il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 116 ospiti - 2 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Le vostre relazioni   Precedente Successivo
N. record trovati: 11
Messaggio

Monte Valcalda (m 1908) da casera Teglara

29-06-2004 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi


Si lascia casera Teglara (Foto 1) seguendo ancora il sentiero CAI 826 verso ovest per pochi minuti fino ad un quadrivio segnalato da un palo con vecchi cartelli di legno. La direzione da prendere è verso destra (nord) sempre con il sentiero 826.
Il sentiero diventa subito poco più di una traccia e risale in dolce salita l’ampio vallone prativo che scende dal Valcalda e dal vicino monte Teglara (Foto 2). Questo vallone, di natura evidentemente carsica, è cosparso di massi e piccoli inghiottitoi dove spesso si trova della neve residua (Foto 3) ed è ricco di rododendri irsuti (Rhododendron hirsutum), rodotamni (Rhodothamnus chamaecistus) e di altra flora subalpina (es. Foto 4: Gentiana clusii e Globularia). I segnavia, rinvenibili sui massi lungo il tragitto, sono radi e bisogna fare attenzione ad individuarli per non perdere la direzione. In ogni caso si risale questo vallone quasi interamente fino ad un masso con segnato un deciso cambiamento di direzione: si punta decisamente a sinistra (ovest) guadagnando una cresta erbosa che si risale sul lato destro (sinistro orografico) (30 minuti dalla malga Teglara).
Qui il panorama è già eccezionale verso la Val Tramontina, il lago di Redona e verso ovest fino alle dolomiti. Più in alto, si traversa ancora a sinistra e si attraversano due canaloni che rappresentano la parte più delicata dell’itinerario. Il sentiero, infatti, è ridotto ad una specie di cengia, un po’ esposta sui dirupi colonnari che caratterizzano il versante meridionale del Valcalda. Si raggiungono così i prati sommitali dove il sentiero si perde completamente e i segnavia sbiaditi sono nascosti nell’erba alta. Comunque è consigliabile superare i prati diagonalmente verso destra (attenzione: proseguendo diritti il prato termina pericolosamente su un altro canalone strapiombante!) raggiungendo la cresta sommitale da cui si vede, verso sinistra, la croce di vetta.
La si raggiunge proseguendo comodamente sul filo di cresta in 5 minuti (Foto 5) (ore 1 e 10 minuti circa dalla Teglara). Il panorama è stupendo a 360° dalla pianura pordenonese alle Dolomiti d’oltre Piave (Foto 6), alle altre Prealpi Carniche con in primo piano il monte Rest (Foto 7 e 8), il profondo solco della Val Viellia e il Frascola (Foto 9). Verso nord le Alpi Carniche con l’imponente Cogliàns segnate dai due solchi del Canale di Gorto e di San Pietro. Più sotto, la piana dove scorre il Tagliamento. Ad est, nella rada foschia si distinguono chiaramente il Montasio, il Canin, Lo Jalovec e le altre Giulie.
Il ritorno si svolge lungo lo stesso itinerario di salita.

Note:
Escusione in piena esposizione di sole; sentiero spesso ridotto ad una traccia, segnavia radi; potrebbe creare problemi d'orientamento in caso di nebbia.

EMail: dorjep@inwind.it

Carta Tabacco: 028
Dislivello: 400
Tempi: 1h e 15 min.
Periodo: Giugno 2004
Allegato: Copertina.jpg
Monte Valcalda (m 1908) da casera Teglara
Messaggio
29-06-2004 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
01-Arrivo a casera Teglara
Allegato: 01-Arrivo a casera Teglara .jpg
01-Arrivo a casera Teglara
Messaggio
29-06-2004 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
02-Vallone carsico che circonda le pendici sud est del Valcalda e del monte Teglara
Allegato: 02-Vallone carsico che circonda le pendici sud est del Valcalda e del monte Teglara.jpg
02-Vallone carsico che circonda le pendici sud est del Valcalda e del monte Teglara
Messaggio
29-06-2004 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
03-Le numerose depressioni del vallone che si risale per il Valcalda ospitano ancora neve residua
Allegato: 03-Le numerose depressioni del vallone che si risale per il Valcalda ospitano ancora neve residua.jpg
03-Le numerose depressioni del vallone che si risale per il Valcalda ospitano ancora neve residua
Messaggio
29-06-2004 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
04-Lungo il vallone per la salita al Valcalda si incontrano numerose specie di flora subalpina: Genziane e globularie
Allegato: 04-Lungo il vallone per la salita al Valcalda si incontrano numerose specie di flora subalpina Genziane e globularie.jpg
04-Lungo il vallone per la salita al Valcalda si incontrano numerose specie di flora subalpina: Genziane e globularie
Messaggio
29-06-2004 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
05-La croce di vetta del Valcalda posta dal CAI di Tramonti nel 1982
Allegato: 05-La croce di vetta del Valcalda posta dal CAI di Tramonti nel 1982.jpg
05-La croce di vetta del Valcalda posta dal CAI di Tramonti nel 1982
Messaggio
29-06-2004 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
06-Dalla vetta del Valcalda si distinguono le Dolomiti d'oltre Piave e le altre Prealpi Carniche e Clautane
Allegato: 06-Dalla vetta del Valcalda si distinguono le Dolomiti doltre Piave e le altre Prealpi Carniche e Clautane.jpg
06-Dalla vetta del Valcalda si distinguono le Dolomiti d'oltre Piave e le altre Prealpi Carniche e Clautane
Messaggio
29-06-2004 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
07-Dalla vetta del Valcalda lo sguardo spazia lungo tutta la valle di Tramonti
Allegato: 07-Dalla vetta del Valcalda lo sguardo spazia lungo tutta la valle di Tramonti.jpg
07-Dalla vetta del Valcalda lo sguardo spazia lungo tutta la valle di Tramonti
Messaggio
29-06-2004 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
08-Dalla cima del Valcalda verso ovest si distingue in primo piano la punta erbosa del M.te rest. Più sotto, il ricovero Sopareit
Allegato: 08-Dalla cima del Valcalda verso ovest si distingue in primo piano la punta erbosa del M.te rest. Più sotto il ricovero Sopareit.jpg
08-Dalla cima del Valcalda verso ovest si distingue in primo piano la punta erbosa del M.te rest. Più sotto, il ricovero Sopareit
Messaggio
29-06-2004 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
09-Dalla vetta del Valcalda si distingue bene il solco della Val Viellia e il M.te Frascola
Allegato: 09-Dalla vetta del Valcalda si distingue bene il solco della Val Viellia e il M.te Frascola.jpg
09-Dalla vetta del Valcalda si distingue bene il solco della Val Viellia e il M.te Frascola
Messaggio
29-06-2004 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
10-Dalla cima del Valcalda verso est si distingue il Montasio, il Canin e altre cime delle Giulie
Allegato: 10-Dalla cima del Valcalda verso est si distingue il Montasio il Canin e altre cime delle Giulie.jpg
10-Dalla cima del Valcalda verso est si distingue il Montasio, il Canin e altre cime delle Giulie
Login
Iscriviti Password dimenticata ?
Nome:
Password:
Elenco Forum
Quiz
In evidenza
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva