il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 118 ospiti - 1 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum GPS   Precedente Successivo
N. record trovati: 1
Messaggio

Trekking Alpi Giulie

29-08-2010 00.00
enrico@bluexplorers.it enrico@bluexplorers.it
Partenza da Val Rio del Lago (Predil)/(3Km da Sella nevea). Si parcheggia l'auto in prossimità dei ruderi "Vecchia polveriera" da qui, imboccando il sentiero 628 si sale per carrareccia, con tratti di notevole pendenza, fino alla malga Grantagar. Ora, puntando sul locale della teleferica e tenendo questo sulla destra, si prosegue sul "sentiero dei tedeschi", qui si dimenticherà presto la monotonia dei tornanti percorsi sulla carrareccia, l'ambiente è meraviglioso, l'acqua dei ruscelli che dovremo guadare per un paio di volte, crea la colonna sonora di questo procedere per sentiero da fiaba. Lungo questo tratto troveremo un paio di corrimano in cavo d'acciaio che agevoleranno il cammino su alcune cenge.
Il tracciato ben evidenziato dai classici segnavia ci condurrà ai cospetti dell'accogliente Rifugio Corsi. Ora potremmo saziare i nostri occhi facendo spaziare lo sguardo su di un orizzonte a 360° ed avremo comunque un bel da fare a soffermarci, con esso, su di un punto ben preciso.
Rifocillati nel corpo e nell'animo, si prosegue a nord in direzione della monumentale Forcella Mosè che raggiungeremo da lì a circa 1 ora, percorrendo la traccia evidanziata con dei punti di vernice rossa posti su rocce caratteristiche. Nel procedere, il nostro sguardo verrà attratto da numerose testimonianze della presenza, in questo luogo, di resti di manufatti risalenti al 1° conflitto mondiale e presto il nostro pensiero si tufferà nel periodo del 15/18 e cercherà di immaginare come poteva essere il contrasto della magnificenza che ci circonda con l'orrore della guerra che i popoli di quel periodo stavano vivendo. A breve, comunque, raggiungeremo l'ambita forcella e questa, aprendosi a sipario, ci farà scorgere l'orrido che scende verso la Spragna in Val Saisera.
Bellissimi panorami, Grande interesse storico, flora e fauna notevoli. Punto d'appoggio per numerosi altri percorsi, il Rifugio Corsi "Gestito" . SI RACCOMANDA L'USO DELL'ELMETTO E DELL'ATTREZZATURA IDONEA AL PERCORSO PIANIFICATO.
Traccia GPX: FORCELLA MOSE DALLA POLVERIERA.GPX
Visualizza la mappa dettagliata
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva