il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 168 ospiti - 2 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Le vostre relazioni   Precedente Successivo
N. record trovati: 25
Messaggio

Malghe di Lateis con le ciaspole

07-04-2014 16.41
heidi.bruna heidi.bruna
Interessante escursione primaverile ai complessi malghivi dei monti Torondon e Novarza dopo le abbondanti nevicate invernali.
Allegato: Mondo delle malghe.JPG
Malghe di Lateis con le ciaspole
Messaggio
07-04-2014 16.44
heidi.bruna heidi.bruna
Accesso: Da Tolmezzo arriviamo a Villa Santina, dove proseguiamo alla volta di Ampezzo ed al bivio al centro del paese imbocchiamo verso destra la tortuosa ma suggestiva rotabile fino al lago di Sauris o La Maina.
Tralasciando a sinistra la deviazione verso il Passo del Pura, proseguiamo ancora fino al bivio successivo, dove svoltiamo a destra e raggiungiamo in breve la frazione di Lateis.
Allegato: Lateis.JPG
Accesso: Da Tolmezzo arriviamo a Villa Santina, dove proseguiamo alla volta di Ampezzo ed al bivio al centro del paese imbocchiamo verso destra la tortuosa ma suggestiva rotabile fino al lago di Sauris o La Maina.<br />Tralasciando a sinistra la deviazion
Messaggio
07-04-2014 16.51
heidi.bruna heidi.bruna
Descrizione: Lasciata l'auto nell'ampio parcheggio a monte della frazione, saliamo alle Case Ameickelan, dove tralasciando a sinistra la deviazione verso lo Stavolo Painte, svoltiamo a destra seguendo le indicazioni della "Via delle Malghe" e con un tratto piuttosto ripido raggiungiamo in breve la Forca Frumeibn, dove calziamo le ciaspole vista l'abbondante presenza di neve!
Allegato: Stavolo e Forca Frumeibn.JPG
Descrizione: Lasciata l'auto nell'ampio parcheggio a monte della frazione, saliamo alle Case Ameickelan, dove tralasciando a sinistra la deviazione verso lo Stavolo Painte, svoltiamo a destra seguendo le indicazioni della "Via delle Malghe" e con un tratt
Messaggio
07-04-2014 16.53
heidi.bruna heidi.bruna
Valicata la forca, continuiamo in discesa verso sinistra ed arriviamo dopo una lunga discesa nel bosco sotto le pendici orientali del M.Olbe all'ampia radura di Hinter d'Olbe, dove troviamo una cappella ed alcuni stavoli ristrutturati.
Allegato: Hinter dOlbe.JPG
Valicata la forca, continuiamo in discesa verso sinistra ed arriviamo dopo una lunga discesa nel bosco sotto le pendici orientali del M.Olbe all'ampia radura di Hinter d'Olbe, dove troviamo una cappella ed alcuni stavoli ristrutturati.<br />
Messaggio
07-04-2014 16.56
heidi.bruna heidi.bruna
Scendiamo quindi al Rio Temberle, dove troviamo numerose indicazioni sulle possibili destinazioni della zona.
Allegato: Bivio Rio Temberle.JPG
Scendiamo quindi al Rio Temberle, dove troviamo numerose indicazioni sulle possibili destinazioni della zona.<br />
Messaggio
07-04-2014 17.00
heidi.bruna heidi.bruna
Tralasciando la prosecuzione verso sinistra al rifugio Eimblatribm, svoltiamo a destra e con breve risalita rasentando uno stavolo e tralasciando a sinistra la deviazione verso gli Stavoli Lucchini, raggiungiamo il letto del Torrente Pieltnis.
Allegato: GuadoTorrente Pieltinis.JPG
Tralasciando la prosecuzione verso sinistra al rifugio Eimblatribm, svoltiamo a destra e con breve risalita rasentando uno stavolo e tralasciando a sinistra la deviazione verso gli Stavoli Lucchini, raggiungiamo il letto del Torrente Pieltnis.
Messaggio
07-04-2014 17.03
heidi.bruna heidi.bruna
Guadato il rio arriviamo al bivio successivo, dove ignorando le indicazioni in discesa verso la malga Monteriù, svoltiamo a sinistra ed in salita costante con alcuni ampi tornanti usciamo dal bosco, ammirando lo splendido panorama sulle innevate vette del Col Gentile e del M. Veltri.
Allegato: Col Gentile e C.ra Palazzo.JPG
Guadato il rio arriviamo al bivio successivo, dove ignorando le indicazioni in discesa verso la malga Monteriù, svoltiamo a sinistra ed in salita costante con alcuni ampi tornanti usciamo dal bosco, ammirando lo splendido panorama sulle innevate vette del
Messaggio
07-04-2014 17.05
heidi.bruna heidi.bruna
Raggiungiamo in breve l'importante bivio di quota 1491, dove in condizioni di innevamento normali dovremmo trovare, oltre ai vari cartelli, un tavolo con le panche per la sosta.
Allegato: Bivio Quota 1491.JPG
Raggiungiamo in breve l'importante bivio di quota 1491, dove in condizioni di innevamento normali dovremmo trovare, oltre ai vari cartelli, un tavolo con le panche per la sosta.<br />
Messaggio
07-04-2014 17.09
heidi.bruna heidi.bruna
Ignorando per ora le indicazioni alla nostra sinistra verso la malga Gerona, continuiamo diritti, seguendo sempre la carrareccia innevata contrassegnata con il segnavia CAI 220.
Allegato: Proseguiamo.JPG
Ignorando per ora le indicazioni alla nostra sinistra verso la malga Gerona, continuiamo diritti, seguendo sempre la carrareccia innevata contrassegnata con il segnavia CAI 220.
Messaggio
07-04-2014 17.10
heidi.bruna heidi.bruna
Arriviamo così in breve al Rio Novarzutta, dove una recente slavina sembra pregiudicare la prosecuzione.
Allegato: Slavina.JPG
Arriviamo così in breve al Rio Novarzutta, dove una recente slavina sembra pregiudicare la prosecuzione.
Messaggio
07-04-2014 17.16
heidi.bruna heidi.bruna
Con un pò d'attenzione guadiamo prima il rio e quindi superato l'ostacolo della valanga, svoltiamo subito a sinistra, seguendo la precaria indicazione in legno verso la Malga Novarzutta.
Allegato: Cartello .JPG
Con un pò d'attenzione guadiamo prima il rio e quindi superato l'ostacolo della valanga, svoltiamo subito a sinistra, seguendo la precaria indicazione in legno verso la Malga Novarzutta.
Messaggio
07-04-2014 17.18
heidi.bruna heidi.bruna
Superando ancora diversi tratti ingombri di neve, terra e ramaglie, tenendoci verso la parte sinistra del vallone, raggiungiamo di nuovo una zona innevata, dove la progressione si fà più agevole.
Allegato: Verso M.ga Novarzutta.JPG
Superando ancora diversi tratti ingombri di neve, terra e ramaglie, tenendoci verso la parte sinistra del vallone, raggiungiamo di nuovo una zona innevata, dove la progressione si fà  più agevole.<br />
Messaggio
07-04-2014 17.19
heidi.bruna heidi.bruna
Con pendenza costante arriviamo infine in vista della casera.
Allegato: Arrivo alla casera.JPG
Con pendenza costante arriviamo infine in vista della casera.
Messaggio
07-04-2014 17.21
heidi.bruna heidi.bruna
L'edificio risulta praticamente semi-sepolto dalla coltre bianca e sinceramente non l'avevamo mai visto così.
Allegato: La casera semisepolta.JPG
L'edificio risulta praticamente semi-sepolto dalla coltre bianca e sinceramente non l'avevamo mai visto così.<br />
Messaggio
07-04-2014 17.22
heidi.bruna heidi.bruna
Anche all'interno del portico risultano alcuni danni alla struttura.
Allegato: Danni alla struttura.JPG
Anche all'interno del portico risultano alcuni danni alla struttura.
Messaggio
07-04-2014 17.23
heidi.bruna heidi.bruna
Lasciate le firme sul libro della malga, ritorniamo al Rio Novarzutta.
Allegato: Ritorno al rio Novarzutta.JPG
Lasciate le firme sul libro della malga, ritorniamo al Rio Novarzutta.
Messaggio
07-04-2014 17.25
heidi.bruna heidi.bruna
Dal bivio presso il Rio Novarzutta, continuiamo ora la nostra ciaspolata salendo verso occidente, scavalcando un'altra slavina e puntando all'evidente cartello nei pressi del bivio per la Casera Palazzo.
Allegato: Verso C.ra Palazzo.JPG
Dal bivio presso il Rio Novarzutta, continuiamo ora la nostra ciaspolata salendo verso occidente, scavalcando un'altra slavina e puntando all'evidente cartello nei pressi del bivio per la Casera Palazzo.<br />
Messaggio
07-04-2014 17.27
heidi.bruna heidi.bruna
All'incrocio tralasciamo la prosecuzione verso la remota Casera Losa, già comunque ostruita da un recente schianto di un pino e superando un'ennesima grossa slavina, raggiungiamo la vicina Casera Palazzo, anch'essa sepolta dalla coltre bianca.
Allegato: Casera Palazzo.JPG
All'incrocio tralasciamo la prosecuzione verso la remota Casera Losa, già comunque ostruita da un recente schianto di un pino e superando un'ennesima grossa slavina, raggiungiamo la vicina Casera Palazzo, anch'essa sepolta dalla coltre bianca.<br />
Messaggio
07-04-2014 17.28
heidi.bruna heidi.bruna
Rientriamo quindi al bivio di quota 1491, dal quale seguiamo ora in salita le indicazioni verso la Malga Gerona.
Allegato: Salendo a Malga Gerona.JPG
Rientriamo quindi al bivio di quota 1491, dal quale seguiamo ora in salita le indicazioni verso la Malga Gerona.
Messaggio
07-04-2014 17.30
heidi.bruna heidi.bruna
Con andamento tortuoso l'innevata carrareccia ci conduce con alcuni tratti piuttosto erti alla casera, praticamente sepolta dall'abbondante coltre bianca.
Allegato: Malga Gerona.JPG
Con andamento tortuoso l'innevata carrareccia ci conduce con alcuni tratti piuttosto erti alla casera, praticamente sepolta dall'abbondante coltre bianca.<br />
Messaggio
07-04-2014 17.34
heidi.bruna heidi.bruna
Poco oltre la malga la carrareccia sembra scomparire, inghiottita dalla neve, ma decidiamo comunque di continuare ancora un pò, per valutare l'eventuale proseguimento verso la conca di Casera Pieltinis, più volte raggiunta durante le ciaspolate in zona negli anni scorsi.
Allegato: Verso C.ra Pieltinis.JPG
Poco oltre la malga la carrareccia sembra scomparire, inghiottita dalla neve, ma decidiamo comunque di continuare  ancora un pò, per valutare l'eventuale proseguimento verso la conca di Casera Pieltinis, più volte raggiunta durante le ciaspolate in zona n
Messaggio
07-04-2014 17.38
heidi.bruna heidi.bruna
La carrareccia in condizioni normali d'innevamento sarebbe tranquillamente percorribile, ma oggi risulta praticamente scomparsa sotto diverse slavine e tentare la sorte fino alla Casera Pieltinis risulterebbe alquanto pericoloso.
Allegato: Slavine.JPG
La carrareccia in condizioni normali d'innevamento sarebbe tranquillamente percorribile, ma oggi risulta praticamente scomparsa sotto diverse slavine e tentare la sorte  fino alla Casera Pieltinis risulterebbe alquanto pericoloso.
Messaggio
07-04-2014 17.40
heidi.bruna heidi.bruna
Non rimane quindi che rientrare alla Casera Gerona e da quì scendere al bivio di quota 1491.
Allegato: Rientro.JPG
Non rimane quindi che rientrare alla Casera Gerona e da quì scendere al bivio di quota 1491.
Messaggio
07-04-2014 17.43
heidi.bruna heidi.bruna
Dal bivio ripercorriamo quindi a ritroso la via dell'andata fino a rientrare alla Forca Frumeibn ed a Lateis.
Allegato: Rio Temberle.JPG
Dal bivio ripercorriamo quindi a ritroso la via dell'andata fino a rientrare alla Forca Frumeibn ed a Lateis.
Messaggio
07-04-2014 17.54
heidi.bruna heidi.bruna
Nota tecnica:
Quota di partenza: Lateis 1265 metri
Quota C.ra Novarzutta: 1625 metri
Quota C.ra Palazzo: 1532 metri
Quota C.ra Gerona: 1622 metri
Quota massima: 1675 metri
Dislivello: 410 metri
Dislivello reale: 788 metri, calcolando le varie discese e risalite
Tempo andata: 3 ore e 1/2
Tempo ritorno: 3 ore
Tempo totale: 6 ore e 1/2, escluse le eventuali soste
Periodo escursione: Aprile 2014
Cartografia consigliata:
Scala 1.25.000 Tabacco 02 edizione 2008
Allegato: Panorama.JPG
Nota tecnica:<br />Quota di partenza: Lateis 1265 metri<br />Quota C.ra Novarzutta: 1625 metri<br />Quota C.ra Palazzo: 1532 metri<br />Quota C.ra Gerona: 1622 metri<br />Quota massima: 1675 metri<br />Dislivello: 410 metri<br />Dislivello reale: 788 metr
Login
Iscriviti Password dimenticata ?
Nome:
Password:
Elenco Forum
Quiz
In evidenza
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva