il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 186 ospiti - 4 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Le vostre relazioni   Precedente Successivo
N. record trovati: 20
Messaggio

Malga Navas da Muina con le ciaspe

25-02-2014 12.53
claudio.65 claudio.65
Divertente ciaspolata adatta anche ai principianti, ideale dopo una bella nevicata a bassa quota, in una zona poco conosciuta della nostra Carnia.
Allegato: 1 Casera Navas.JPG
Malga Navas da Muina con le ciaspe
Messaggio
25-02-2014 12.58
claudio.65 claudio.65
ACCESSO: Dall'uscita autostradale di Carnia percorrendo la SS 52 arriviamo a Villa Santina dove imbocchiamo la SR 355 della Val Degano e percorrendola per circa 7 km, tralasciando le deviazioni per Raveo e le varie frazioni di Lauco, arriviamo al bivio successivo,dove svoltiamo a sinistra seguendo l'indicazione per Muina, che raggiungiamo in breve dopo una leggera salita.
Allegato: 2 Muina.JPG
ACCESSO: Dall'uscita autostradale di Carnia percorrendo la SS 52 arriviamo a Villa Santina dove imbocchiamo la SR 355 della Val Degano e percorrendola per circa 7 km, tralasciando le deviazioni per Raveo e le varie frazioni di Lauco, arriviamo al bivio su
Messaggio
25-02-2014 13.04
claudio.65 claudio.65
DESCRIZIONE: Lasciata l'auto nel piccolo parcheggio di fronte alla chiesa, in breve raggiungiamo le grandi lapidi in memoria dei Caduti, dove svoltiamo a destra e percorrendo in erta salita le vie Muina e Vila di Muina usciamo dal paese, continuando fino al successivo bivio nei pressi dell'isola ecologica, dove imbocchiamo a sinistra la breve stradina per Corva.
Allegato: 3 Corva.JPG
DESCRIZIONE: Lasciata l'auto nel piccolo parcheggio di fronte alla chiesa, in breve raggiungiamo le grandi lapidi in memoria dei Caduti, dove svoltiamo a destra e percorrendo in erta salita le vie Muina e Vila di Muina usciamo dal paese, continuando fino
Messaggio
25-02-2014 13.10
claudio.65 claudio.65
Transitando nelle strette stradine del suggestivo borgo, imbocchiamo verso destra una ripida strada cementata,facendo attenzione all'eventuale presenza di ghiaccio, uscendo in breve dalla frazione, dove ad un tornante possiamo ammirare un discreto panorama sul M.Tribil e sulla Madona di Loret,santuario mariano del secolo XVI.

Allegato: 4 Madona di LoretJPG
Transitando nelle strette stradine del suggestivo borgo, imbocchiamo verso destra una ripida strada cementata,facendo attenzione all'eventuale presenza di ghiaccio, uscendo in breve dalla frazione, dove ad un tornante possiamo ammirare un discreto panoram
Messaggio
25-02-2014 13.15
claudio.65 claudio.65
La stradina cementata diviene presto una comoda carrareccia con tracce di neve fresca, nonostante la modesta quota di partenza.
Allegato: 5 Inizio salita.JPG
La stradina cementata diviene presto una comoda carrareccia con tracce di neve fresca, nonostante la modesta quota di partenza.
Messaggio
25-02-2014 13.22
claudio.65 claudio.65
Con andamento sinuoso e scorci panoramici sulla Costa di Lunas, raggiungiamo il Casolare Chiampuz, ormai ridotto ad un rudere, ma testimone di un modo di vivere ormai scomparso.
Allegato: 6 Casolare Chiampuz.JPG
Con andamento sinuoso e scorci panoramici sulla Costa di Lunas, raggiungiamo  il Casolare Chiampuz, ormai ridotto ad un rudere, ma testimone di un modo di vivere ormai scomparso.<br />
Messaggio
25-02-2014 13.28
claudio.65 claudio.65
Calzate eventualmente le ciaspe, con alcuni stretti tornanti ed un rettilineo in falsopiano, arriviamo ad un bivio nei pressi di una schiarita del bosco.
Allegato: 7 Bivio Stavoli Prencis.JPG
Calzate eventualmente le ciaspe, con alcuni stretti tornanti ed un rettilineo in falsopiano, arriviamo ad un bivio nei pressi di una schiarita del bosco.<br />
Messaggio
25-02-2014 13.31
claudio.65 claudio.65
Tralasciando per il momento la prosecuzione della carrareccia, svoltiamo a sinistra, raggiungendo in breve le ampie radure degli Stavoli Prencis.
Allegato: 8 Stavoli Prencis.JPG
Tralasciando per il momento la prosecuzione della carrareccia, svoltiamo a sinistra, raggiungendo in breve le ampie radure degli Stavoli Prencis.<br />
Messaggio
25-02-2014 13.35
claudio.65 claudio.65
Gli Stavoli Prencis risultano in ottime condizioni e vengono tuttora usati nella stagione di pre e fine alpeggio dagli abitanti del luogo.
Allegato: 9 Panorama.JPG
Gli Stavoli Prencis risultano in ottime condizioni e vengono tuttora usati nella stagione di pre e fine alpeggio dagli abitanti del luogo.
Messaggio
25-02-2014 13.39
claudio.65 claudio.65
Ritornati al bivio precedente, svoltiamo ora a sinistra e riprendiamo la salita nella rada pineta, con neve sempre più alta.
Allegato: 10 Salita.JPG
Ritornati al bivio precedente, svoltiamo ora a sinistra e riprendiamo la salita nella rada pineta, con neve sempre più alta.<br />
Messaggio
25-02-2014 13.44
claudio.65 claudio.65
Lasciando in basso a sinistra lo stavolo Feletet, affrontiamo ora un ripido tratto rettilineo ed alcune svolte ravvicinate, transitando nei pressi di alcuni stavoli abbandonati al loro triste destino.
Allegato: 11 Ultime svolte.JPG
Lasciando in basso a sinistra lo stavolo Feletet, affrontiamo ora un ripido tratto rettilineo ed alcune svolte ravvicinate, transitando nei pressi di alcuni stavoli abbandonati al loro triste destino.<br />
Messaggio
25-02-2014 13.48
claudio.65 claudio.65
Uscendo definitivamente dalla pineta sbuchiamo sulle ampie distese dei Prati di Navas, nei pressi di un abbeveratoio per gli armenti, parzialmente sepolto
dalla coltre bianca.
Allegato: 12 Abbeveratoio.JPG
Uscendo definitivamente dalla pineta sbuchiamo sulle ampie distese dei Prati di Navas, nei pressi di un abbeveratoio per gli armenti, parzialmente sepolto<br />dalla coltre bianca.
Messaggio
25-02-2014 13.53
claudio.65 claudio.65
Dalla vasca svoltiamo ora decisamente verso sinistra e con leggera salita su carrareccia e l'attraversamento di una zona acquitrinosa, puntiamo verso Ovest in direzione di due caratteristici pini isolati.
Allegato: 13 Prati di Navas.JPG
Dalla vasca svoltiamo ora decisamente verso sinistra e con leggera salita su carrareccia e l'attraversamento di una zona acquitrinosa, puntiamo verso Ovest in direzione di due caratteristici pini isolati.
Messaggio
25-02-2014 13.57
claudio.65 claudio.65
Con un'ultima svolta a destra raggiungiamo infine la malga Navas, nostra meta odierna.
Allegato: 14 Arrivo alla malga.JPG
Con un'ultima svolta a destra raggiungiamo infine la malga Navas, nostra meta odierna.<br />
Messaggio
25-02-2014 14.02
claudio.65 claudio.65
La malga di Navas risulta monticata da maggio ad ottobre dalla famiglia Adami e produce,oltre a tutti gli altri tipici prodotti caseari,un ottimo formaggio recentemente premiato ad Enemonzo come migliore della Carnia.
Allegato: 15 Casera e tamer.JPG
La malga di Navas risulta monticata da maggio ad ottobre dalla famiglia Adami e produce,oltre a tutti gli altri tipici prodotti caseari,un ottimo formaggio recentemente premiato ad Enemonzo come migliore della Carnia.
Messaggio
25-02-2014 14.12
claudio.65 claudio.65
Dal tamer della malga il panorama si apre sul vicino gruppo del M.Tamai e M.Arvenis, con in primo piano i M.Tribil e M.Cucasit.
Allegato: 16 Panorama
Dal tamer della malga il panorama si apre sul vicino gruppo del M.Tamai e M.Arvenis, con in primo piano i M.Tribil e M.Cucasit.<br />
Messaggio
25-02-2014 14.17
claudio.65 claudio.65
Lasciato il complesso malghivo riprendiamo la via del ritorno, scendendo lungo i Prati di Navas fino all'abbeveratoio.
Allegato: 17 Rientro allabbeveratoio
Lasciato il complesso malghivo riprendiamo la via del ritorno, scendendo lungo i Prati di Navas fino all'abbeveratoio.<br />
Messaggio
25-02-2014 14.23
claudio.65 claudio.65
Tralasciando a sinistra la prosecuzione della carrareccia, riprendiamo la via del rientro seguendo a ritroso il percorso dell'andata.
Allegato: 18 Rientro.JPG
Tralasciando a sinistra la prosecuzione della carrareccia, riprendiamo la via del rientro seguendo a ritroso il percorso dell'andata.
Messaggio
25-02-2014 14.26
claudio.65 claudio.65
NOTA TECNICA:
Quota di partenza: Muina 520 metri
Quota di arrivo: Casera Navas 1050 metri
Dislivello: 530 metri
Dislivello reale: 550 metri, calcolando la deviazione agli Stavoli Prencis
Tempo andata: 2 ore
Tempo ritorno: 1 ore e 1/2
Tempo totale: 3 ore e 1/2, escluse le eventuali soste
Periodo escursione: Febbraio 2014
Cartografia consigliata:
"Itinerari sulle Colline Carniche" scala 1:25.000
edita dal Parco Intercomunale Colline Carniche
Allegato: 19 Stavoli Prencis
NOTA TECNICA:<br />Quota di partenza: Muina 520 metri<br />Quota di arrivo: Casera Navas  1050 metri<br />Dislivello: 530 metri<br />Dislivello reale: 550 metri, calcolando la deviazione agli Stavoli Prencis<br />Tempo andata: 2 ore<br />Tempo ritorno: 1
Messaggio
05-03-2014 09.58
ivo.sentierinatura ivo.sentierinatura
Le immagini sono a posto.
Attenzione in futuro a inviare nomi di file con estensione (.jpg) altrimenti le foto non vengono riconosciute dal server e generano l'errore che si è verificato.
Login
Iscriviti Password dimenticata ?
Nome:
Password:
Elenco Forum
Quiz
In evidenza
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva