il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 161 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Le vostre relazioni   Precedente Successivo
N. record trovati: 8
Messaggio

Cima XII - Ferozzo (m.2336)

10-10-2013 21.57
claudio.65 claudio.65
Una bella escursione sulla massima elevazione dell'Altopiano di Asiago e della provincia di Vicenza.
Allegato: Cima XII.jpg
Cima XII - Ferozzo (m.2336)
Messaggio
10-10-2013 21.58
claudio.65 claudio.65
ACCESSO: Dal centro di Asiago, raggiunto Camporovere, proseguiamo lungo la SP 349 della Val d'Assa fino al bivio della Val Scaletta, dove svoltiamo a destra seguendo l'indicazione per la malga Galmarara .
Risalendo la vecchia strada militare, che dopo un primo tratto cementato diviene sterrata, arriviamo al bivio di Basa Senocio dove, tralasciata a sinistra la prosecuzione verso la casara omonima, con alcune serpentine ravvicinate superiamo il gradino roccioso ed entriamo in Val Galmarara.
Volgendo ora verso Nord la rotabile sterrata, diventata ora più sassosa, e rasentando la malga Malgararetta, arriva infine all'importante bivio di quota 1614, nei pressi di malga Galmarara.
Allegato: Bivio Quota 1614.jpg
ACCESSO: Dal centro di Asiago, raggiunto Camporovere, proseguiamo lungo la SP 349 della Val d'Assa fino al bivio della Val Scaletta, dove svoltiamo a destra seguendo l'indicazione per la malga Galmarara .<br />Risalendo la vecchia strada militare, che dop
Messaggio
10-10-2013 22.12
claudio.65 claudio.65
DESCRIZIONE: Lasciata l'auto nel piccolo parcheggio, tralasciando a sinistra la carrareccia d'accesso alla malga Galmarara, proseguiamo verso Nord lungo la vecchia strada militare, contrassegnata CAI 830.
Dopo circa mezz'ora dalla partenza in località Busa della Pesa (m. 1.755) abbandoniamo la strada militare e salendo fra i mughi ed alcune radure, lungo i Granari di Galmarara raggiungiamo il Bivio Italia.
Allegato: Bivio Italia.jpg
DESCRIZIONE: Lasciata l'auto nel piccolo parcheggio, tralasciando a sinistra la carrareccia d'accesso alla malga Galmarara, proseguiamo verso Nord lungo la vecchia strada militare, contrassegnata CAI 830.<br />Dopo circa mezz'ora dalla partenza in localit
Messaggio
10-10-2013 22.25
claudio.65 claudio.65
All'importante crocevia ritroviamo la strada militare e, tralasciando le altre deviazioni, proseguiamo sempre verso settentrione lungo la carrareccia CAI 835 e, transitando fra il M.Frate e il M.Colombaretta di Galmarara, raggiungiamo il successivo bivio di quota 1.985.
Allegato: Bivio Quota 1985.jpg
All'importante crocevia ritroviamo la strada militare e, tralasciando le altre deviazioni, proseguiamo sempre verso settentrione lungo la carrareccia CAI 835 e, transitando fra il M.Frate e il M.Colombaretta di Galmarara, raggiungiamo il successivo bivio
Messaggio
10-10-2013 22.35
claudio.65 claudio.65
Tralasciando ora a destra la carrareccia verso la zona del M.Ortigara, proseguiamo a sinistra lungo il CAI 835, ridiventato sentiero, e con andamento a tratti sinuoso arriviamo in breve al Portello di Galmarara ed al bivio di quota m.2,175.
Allegato: Bivio Quota 2175.jpg
Tralasciando ora a destra la carrareccia verso la zona del M.Ortigara, proseguiamo a sinistra lungo il CAI 835, ridiventato sentiero, e con andamento a tratti sinuoso arriviamo in breve al Portello di Galmarara ed al bivio di quota m.2,175.
Messaggio
10-10-2013 22.47
claudio.65 claudio.65
Dal Portello di Galmarara seguiamo sempre in salita il sentiero CAI 835 che, nell'ultimo tratto, risulta piuttosto ripido e facendosi talvolta strada tra impenetrabili mughete raggiunge l'ampia vetta con l'alta croce di legno.
Allegato: La croce di vetta.jpg
Dal Portello di Galmarara seguiamo sempre in salita il sentiero CAI 835 che, nell'ultimo tratto, risulta piuttosto ripido e facendosi talvolta strada tra impenetrabili mughete raggiunge l'ampia vetta con l'alta croce di legno.
Messaggio
10-10-2013 22.58
claudio.65 claudio.65
Poco più in basso a nord si trova la grande croce di ferro della S.A.T. (Società degli Alpinisti Tridentini) visibile da Borgo Valsugana.
Ferozzo, il vecchio nome di Cima XII, deriva dalla parlata cimbra e dalle credenze religiose dell'antico popolo, cioè da Frea-Ioch, ossia Giogo di Frea, una divinità scandinava.
Allegato: La croce della S.A.T..jpg
Poco più in basso a nord si trova la grande croce di ferro della S.A.T. (Società degli Alpinisti Tridentini) visibile da Borgo Valsugana.<br />Ferozzo, il vecchio nome di Cima XII, deriva dalla parlata cimbra e dalle credenze religiose dell'antico popolo,
Messaggio
10-10-2013 23.03
claudio.65 claudio.65
NOTA TECNICA:
Quota di partenza : Bivio in Val Galmarara 1614 metri
Quota di arrivo : Cima XII 2336 metri
Dislivello : 722 metri
Dislivello reale : 750 metri
Tempo andata: 3 ore e mezza
Tempo ritorno: 2 ore e mezza
Tempo totale: 6 ore
Tempo ritorno : 2 ore
Cartografia: Tabacco 50, ed.2006,
Altopiano dei Sette Comuni Foglio 2 Nord, ed.2006
Allegato: Panorama verso Sud.jpg
NOTA TECNICA:<br />Quota di partenza : Bivio in Val Galmarara 1614 metri<br />Quota di arrivo : Cima XII 2336 metri<br />Dislivello : 722 metri<br />Dislivello reale : 750 metri<br />Tempo andata: 3 ore e mezza<br />Tempo ritorno: 2 ore e mezza<br />Tempo
Login
Iscriviti Password dimenticata ?
Nome:
Password:
Elenco Forum
Quiz
In evidenza
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva