il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 57 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Le vostre relazioni   Precedente Successivo
N. record trovati: 15
Messaggio

Anello del monte Sabotino (Gorizia)

02-10-2005 00:00
luciano.bressan luciano.bressan
DATI GENERALI

Quota minima:150 m (circa)
Quota massima:609 m
Dislivello:459 m
Tempo impiegato:3h15m (con variante e breve sosta al rifugio)
Difficoltà:nessuna, il sentiero (eccetto la variante) si svolge su territorio italiano.
Cartografia:Goriška (1:50000 del Geodetski Zavod Slovenije) (di scarso dettaglio, non riporta il sentiero di discesa). Decisamente Molto più interessante il libro "Escursioni sui primi rilievi panoramici del FVG" edito da CO.EL. (Udine)
Data:25 settembre 2005
Periodo consigliato:Ottobre-Novembre in corrispondenza del cambio di colore del sommacco, evitare l’estate e i giorni caldi

AVVICINAMENTO

Ipotizzando di arrivare da Udine (SS 56), superato l’abitato di Lucinico inizia la discesa che porta a Gorizia, al termine di questa discesa svoltare a sinistra (cartello per Piedimonte), giunti ad un incrocio, proseguire a sinistra (tunnel sottopasso ferroviario) ed attraversare l’intero paese di Piedimonte. Circa 200 metri dopo una curva a gomito in discesa, si risale per arrivare ad un incrocio dove si proseguirà a sinistra (cartello per Oslavia, a destra vi è il ponte sul fiume Isonzoche non va superato). Si raggiunge subito il paese di Piuma, in centro paese prendere la strada a destra (cartello per San Mauro). Attraversato tutto l’abitato ci si troverà sotto le pendici del Sabotino. Giunti alla chiesa (foto 1) si potrà decidere di parcheggiare qui (ultimo parcheggio “comodo”) o di proseguire per non più di 200 metri cercando un parcheggio lungo i bordi della strada.

SALITA

Circa 200 metri dopo la chiesa, prendere la stradina di destra che porta le indicazioni Cimitero e Parrocchia (foto 2) , in brevissimo, si arriva ad un dosso con trivio dove si trova un cartello blu che segnala la vicinanza di un valico agricolo ("punto di passaggio agricolo di Castel San Mauro") . Si continua lasciando sulla propria destra il cartello prendendo il ben evidente sentiero centrale, in breve si raggiunge la strada asfaltata militare che in modo anulare racchiude e sorveglia dall’alto la strada slovena che attraversa il territorio italiano. Questa strada costruita all’inizio degli anni ’80 a seguito degli accordi di Osimo non può non fare ricordare tempi fortunatamente passati. Si prosegue girando a sinistra (a destra si vede il ponte lato sud-est dell’anello di guardia italiano) e, camminando di fianco alla strada slovena (che si trova diversi metri sotto di noi) raggiungere il ponte nord-ovest. Superatolo si prende l’evidente strada in salita che, con buona pendenza, ci permetterà di raggiungere una vecchia caserma militare, la strada è costituita da 7 tornanti quasi tutti segnati da un cartello con il numero del tornante. Raggiunto il sesto tornante si osserverà sulla destra la carrareccia dalla quale ritorneremo indietro. La strada termina con il portone della vecchia caserma ora utilizzata come impianto di telecomunicazione. Si prende il ben tracciato sentiero di destra che aggira la costruzione (all’interno della costruzione si notano i tre pannelli luminosi Rosso/Bianco/verde ben visibili di notte dalla città) e si prosegue in salita su sentiero sassoso e poi su scala di cemento dotata di corrimano di ferro (foto 3), in breve si raggiunge la cima (foto 4) e la vista si apre a 360 gradi con a est, in primo piano, il santuario di Monte Santo (foto 5) e a sud la lunga valle del Vipacco. Panoramica e completa la vista sulle due Gorizie divise da un confine intestino Una colonna con un disco metallico riporta il nome e le direzioni dei monti visibili. Diversi sono i resti di costruzioni militari presenti in cima e lungo la cresta

VARIANTE

Dalla cima proseguire a sinistra (nord-ovest) lungo il segnalato sentiero sloveno (foto 6) che in pochi minuti ci porta al rifugio sloveno (tipicamente aperto di domenica). Immediatamente prima dell'edificio svoltare a sinistra seguendo le indicazioni bianco/rosse, si raggiunge così l’ingresso di una galleria formata da due stanze collegate tramite una ripida scala attrezzata con fune metallica (foto 7) . Spettacolare la vista sul monte Santo dalle finestre scavate nella roccia (foto 8). Usciti dalla galleria, proseguire per circa 50 metri su sentiero assicurandosi alla fune metallica, al termine dei resti di una scala in cemento, scavalcare la fune e proseguire per il sentiero che dopo pochi metri ci porta all’ingresso di una grotta (targa "Comando di settore"). Subito dopo, s’incontrerà una vasca con sopra scritto "Bagno ufficiali"… un pensiero alle condizioni di vita di quei tempi. Al termine si ripercorrerà il sentiero fino a raggiungere di nuovo la cima (foto 9, 10)

DISCESA

Dalla cima procedere verso sud-est percorrendo il crinale che segna il confine fra l’Italia e la Slovenia, il sentiero a tratti si sdoppia sui due versanti e curiosa risulta la densità dei cippi che segnalano il confine (foto 11). Percorrendo la cresta ben si capisce il percorso dell'Isonzo, il fiume scende da nord-ovest ingabbiato fra le pendici del Sabotino e del Monte Santo (foto 12), ruota di 90 gradi verso sud-ovest seguendo le pendici sud del Sabotino e si libera nella piana formata dalle due Gorizie. Ad un certo punto si noteranno in lontananza, in linea con la traccia del sentiero, i resti (da poco recuperati) della chiesa di San Valentino (foto 13). Raggiunta la chiesa (foto 14) si dovrà ritornare indietro per circa 50 metri e prendere l’unico sentiero che si stacca a sinistra in discesa, il sentiero si allarga in una piacevole carrareccia che, in discesa, ci riporterà al sesto tornante precedentemente superato. Una volta raggiunto il ponte sulla strada slovena, si potrà continuare in discesa a destra rispetto la strada da cui si è arrivati, facendo così, in breve si raggiunge l’abitato di San Mauro (cartello), svoltato a sinistra in circa 300 metri si raggiunge il punto di partenza.

EMail: bressanluciano@virgilio.it

Carta Tabacco: 054
Dislivello: 500
Tempi: 3h15m
Periodo: Settembre 2005
Allegato: Copertina.jpg
Anello del monte Sabotino (Gorizia)
Messaggio
02-10-2005 00:00
luciano.bressan luciano.bressan
01-Chiesa di San Mauro
Allegato: 01-Chiesa di San Mauro.jpg
01-Chiesa di San Mauro
Messaggio
02-10-2005 00:00
luciano.bressan luciano.bressan
02-Incrocio, svoltare a destra
Allegato: 02-Incrocio svoltare a destra.jpg
02-Incrocio, svoltare a destra
Messaggio
02-10-2005 00:00
luciano.bressan luciano.bressan
03-Ultimi metri di salita su gradini di cemento e corrimano
Allegato: 03-Ultimi metri di salita su gradini di cemento e corrimano.jpg
03-Ultimi metri di salita su gradini di cemento e corrimano
Messaggio
02-10-2005 00:00
luciano.bressan luciano.bressan
04-La cima del Sabotino, a destra la lunga vallata del Vipacco
Allegato: 04-La cima del Sabotino a destra la lunga vallata del Vipacco.jpg
04-La cima del Sabotino, a destra la lunga vallata del Vipacco
Messaggio
02-10-2005 00:00
luciano.bressan luciano.bressan
05-Vista sul santuario di Monte Santo
Allegato: 05-Vista sul santuario di Monte Santo.jpg
05-Vista sul santuario di Monte Santo
Messaggio
02-10-2005 00:00
luciano.bressan luciano.bressan
06-Sentiero verso il rifugio con le prime foglie rosse del sommacco
Allegato: 06-Sentiero verso il rifugio con le prime foglie rosse del sommacco.jpg
06-Sentiero verso il rifugio con le prime foglie rosse del sommacco
Messaggio
02-10-2005 00:00
luciano.bressan luciano.bressan
07-Scala all’interno della galleria posta "dietro" il rifugio sloveno
Allegato: 07-Scala allinterno della galleria posta dietro il rifugio sloveno.jpg
07-Scala all’interno della galleria posta "dietro" il rifugio sloveno
Messaggio
02-10-2005 00:00
luciano.bressan luciano.bressan
08-Vista su monte Santo da una delle finestre della galleria
Allegato: 08-Vista su monte Santo da una delle finestre della galleria.jpg
08-Vista su monte Santo da una delle finestre della galleria
Messaggio
02-10-2005 00:00
luciano.bressan luciano.bressan
09-Scalinata che riporta alla cima del Sabotino
Allegato: 09-Scalinata che riporta alla cima del Sabotino.jpg
09-Scalinata che riporta alla cima del Sabotino
Messaggio
02-10-2005 00:00
luciano.bressan luciano.bressan
10-Una delle diverse costruzioni militari presenti lungo la cresta
Allegato: 10-Una delle diverse costruzioni militari presenti lungo la cresta.jpg
10-Una delle diverse costruzioni militari presenti lungo la cresta
Messaggio
02-10-2005 00:00
luciano.bressan luciano.bressan
11-Serie di cippi che fa da segnavia (alcuni sono posti sopra alti sassi)
Allegato: 11-Serie di cippi che fa da segnavia alcuni sono posti sopra alti sassi.jpg
11-Serie di cippi che fa da segnavia (alcuni sono posti sopra alti sassi)
Messaggio
02-10-2005 00:00
luciano.bressan luciano.bressan
12-Vista sull’Isonzo (prima della centrale idroelettrica di Salcano)
Allegato: 12-Vista sullIsonzo prima della centrale idroelettrica di Salcano.jpg
12-Vista sull’Isonzo (prima della centrale idroelettrica di Salcano)
Messaggio
02-10-2005 00:00
luciano.bressan luciano.bressan
13-Vista di lontano sui resti della chiesa di San Valentino
Allegato: 13-Vista di lontano sui resti della chiesa di San Valentino.jpg
13-Vista di lontano sui resti della chiesa di San Valentino
Messaggio
02-10-2005 00:00
luciano.bressan luciano.bressan
14-Foto dalla chiesa di San Valentino
Allegato: 14-Foto dalla chiesa di San Valentino.jpg
14-Foto dalla chiesa di San Valentino
Login
Iscriviti Password dimenticata ?
Nome:
Password:
Elenco Forum
Quiz
In evidenza
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva