukla.
Messaggio
23-12-2014 22.57
claudio.65 claudio.65
Proseguendo sempre ad oriente notiamo alla nostra sinistra l'ingresso di una cavernetta, accessibile con un po' d'attenzione.
Allegato: 36 Cavernetta.JPG
Proseguendo sempre ad oriente notiamo alla nostra sinistra l'ingresso di una cavernetta, accessibile con un po' d'attenzione.
Messaggio
23-12-2014 22.57
claudio.65 claudio.65
Seguendo la diramazione destra raggiungiamo una feritoia blindata riportante il fregio della 74° Batteria da montagna.
Allegato: 37 Fregio.JPG
Seguendo la diramazione  destra raggiungiamo una feritoia blindata riportante il fregio della 74° Batteria da montagna.
Messaggio
23-12-2014 22.59
claudio.65 claudio.65
Ridiscesi al sentierino, giungiamo in breve al camminamento dell'importante osservatorio di quota 1180, ultimo avamposto italiano sul versante meridionale del Cukla.
Allegato: 38 Camminamento.JPG
Ridiscesi al sentierino, giungiamo in breve al camminamento dell'importante osservatorio di quota 1180, ultimo avamposto italiano sul versante meridionale del Cukla.
Messaggio
23-12-2014 23.00
claudio.65 claudio.65
La postazione dopo una feritoia fortemente blindata raggiunge una galleria con alcune staffe infisse nella parete.
Allegato: 39 Galleria.JPG
La postazione dopo una feritoia fortemente blindata raggiunge una galleria con alcune staffe infisse nella parete.
Messaggio
23-12-2014 23.03
claudio.65 claudio.65
In alto a sinistra, nella diramazione destra di una cavernetta raggiungibile con un po' d'attenzione, rinveniamo sopra la feritoia blindata il curioso disegno stilizzato di un cannocchiale dotato di cavalletto.
Allegato: 40 Cannocchiale.JPG
In alto a sinistra,  nella diramazione destra di  una cavernetta raggiungibile con un po' d'attenzione,  rinveniamo sopra la feritoia blindata il curioso disegno stilizzato di un cannocchiale dotato di cavalletto.
Messaggio
23-12-2014 23.04
claudio.65 claudio.65
Conclusa la visita all'osservatorio ripercorriamo a ritroso il tragitto, prestando particolare attenzione ai vari bivi incontrati nella zona delle postazioni delle bombarde.
Allegato: 41 Rientro.JPG
Conclusa la visita all'osservatorio ripercorriamo a ritroso il tragitto, prestando particolare attenzione ai vari bivi incontrati nella zona delle postazioni delle bombarde.
Messaggio
23-12-2014 23.05
claudio.65 claudio.65
Ritornati alla larga mulattiera a mezzacosta ne seguiamo l'andamento fino all'incrocio con il sentiero segnalato discendente dalla Planina Goricica.
Allegato: 42 Mulattiera.JPG
Ritornati alla larga mulattiera a mezzacosta ne seguiamo l'andamento fino all'incrocio con il sentiero segnalato discendente dalla Planina Goricica.
Messaggio
23-12-2014 23.07
claudio.65 claudio.65
Svoltando a sinistra e seguendone il segnavia rientriamo lungamente a Zavrzelno e da quì al punto di partenza.
Allegato: 43 Bivio.JPG
Svoltando a sinistra e seguendone il segnavia rientriamo lungamente a Zavrzelno e da quì al punto di partenza.
Messaggio
23-12-2014 23.23
claudio.65 claudio.65
NOTA TECNICA:
Quota minima: Kaninska Vas 500 metri
Quota massima: Osservatorio 1180 metri
Dislivello: 680 metri
Dislivello reale: 900 metri, calcolando le varie risalite
Tempo andata: 3 ore
Tempo ritorno: 1 ora e 1/2
Tempo totale: 4 ore e 1/2, escluse le eventuali soste alle varie postazioni
Cartografia consigliata 1.25.000: Tabacco 19, PZS ed. 2004
Data escursione: 21 dicembre 2014
Allegato: 44 Anfratto.JPG
NOTA TECNICA:<br />Quota minima: Kaninska Vas  500 metri<br />Quota massima: Osservatorio 1180 metri<br />Dislivello: 680 metri<br />Dislivello reale: 900 metri, calcolando le varie risalite<br />Tempo andata: 3 ore <br />Tempo ritorno: 1 ora e 1/2 <br />
Login
Iscriviti Password dimenticata ?
Nome:
Password:
Elenco Forum
Quiz
In evidenza
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva