il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 148 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum GPS   Precedente Successivo
N. record trovati: 3
Messaggio

Anello Re di Sassonia - Rif. Corsi - M.ga Grantagar

05-06-2016 15.29
gianfranco.druidi gianfranco.druidi
Salita a capanna Brunner sul ben noto sentiero CAI 625, colpiscono i numerosi faggi con le foglie secche, di cui molte sono già a terra, man mano che si prende quota si può osservare il fenomeno in tutta la vallata in un’ampia fascia di quota i faggi sono tutti con le foglie marroni. Guardandole singolarmente si notano tanti piccoli forellini su ogni foglia. Salendo, se guardate in alto dall’altra parte del torrente, osserverete un tratto di roccia di tinta gialla, un evidente tratto franato, è proprio li che passa il Re di Sassonia.
Dalla capanna dopo molti anni si può di nuovo imboccare il sentiero Re di Sassonia. Dopo circa cinquecento si raggiunte quel tratto franato, visto prima dal sentiero basso. Qui è necessaria l’imbragatura per attaccarsi al cavo che traversa la frana, si è molto esposti. Superato questo ci si può godere il magnifico panorama per una buona mezz’ora di camminata, finchè si giunge ad attraversare prima uno e poi un altro ghiaione. L’esposizione è ridotta ma siccome il terreno è ghiaioso, e la battuta stretta, porre molta attenzione. Dopo questo tratto ho incontrato un nutrito gruppo di manutentori del sentiero, un grazie da parte di tutti gli amanti della montagna per l’enorme lavoro fatto per ripristinare questo spettacolare sentiero.
Dopo un’ora e mezza abbondante da capanna Brunner si giunge al sentiero CAI 650/629 che sale al Corsi. L’idea iniziale era chiudere l’anello passando per forcella del Vallone, e poi scendere per il Vallone di Riofreddo fino a cappanna Brunner, ma visto il peggioramento del tempo e l’incognita neve, ho chiuso l’anello scendendo a malga Grantagar dal bivio poco sotto al Corsi. Da Grantar si scende sulla rotabile (nella traccia registrata in discesa ho seguito la traccia nera indicata in tabacco ma la sconsiglio totalmente, il sentiero è assente e le pendenze improponibili) fino alla provinciale SP76, da qui poco meno di due km di asfalto ci separano dall’auto parcheggiata inizialmente.
Traccia GPX: 2016-06-04_Anello_re_di_Sassonia.gpx
Visualizza la mappa dettagliata
Messaggio
05-06-2016 15.32
gianfranco.druidi gianfranco.druidi
Dislivello D+ 1400 m . Lunghezza 13 km circa. Difficoltà sentiero Re di Sassonia EEA
Messaggio
06-06-2016 20.04
brunomik brunomik
Mamma mia, l'ho percorso nel lontano 1983 e causa il tratto franato e conseguente impercorribilità l'avevo quasi cancellato dalla memoria. Grazie di avermi fatto ricordare una gran bella giornata.
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva