il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 78 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Le vostre relazioni   Precedente Successivo
N. record trovati: 23
Messaggio

Bosco Strenz e variante alla malga Navas da Agrons con le ciaspe

27-02-2014 16.34
claudio.65 claudio.65
Splendida ciaspolata alla ricerca delle Staipe Prencis in uno splendido bosco incantato alle falde del misterioso M.Avedrugno.
Allegato: 1 Bosco Strenz.JPG
Bosco Strenz e variante alla malga Navas da Agrons con le ciaspe
Messaggio
27-02-2014 16.37
claudio.65 claudio.65
ACCESSO: Dall'uscita autostradale di Carnia percorrendo la SS 52 arriviamo a Villa Santina, dove imbocchiamo la SR 355 della Val Degano e percorrendola per circa 10 km, raggiungiamo Ovaro.
Dal centro del paese, seguendo le indicazioni per Cella, Agrons e Muina, valichiamo il torrente Degano ed al bivio successivo svoltiamo a sinistra raggiungendo dopo circa 2 km la frazione di Agrons.
Allegato: 2 Agrons.JPG
ACCESSO: Dall'uscita autostradale di Carnia percorrendo la SS 52 arriviamo a Villa Santina, dove  imbocchiamo la SR 355 della Val Degano e percorrendola per circa 10 km, raggiungiamo Ovaro.<br />Dal centro del paese, seguendo le indicazioni per Cella, Agr
Messaggio
27-02-2014 16.40
claudio.65 claudio.65
DESCRIZIONE: Parcheggiata l'auto lungo la via principale, imbocchiamo via Najaret di Agrons e raggiungiamo in breve le ultime case della frazione, dove
una ripida stradina cementata ci porta con un rettilineo ed alcuni tornanti all'interno del Bosco Martin, dove svoltiamo decisamente a destra.
Allegato: 3 Salita Bosco Martin.JPG
DESCRIZIONE: Parcheggiata l'auto lungo la via principale, imbocchiamo  via Najaret di Agrons e raggiungiamo in breve le ultime case della frazione, dove<br />una ripida stradina cementata ci porta con un rettilineo ed alcuni tornanti all'interno del Bosco
Messaggio
27-02-2014 16.43
claudio.65 claudio.65
La pendenza si fà quindi meno accentuata ed un lungo rettilineo, con fondo ora sterrato, ci porta fino alle ampie radure delle Staipe Chianaia,punteggiate di stavoli e baite più o meno ristrutturati.
Allegato: 4 Staipe Chianaia.JPG
La pendenza si fà quindi meno accentuata ed un lungo rettilineo, con fondo ora sterrato, ci porta fino alle ampie radure delle Staipe Chianaia,punteggiate di stavoli e baite più o meno ristrutturati.
Messaggio
27-02-2014 16.47
claudio.65 claudio.65
Lasciate le Staipe Chianaia, raggiungiamo un bivio con numerose indicazioni sui percorsi della zona, e tralasciando la deviazione segnalata in discesa a destra verso Mione,proseguiamo ancora in salita lungo la carrareccia innevata, transitando nei pressi di uno stavolo attualmente adibito a legnaia.
Allegato: 5 Stavolo.JPG
Lasciate le Staipe Chianaia, raggiungiamo un bivio con numerose indicazioni sui percorsi della zona, e tralasciando la deviazione segnalata in discesa a destra verso Mione,proseguiamo ancora in salita lungo la carrareccia innevata, transitando nei pressi
Messaggio
27-02-2014 16.53
claudio.65 claudio.65
Con alcuni lunghi tornanti ci alziamo velocemente di quota, raggiungendo l'importante bivio di quota 960, dove tralasciando a sinistra l'evidente indicazione per malga Navas, svoltiamo decisamente a destra.
Allegato: 6 Bivio quota 960.JPG
Con alcuni lunghi tornanti ci alziamo velocemente di quota, raggiungendo  l'importante bivio di quota 960, dove tralasciando a sinistra  l'evidente indicazione per malga Navas, svoltiamo decisamente a destra.
Messaggio
27-02-2014 16.54
claudio.65 claudio.65
Trovando qualche tratto della carrareccia ingombro da recenti schianti dovuti alle ultime abbondanti nevicate.
Allegato: 7 Schianti.JPG
Trovando qualche tratto della carrareccia ingombro da recenti schianti dovuti alle ultime abbondanti nevicate.<br />
Messaggio
27-02-2014 16.57
claudio.65 claudio.65
Aggirati gli ostacoli proseguiamo l'ascesa nel fantastico Bosco Strenz in un ambiente quasi fiabesco, totalmente sconosciuto fino all'escursione odierna.
Allegato: 8 Bosco Strenz.JPG
Aggirati gli ostacoli proseguiamo l'ascesa nel fantastico Bosco Strenz in un ambiente quasi fiabesco, totalmente sconosciuto fino all'escursione odierna.<br />
Messaggio
27-02-2014 17.05
claudio.65 claudio.65
La ricerca delle Staipe Prencis si rivela però più difficoltosa del previsto, ed anche seguendo scrupolosamente la cartina in nostro possesso, riusciamo soltanto a scoprire alcune radure,dove probabilmente le baite o capanne estive trovavano ubicazione.
Allegato: 9 Radura.JPG
La ricerca delle Staipe Prencis si rivela però più difficoltosa del previsto, ed anche seguendo scrupolosamente la cartina in nostro possesso, riusciamo soltanto a scoprire alcune radure,dove probabilmente le baite o capanne estive trovavano ubicazione.
Messaggio
27-02-2014 17.10
claudio.65 claudio.65
In compenso però da una schiarita nel bosco possiamo ammirare un fantastico scorcio panoramico sul Passo Volaia e sul Gruppo del M.Coglians.
Allegato: 10 Panorama.JPG
In compenso però da una schiarita nel bosco possiamo ammirare un fantastico scorcio panoramico sul Passo Volaia e sul Gruppo del M.Coglians.
Messaggio
27-02-2014 17.14
claudio.65 claudio.65
Proseguiamo però ancora un pò nel bosco, fino a raggiungere un cartello di recenti lavori boschivi,dove la ripidezza del pendio sovrastante ed il marcato pericolo di slavìne ci sconsigliano l'ulteriore prosecuzione.
Allegato: 11 Cartello.JPG
Proseguiamo però ancora un pò nel bosco, fino a raggiungere un cartello di recenti lavori boschivi,dove la ripidezza del pendio sovrastante ed il marcato pericolo di slavìne ci sconsigliano l'ulteriore prosecuzione. <br />
Messaggio
27-02-2014 17.17
claudio.65 claudio.65
Siamo comunque giunti al confine fra i comuni di Ovaro e Raveo, come recita l'indicazione rossa sul tronco di un albero alla nostra sinistra.
Allegato: 12 Confine.JPG
Siamo comunque giunti al confine fra i comuni di Ovaro e Raveo, come recita l'indicazione rossa sul tronco di un albero alla nostra sinistra.
Messaggio
27-02-2014 17.24
claudio.65 claudio.65
Ripromettendoci di indagare sulla prosecuzione della carrareccia verso la diruta malga Avedrugno, monticata dal mitico Ors di Pani nel secolo scorso, riprendiamo la via del ritorno.
Allegato: 13 Rientro.JPG
Ripromettendoci di indagare sulla prosecuzione della carrareccia verso la  diruta malga Avedrugno, monticata dal mitico Ors di Pani nel secolo scorso, riprendiamo la via del ritorno.<br />
Messaggio
27-02-2014 17.35
claudio.65 claudio.65
Da una schiarita possiamo ammirare la lunga cresta orientale del M.Forchia, pensando ad una prossima meta, quando la neve sarà più assestata.
Raggiunto il bivio di quota 960, svoltiamo quindi a sinistra e ripercorrendo a ritroso la via dell'andata torniamo così a Nogaredo ed Agrons.
Allegato: 14 Monte Forchia.JPG
Da una schiarita possiamo ammirare la lunga cresta orientale del M.Forchia, pensando ad una prossima meta, quando la neve sarà più assestata.<br />Raggiunto il bivio di quota 960, svoltiamo quindi a sinistra e ripercorrendo a ritroso la via dell'andata to
Messaggio
27-02-2014 17.39
claudio.65 claudio.65
NOTA TECNICA:
Quota di partenza: Agrons 526 metri
Quota massima: Bosco Strenz 1130 metri
Dislivello: 604 metri
Tempo andata: 2 ore
Tempo ritorno: 1 ora e 1/2
Tempo totale: 3 ore e 1/2, escluse le eventuali soste
Periodo escursione: Febbraio 2014
Cartografia consigliata:
"Itinerari sulle Colline Carniche" scala 1:25.000
edita dal Parco Intercomunale Colline Carniche
Allegato: 15 Nogaredo.JPG
NOTA TECNICA:<br />Quota di partenza: Agrons 526 metri<br />Quota massima: Bosco Strenz 1130 metri<br />Dislivello: 604 metri<br />Tempo andata: 2 ore<br />Tempo ritorno: 1 ora e 1/2<br />Tempo totale: 3 ore e 1/2, escluse le eventuali soste<br />Periodo
Messaggio
27-02-2014 17.47
claudio.65 claudio.65
VARIANTE ALLA MALGA NAVAS:
Per chi avesse ancora energie disponibili dopo l'escursione al Bosco Strenz, propongo un facile prolungamento fino alla malga Navas.
Allegato: 16 Bivio quota 960.JPG
VARIANTE ALLA MALGA NAVAS:<br />Per chi avesse ancora energie disponibili dopo l'escursione al Bosco Strenz, propongo un facile prolungamento fino alla malga Navas.
Messaggio
27-02-2014 17.54
claudio.65 claudio.65
Dal bivio di quota 960, svoltiamo a sinistra seguendo l'evidente indicazione apposta su un caratteristico cartello in legno.
Allegato: 17 Bivio.JPG
Dal bivio di quota 960, svoltiamo a sinistra seguendo l'evidente indicazione apposta su un caratteristico cartello in legno.
Messaggio
27-02-2014 18.02
claudio.65 claudio.65
Con una salita nel bosco innevato raggiungiamo uno stavolo abbandonato, ormai circondato dal bosco e testimone di antiche fienagioni estive nel luogo.
Allegato: 18 Stavolo.JPG
Con una salita nel bosco innevato raggiungiamo uno stavolo abbandonato, ormai circondato dal bosco e testimone di antiche fienagioni estive nel luogo.<br />
Messaggio
27-02-2014 18.07
claudio.65 claudio.65
Proseguiamo lungamente nel bosco incantato, tralasciando una deviazione con sbarra alla nostra sinistra.
Allegato: 19 Bosco incantato.JPG
Proseguiamo lungamente nel bosco incantato, tralasciando una deviazione con sbarra alla nostra sinistra.
Messaggio
27-02-2014 18.15
claudio.65 claudio.65
Raggiungiamo infine con un ultimo ripido tratto i Prati di Navas e nei pressi dell'abbeveratoio svoltiamo a destra ed iniziamo a salire lungo il pascolo innevato, puntando in direzone degli ormai evidenti stalloni.
Allegato: 20 Salita alla malga.JPG
Raggiungiamo infine con un ultimo ripido tratto i Prati di Navas e nei pressi dell'abbeveratoio svoltiamo a destra ed iniziamo a salire lungo il pascolo innevato, puntando in direzone degli ormai evidenti stalloni.<br />
Messaggio
27-02-2014 18.23
claudio.65 claudio.65
Arriviamo così in breve al tamer innevato ed alla caratteristica casera,aperta durante la bella stagione, con vendita di ottimi prodotti caseari.
Allegato: 21 Arrivo a malga Navas.JPG
Arriviamo così in breve al tamer innevato ed alla caratteristica casera,aperta durante la bella stagione, con vendita di ottimi prodotti caseari.<br />
Messaggio
27-02-2014 18.30
claudio.65 claudio.65
Dopo la sosta ristoratrice, riprendiamo la via del rientro scendendo verso l'abbeveratoio e percorrendo a ritroso la via dell'andata.
Allegato: 22 Discesa allabbeveratoio.JPG
Dopo la sosta ristoratrice, riprendiamo la via del rientro scendendo verso l'abbeveratoio e percorrendo a ritroso la via dell'andata.<br />
Messaggio
27-02-2014 18.42
claudio.65 claudio.65
La variante alla malga Navas porta un aumento di circa 2 ore sul tempo totale dell'escursione con un dislivello supplementare di 90 metri.
Sconsiglio la discesa verso Corva per effettuare un giro ad anello, in quanto la percorrenza della strada asfaltata fino ad Agrons non risulta molto poetica,
ma ne consiglio la salita, seguendo la precedente relazione sulla malga Navas.
Allegato: 23 Discesa.JPG
La variante alla malga Navas porta un aumento di circa 2 ore sul tempo totale dell'escursione con un dislivello supplementare di 90 metri.<br />Sconsiglio la discesa verso Corva per effettuare un giro ad anello, in quanto la percorrenza della strada asfal
Login
Iscriviti Password dimenticata ?
Nome:
Password:
Elenco Forum
Quiz
In evidenza
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva