il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 96 ospiti - 1 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum escursioni FVG   Precedente Successivo
N. record trovati: 9
Messaggio

Creta Grauzaria

21-05-2012 00.00
brex75 brex75
Un saluto a tutti; qualcuno ha notizie "fresche" del sentiero Ferrucci e "Cengle dal bec" che permettono di compiere il periplo della Creta Grauzaria (condizioni sentiero, segnavia, condizioni attrezzature e anche un giudizio sul giro) ? Ringrazio anticipatamente. Mandi.
Messaggio
22-05-2012 00.00
marco.d marco.d
notizie proprio fresche fresche no... ho fatto il giro, con annessa ascesa alla Grauzaria, nell'agosto 2009. Il sentiero mi è sembrato ben attrezzato in tutti i punti opportuni, e ben segnalato. Ricordo solo un problema di orientamento salendo dalla cenlge dal bec verso il portonat, più o meno all'altezza del ricongiungimento del 446 con il 444, in corrispondenza di un ghiaione/colatoio che era franato e che era opportuno superare tenendosi a sinistra. Per salire alla Grauzaria, superato il primo passaggio un po' più ostico proprio all'attacco sul Poronat, non ci sono altri problemi, salvo una leggera esposizione. Giro a mio parere molto bello, in ambiente davvero selvaggio (in pieno agosto non avevo incontrato anima viva, salvo alcuni che salivano sulla Grauzaria per la via normale). Saluti
Messaggio
23-05-2012 00.00
Salvan Salvan
Ho effettuato l’anello nell’ottobre scorso, in senso antiorario: consiglio questo verso per evitare la faticosa risalita del Lavaron de la Crete fino al Portonat. Unica difficoltà di orientamento, come dice Rudy, è stata individuare i passaggi più opportuni per attraversare il Lavaron e giungere all’attacco della cengia. A questo proposito, conviene scendere dal Portonat seguendo fedelmente il 444, lungo il quale si incontrano delle segnalazioni su di un grosso masso che indicano dove reperire una labile traccia tra le ghiaie che scende nel Lavaron. La cengle è quasi ovunque ampia ed agevole e termina in corrispondenza del canalone tra Cima Senza Nome e l’avancorpo 1620mt a SE di quest’ultima. La risalita dello stretto canalone è agevolata da funi metalliche (un tratto originariamente di III, piuttosto aereo) che ho trovato in ottimo stato ma bisogna tener presente che ad inizio stagione le attrezzature possono essere state oggetto di caduta di pietre. Dal forcellino al termine del canalone ci si cala nel versante opposto (attrezz.) sul fondo del canalone SE della C. S. N., quindi si risale per ghiaie la sponda opposta e si è in vista del Gran Circo. Per scendere lungo il 446 nel tratto tra il Biv. Feruglio ed i Campanili di Flop, prestare attenzione alle segnalazioni non sempre evidenti in discesa sul costone che fiancheggia la frana.
Messaggio
23-05-2012 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
Molto utile questo aggiornamento sulla Cengle dal Bec; ti chiedo però, se ti ricordi, i tempi complessivi per fare l'intero anello SENZA salire alla Grauzaria. Grazie in anticipo! Giuseppe.
Messaggio
24-05-2012 00.00
Salvan Salvan
Sempre tenendo presente che le tempistiche sono un elemento molto soggettivo, direi che ho impiegato un 8 h abbondanti, soste comprese (credo di essere un “camminatore medio”). Circa h 1:45’ dai Nanghez al Portonat, 1 h per scendere all’attacco della cengia, 2 h e 30’ dall’attacco al Biv. Feruglio e altre 3 dal Biv. al p.to di partenza.
Messaggio
26-05-2012 00.00
remo remo
considera che tra salite e discese ci sono circa 1700 mt di dislivello. buona camminata
Messaggio
04-10-2012 14.06
karim1982 karim1982
pensavo di andare sulla creta grauzaria questa domenica, fare tutto il giro cima compresa... qualcuno per caso è stato di recente?
Messaggio
04-10-2012 19.19
rudy75 rudy75
Salito alla Grauzaria via Portonat. Prima del rifugio prendi subito a sinistra oppure sali da dietro il rifugio. Portonat ripido e malagevole in più punti, nella parte alta tieniti a sinistra vicino alle rocce per fare più "grip" nche con le mani... Arrivato al Portonat la paretina non presenta grosse difficoltà, è sul secondo grado ma può essere salita anche a lato con percorso più semplice e comunque non esposto (comunque cadere per 5-6m non è il massimo!). Da farsi anche in discesa con possibilità di scendere in doppia basta una corda di 20m in caso di bagnato (il chiodo l'ho testato e regge :)). Sopra nessun cavo, alcuni punti su cenge strettine ma mai pericolose, cresta sottile e aerea da fare con gambe buone e attenzione e soprattutto in discesa. Pochissimo traffico, la discesa per il portonat in alcuni punti è divertente e veloce. Il frico al rifugio era buono anche se la quantità era scarsetta in rapporto alla polenta! Penso sia già chiuso comunque, meglio se ti informi prima.
Ciao
PS Attenzione al meteo però... prendersi un temporale nella parte dopo il Portonat (35 min alla cima) non deve essere il massimo...
Messaggio
04-10-2012 19.20
rudy75 rudy75
Ah dimenticavo.. Salito a metà agosto.
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva