il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 128 ospiti - 3 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum escursioni FVG   Precedente Successivo
N. record trovati: 20
Messaggio

alimentazione

10-01-2005 00.00
Claudio Maroello Claudio Maroello
Carissimi!
Volevo aprire uan discussione sull'alimentazione nell'ambito delle escursioni. Quando anni fa da giovine - ahimè - ingurgitavo l'impossibile durante un'ascensione od una traversata, e non ne soffrivo, ora invece ho dei fastidi a mangiare qualsiasi cosa. Vorrei sapere come vi regolate ovvero se avete riscontrato che la solita tavoletta di cioccolata vi sazia, vi gratifica e non vi crea disturbi. Oppure se il classico panino - indipendente o no dal ripieno - viene digerito nel mentre oppure ore dopo essere discesi a valle. Insomma se qualcuno ha sperimentato la digeribilità di alcuni cibi piuttosto che altri abbia la compassione di segnalarmelo!

Scusate sin d'ora la pochezza dell'argomento e BUON PROSEGUIMENTO!

Claudio
Messaggio
10-01-2005 00.00
robert@menis.net robert@menis.net
Caro Claudio
capisco e condivido il tuo problema, ci sono passato anch'io e ti posso dire che ho trovato un ottimo compromesso alla "nostra" tradizionale alimentazione escursionistica: biscotti integratori ricchi di cereali e frutta secca. Sono facilmente assimilabili, digeribili, ti saziano immediatamente ridandoti le energie necessarie e cosa che non dispiace occupano poco posto nello zaino. Provali. Saluti Robert Menis
Messaggio
10-01-2005 00.00
giorgiobraidotti@tin.it giorgiobraidotti@tin.it
Caro Claudio
Anch’ io dopo molti tentativi ed esperimenti vari mi sono costruito una dieta che ritengo molto soddisfacente e che copre per intero il mio fabbisogno di energie richieste durante una qualsiasi escursione sia di montagna che di mountain bike. Tralascio l’elenco di tutto quello che ho provato che come potrai immaginare và dal panino alla frutta secca al cioccolato ( molti di questi mi creavano una fastidiosa acidità ). Per un’ escursione che richiede alcune ore ma soprattutto un superamento di dislivello che comprende i 1.000 – 1.500 Mt. ho adottato quanto segue: 10 – 15 minuti prima della salita prendo un Cheer Pack da 60 ml. di Enervitene della Enervit ( a mò di fiaschetta ) altro non è che un integratore energetico di carboidrati e vitamine che ti preserva da crampi e quant’altro; a mezza salita poi mangio ½ barretta di Power Sport sempre della Enervit e l’ altra metà poco prima dell’ arrivo. Quando raggiungo la quota più alta e quindi davanti a me rimane solo la discesa mastico un po’ di frutta liofilizzata e 30 – 40 gr. di cioccolato fondente ( non sempre ) al 75%. Mi disseto con del tè zuccherato, con un Gatorade oppure sciolgo in un litro d’ acqua 2 o 3 bustine di Friliver Energy della Bracco il quale ti apporta le vitamine e le maltodestrine.
Tutti questi prodotti sono reperibili in una buona farmacia e talvolta anche in qualche supermercato.
La sera inoltre per reintegrare il potassio sciolgo altre 2 o 3 bustine di Polase ( in farmacia ) in ½ litro d’ acqua e bevo il tutto.
Scusami se mi sono dilungato un po’ troppo ma ho cercato di stringere più che potevo.
Naturalmente puoi variare la quantità in più o in meno in base al dislivello che uno decide di affrontare nella giornata. Provala ma non è detto che quello che và bene a me possa andare bene a tutti. Ricorda però che l’ assunzione di maltodestrine e carboidrati durante uno sforzo nonché di buoni integratori sono assolutamente indispensabili per uno che richiede al proprio fisico uno sforzo tale. Naturalmente tutti i prodotti che ti ho elencato al sottoscritto non creano assolutamente nessun tipo di fastidio ( acidità, pesantezza ecc. ). Fammi sapere com’è andata ……. Cordialmente Giorgio Braidotti.
Messaggio
10-01-2005 00.00
ale ale
per caso, hai anche scarponi Tecnica,berretto Nike, maglietta Diadora e camicia Lotto, pantaloni Think Pink e da riposo infine scarpette leggere leggere Adidas?
Dai, siamo seri,dopo una buona merenda al mattino bastano una decina di fichi secchi, con un pezzo di pane,del the ben zuccherato e tiri fino a sera , non devi mica andare in patagonia?no?.....
Messaggio
11-01-2005 00.00
Claudio Claudio
Grazie e farò sapere!
Messaggio
11-01-2005 00.00
Claudio Claudio
Grazie anche a te e spero di poter verificare i vostri suggerimenti!
Messaggio
11-01-2005 00.00
dmt dmt
complimenti
ale
per la risposta
per fortuna che c'e' ancora qualcuno
con i piedi a terra
e la testa sulle spalle
mandi
dmt
Messaggio
11-01-2005 00.00
Gianluca Spizzo Gianluca Spizzo

ciao a tutti

anche da militare la cioccolata mi faceva venire mal di stomaco, per cui evito. Io uso frutta secca e panino con presciut di San Denel in cima. Il problema è cjatà il San Denel ca tal miec dai Padovans...

MANDI, Gianluca
Messaggio
11-01-2005 00.00
Monica Monica
Volevo chiedere il nome dello spacciatore perchè sono un po' giù di tono... ma hanno infierito già abbastanza :+)
pace - amici
p.s. è meglio che non venga in montagna con te, rischio la disintegrazione
Messaggio
11-01-2005 00.00
Gianluca Spizzo Gianluca Spizzo
ecco, approposito delle risposte in cui hanno "infierito già abbastanza": siccome la rete è ormai zeppa di gente che si scambia risposte più o meno acide e maleducate, al riparo dello strumento elettronico, sarebbe opportuno evitare questo almeno nel forum di Sentierinatura. Le montagne, come dice Kugy, dovrebbero insegnare ad essere alti e sublimi come lo sono loro. ciao, Gianluca
Messaggio
11-01-2005 00.00
dmt dmt
complimenti anche a Monica
per la risposta
rimandi
dmt
Messaggio
11-01-2005 00.00
giorgiobraidotti@tin.it giorgiobraidotti@tin.it
Sinceramente Monica non capisco i toni della tua risposta !!!! A una domanda dell' amico Claudio io ho risposto con la mia decennale esperienza ricavata dalle frequentazioni in montagna sia per un trekking sia in Mountain Bike per cui ho elencato quelli che a mio giudizio ritengo gli alimenti e i supporti più indicati per raggiungere lo scopo senza trovarsi a metà strada senza forze. Se poi tu ritieni che l' obsoleto panino o altro siano dei mezzi ancora validi questa è e resta una tua opinione o convinzione ma l' evoluzione dei materiali e dell' alimentazione resta un fatto inegabile e quindi sta in noi decidere se quel prodotto è meglio dei vecchi e tradizionali metodi di alimentazione. Un solo consiglio : guarda avanti e scoprirai un mondo completamente ( fortunatamente ) rinnovato. L' evoluzione della specie è anche sapersi adeguare ai tempi che inevitabilmente corrono. Senza rancore by Giorgio Braidotti
Messaggio
11-01-2005 00.00
giorgiobraidotti@tin.it giorgiobraidotti@tin.it
Beh Ale da te proprio non me lo sarei aspettato una risposta del genere ...... ogniuno è padrone di pensare quello che crede vorrà dire che la prossima volta i consigli li dispenserò solo sotto espressa richiesta. Complimenti !!!
Messaggio
11-01-2005 00.00
giorgiobraidotti@tin.it giorgiobraidotti@tin.it
Complimenti anche a te caro dmt ( si mette nome e cognome quando si fanno certe affernazioni ) sinceramente non pensavo ci fosse ancora cosi tante persone che si inalberano quando una persona dà un consiglio tecnico AL PASSO COI TEMPI. Consiglio che dò molto disinteressato ....... guardate avanti e troverete una realtà ben diversa da quella che vi ostinate a voler vedere. Bye ......
Messaggio
11-01-2005 00.00
giorgiobraidotti@tin.it giorgiobraidotti@tin.it
Grazie Gianluca della tua garbata considerazione che condivido pienamente ma non posso tollerare giudizi come quelli che avrai certamente letto. Non me l' aspettavo. Ciao e grazie di nuovo.
Messaggio
12-01-2005 00.00
Monica Monica
Mamma mia che putiferio! Voleva solo essere una frase scherzosa. Deduco di avere un pessimo senso dell'umorismo. Alla prossima, prometto che cercherò di essere seria. Mandi
Messaggio
18-01-2005 00.00
valentina l. valentina l.
al di la di ogni diatriba..personalmente ho notato a livello di alimentazione per me la cosa fondamentale è sia d'inverno che d'estate quella di bere tantissima acqua sinceramente qualche volta specie d'estate ci aggiungo una pastiglia di magnesio o un po' di enervit gt integratori. contrariamente a molta gente devo partire con lo stomaco pieno..ottimi i biscotti secchi o con il muesli, frutta secca durante le sostine oppura frutta fresca come albicocche banane e le immancabili mele......ma durante le sostone...grazie a dio un buon panino di crudo o speck...beh peradesso, me lo riesco ancora a mangiare. La cioccolata sinceramente riscalda un po' specie in estate................OTTIMO INVECE VE LO CONSIGLIO IL GRANA IN CUBETTI...Per la cena è ottimo in un bel rifugio un buon minestrone di verdure.
ciao a tutti.
Messaggio
03-06-2013 13.28
giuseppemalfattore giuseppemalfattore
Trovo interessante la proposta di Giorgio Braidotti ,ha specificato che è giunto a questa soluzione dopo un evoluzione alimentare, quellla dell'enervitene prima della partenza non la sapevo, io a volte usavo delle soluzione di ginseng miste a miele come energetico prima delle le escursioni con molto dislivello, le assumevo mezz'ora prima , il paninozzo con il san daniele me lo concedo spesso alla fine dell'escursione quando la tensione è scemata -, buone escursioni .
Messaggio
03-06-2013 18.56
rudy75 rudy75
Importante la colazione prima di partire, scodella di caffé al ginseng con biscotti secchi o fette biscottate e mermellata. In salita mangio al massimo una banana che (miracolosa) oltre che biodegradabile e quindi smaltibile subito. Sono buone anche le merendine-snack leggere che si trovano al supermercato, di tante marche anche basso costo. Prima della discesa il panino mi attira.. ma non lo porto quasi mai anche perché preferisco rimanere leggero. Secondo me ripeto, per la salita, colazione e banana sono il segreto del successo :)
Messaggio
04-06-2013 01.21
Matthew Matthew
Per me per la salita conviene stare leggeri ma "energizzati"... dunque un integratore tipo "isostad" disciolto nell'aqua, una banana e magari un pacchetto di crackers. Ma quando arrivo in cima, di solito a un paninetto (anche modesto) e a una birra in lattina non dico di no. Poi al ritorno magari altra frutta (una mela, una pesca...). Non vorrei essere "politicamente scorretto" ma quando arriva un momento in cui si cala la tensione -forse dopo un pericolo scampato- e si è sicuri della discesa da affrontare un sorsetto di grappa può dare coraggio. (senza esagerare ovviamente :))
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva