il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 179 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum GPS   Precedente Successivo
N. record trovati: 1
Messaggio

Sul Carso goriziano, il Brestovec

22-02-2013 12.42
brunomik brunomik
Posto questa traccia per una escursione su una collina (essendo alto poco più di 200 metri non è un monte) del Carso goriziano. E' però una bella passeggiata tra resti della Grande Guerra e poco sotto la cima del monte sono state restaurate delle interessanti gallerie di guerra. Diciamo subito che io le avevo visitate molto prima del "recupero" e mi piaceva molto di più prima. Adesso è certamente più comodo ma manca quell'atmosfera dell'abbandono che mi permetteva di immergermi meglio ai tempi della Grande Guerra. Adesso ci sono spiegazioni, parti di lettere scritte dai soldati, figure in metallo ed altro ma manca proprio l'atmosfera ed ovviamente è solo un mio parere.
Chiuso il discorso sul Brestovec passo a scrivere qualche parola sul giro e inizio col dire dove conviene parcheggiare e se uno vuol solamente salire il Brestovec e visitare le gallerie il posto giusto è il paese di San Michele del Carso mentre se si vuole fare il giro fatto da me si percorre la strada statale del Vallone da Gorizia verso Monfalcone e poi a Bivio Devetacchi svoltare verso Doberdò del Lago e poche decine di metri dopo svoltare a sinistra verso il piccolissimo paese di Visintini e poco dopo presso una secca curva a destra parcheggiare. Poi si passa sotto la strada e si costeggia la SS55 per poche decine di metri (traffico) fino ad un ber-ristorante e quindi si attraversa la statale. Dall'altra parte della strada c'è una cava, non so se in attività o no, che crea più di qualche problema dato che è recintata ed è inoltre vietato salire per la stradina di servizio. Io l'ho fatto fino alla recinzione e poi ho costeggiato la rete verso destra (non del tutto facile ma sono pochi metri) fino ad arrivare su una traccia piuttosto evidente che ho seguito arrivando infine ad incrociare i rassicuranti segnavia biancorossi del CAI. Li ho seguiti verso sinistra costeggiando la cava finchè la cava non è più un problema. Si giunge quindi alla strada che da Devetacchi porta al confine con la Slovenia (molto vicino) e si sale per pochi metri prendendo sempre il sentiero segnalato. Si seguono i segni fino ad arrivare su una mulattiera molto larga che si segue verso sinistra e si scende lungamente fino a giungere nuovamente a dover attraversare la SS55 (attenzione traffico piuttosto intenso) e dopo poche decine di metri si imbocca la stradina bianca, segni e tabelle per il percorso del Brestovec. Al terzo tornante ho voluto dare un'occhiata alla cima a nord del Brestovec con notevoli resti di trincee poco sotto la cima. Tornato quindi alla stradina l'ho seguita fino al tornante successivo dove ho preso la stradina per il Brestovec. Prima della "valorizzazione" c'era un sentierino segnalato molto bello in mezzo al bosco mentre adesso una stradina "larga e comoda" (meglio decisamente prima almeno per me). Si procede e in breve si giunge all'ingresso delle gallerie del Brestovec di cui ho già scritto a sufficienza. All'uscita dall'altra parte si può salire, e conviene farlo decisamente, sulla cima del Brestovec caratterizzata da un obelisco. Per tornare al parcheggio si segue la stradina che porta verso il paese di San Michele del Carso, frazione Cotici inferiore e dopo un centinaio di metri c'è un bivio dove si prende la traccia verso sinistra per Devetacchi. Si scende per la stradina, si evita una fuorviante traccia segnalata da segni rossi proprio sotto l'elettrodotto, e si giunge a pochissima distanza dal parcheggio.
Ultimo avviso la stagione giusta per fare questo anello è proprio l'inverno dato che il Carso è pieno di zecche e anche le vipere non sono poche.
Traccia GPX: Traccia.gpx
Visualizza la mappa dettagliata
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva