il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 78 ospiti - 3 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum escursioni FVG   Precedente Successivo
N. record trovati: 4
Messaggio

Guida Mazzilis per Rudy

10-08-2011 00.00
Giulio TS Giulio TS
Ciao Rudy nemmeno io voglio polemizzare o giudicare le
capacità dei frequentatori del forum ci mancherebbe . Ritengo però che chiunque pubblichi una guida di qualsiasi genere ferrate , arrampicata , bici, canoa ecc ai fini della sicurezza sia meglio che ecceda le difficoltà piuttosto che sottovalutarle . Sopratutto per evitare che persone poco esperte si mettano nei guai pur consapevole che ciò che è semplice per uno può essere difficile per un altro comunque se riesci a percorrere l' itinerario 28 Cuestalta in 6 ore e l' itinerario 46 Veunza in 9 fammelo sapere ciao e buone gite
con simpatia Giulio
Messaggio
12-08-2011 00.00
luca_di_collina luca_di_collina
Spezzo mezza lancia a favore di Mazzilis e mezza no. Dopo aver fatto più di metà dei percorsi la descrizione delle difficoltà mi sembra buona e l'unica pecca che avevo trovato, il posizionamento della Senza Confini, è stata risolta mettendo la relazione più in avanti nella seconda edizione. Aggiungo che la difficoltà generale è la sommatoria di più difficoltà: grado di arrampicata, esposizione, lunghezza (e conseguente impegno mentale) e presenza o meno di assicurazioni; il caso della via delle Cenge è esemplificativo: la difficoltà tecnica di un percorso di per sé non difficilissimo è amplificata dall'esposizione notevole e dalla mancanza di attrezzature sulla cornice e qui si entra in criteri più soggettivi (per mio cugino che ha salito il Campanile di val Montanaia le protezioni servivano, per me che sul III ho già i miei fastidi no). Per i tempi, pur essendo riuscito a fare nei tempi indicati il Cuestalta e il Ceria-Merlone (ma nella discesa dall'Hoberdeirer non mi sono nemmeno avvicinato) personalmente li trovo ristretti ed effettivamente un po' pericolosetti, anche se nell'introduzione Mazzilis dice che i tempi si riferiscono a persone allenate (e qui tra l'allenamento di chi fa la salita della 3 Rifugi in mezz'ora e il mio ce ne passa...).
Tra le guide che ho letto rimane comunque tra le migliori, l'ultima che ho comprato per gli itinerari in MTB mi fa ritrovare continuamente e senza avvertimento tra rovi e precipizi.
Mandi.
Messaggio
12-08-2011 00.00
Giulio TS Giulio TS
Ciao Luca è sempre un piacere discutere con te perchè sei
una persona molto obbiettiva ! Che le sue guide siano fatte bene non ci piove sopra e pure le descrizioni sullo sviluppo
delle vie . Quando io organizzo le mie escursioni per la sezione CAI a cui appartengo preferisco mettere sempre nei
tempi di percorrenza piuttosto mezzora in più che in meno perchè essendo la gita aperta a tutti non sai mai chi ti arriva .
Inoltre se una persona ha appena finito un corso di escursionismo avanzato e si guarda l'itinerario 32 Chiadenis
vedendo le foto di persone slegate senza casco ed imbragature che idea si può fare ? In realtà noi la mettiamo a volte come escursione da fine corso e credimi mai mi sognerei di percorrerla senza il caschetto in testa . Per questi motivi sostengo di prenderla con le pinze tutto qui . Tu
pubblichi la tua guida ma non sai mai chi la acquisterà quindi un occhio in più alla sicurezza secondo me non guasta . Mandi Luca e buone escursioni !

Messaggio
13-08-2011 00.00
Fabrizio Fabrizio
Ciao, io ho fatto quasi tutte le salite descritte nella guida e debbo dire che è fatta molto bene ed è senza dubbio una delle migliori, con valutazione delle difficoltà direi equilibrata ( OK può esserci qualche incongruenza su tempi di marcia e su qualche passaggio, ma è normale su 50 descrizioni ). Sulle difficoltà basse e sulle ferrate non è semplice fare delle valutazioni che vadano bene per tutti: se ti tieni troppo basso rischi di mandare allo sbaraglio gente inesperta e se esageri rischi di essere criticato da arrampicatori & c.. Io ho diverse guide che parlano di primi gradi forse superiori, di roccette e di crestine facili e poi quando vai sul posto scopri che devi arrampicare e che senza corda in discesa rischi l'osso del collo...
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva