il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 118 ospiti - 3 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum escursioni FVG   Precedente Successivo
N. record trovati: 11
Messaggio

Monte Canale

13-09-2010 00.00
TS TS
Qualcuno l ha fatto? Se SI mi puo dare delle precise informazioni per la via normale o eventualmente quella parallela, che poi si uniscono. Si ringrazzia tutti
Messaggio
13-09-2010 00.00
luca_di_collina luca_di_collina
Rispondo solo perché in un sito di escursionismo come questo difficilmente avrai una risposta .Comunque: una via di II-III sale dai ripidi prati di casera Chianaletta e una di II (la normale) sale dal canalone tra Canale e Capolago (queste informazioni le ho tratte dal libro "Il parco del Monte Cogliàns" di Remo Tamussin, ex gestore del Lambertenghi). Due sole cose ti posso dire non avendo mai fatto queste vie: la roccia del gruppo è a dir poco marcia e il sentierino di guerra che portava dal Pecol di Sopra (ex caserma della finanza) all'ingresso del canalone è scomparso e ti trovi su ripidi(ssimi) verdi a dir poco esposti senza possibilità di far sicurezza. Se proprio desideri andare in cima si può fare la traversata in cresta dal Capolago con difficoltà di II-III (almeno mi pare di ricordare), so di gente che l'ha fatta recentemente, se vuoi provo ad informarmi.
Mandi.
Messaggio
13-09-2010 00.00
Tergeste Tergeste
Ciao Luca , grazie delle info, si se puoi informarti mi fai un piacere, il posto lo conosco, per quanto riguarda la roccia si cammina sopratutto su sfasciumi, il grado almeno da quanto ho notato non raggiunge piu del II apparte qualche passaggio di III. Esattamente mi servirebbe sapere dopo aver risalito la paretina qella dove incontriamo vecchi anelli ( cioe ci spostiamo sulla destra olografica del canalone ) a che altezza il sentiero normale taglia la costola a sinistra per raggiungere il canalone parallelo, la traccia a questo punto diventa incerta , ho notato delle possibilita ma mancava il tempo di verificare. In caso se vuoi ti lascio email. ciao
Messaggio
15-09-2010 00.00
luca_di_collina luca_di_collina
Posto che, da quanto riportato nel libro di Tamussin, la via da malga Chianaletta e quella per il canalone non si incontrano, ho sentito una persona che ha fatto tempo fa la via da Malga Chianaletta: dalla paretina con attrezzature (che vista l'età sono di interesse puramente storico) si segue un percorso con altri infissi senza prendere una via con alcune attrezzature che sale a sinistra. Le difficoltà sono sul III-IV. Anche lui 'casualmente' segnala roccia a dir poco marcia.
Il mio aiuto finisce qua, spero di esserti stato utile.
Mandi.
Messaggio
15-09-2010 00.00
Tergeste Tergeste
Grazie comunque, tornero su di nuovo. :)
Messaggio
17-09-2010 00.00
vfelice vfelice
dalla cserma di finanza il sentiero scende di 200 metri poi si deve attravarsare il costone fino al canalone tenendosi sulla sx destra orig. si risale il secondo canalone vedi ometti fino in cima,tralasciare il foro che si vede.
Messaggio
19-09-2010 00.00
Tergeste Tergeste
Per quanto riguarda il canalone sl ho gia risalito fino al punta buso mi sembra che si chiama cosi , cercando sulla destra orografica il passaggio per buttarmi sul altro canalone. Per quella piu diretta ho visto dove e... ma mi interessava fare tutta la normale. Quando l hai fatta vfelice?
Messaggio
12-10-2010 00.00
Roberto Roberto
per andare a prendere il secondo canalone si attraversa il primo nei pressi di un rudere?
Messaggio
12-10-2010 00.00
Roberto Roberto
Se sei ritornato e hai trovato la via per arrivare in cima mi puoi dare delle informazioni?Grazie.NOTA é la seconda volta che provo.Domenica 10/10 ho trovato che hanno bollinato la via ma un certo punto finisce.Non capisco dove si possa scavalcare il costone per prendere il canalone parallelo.sarei tentato di fare la variante e tornar giu per la normale.il punto per prenderla si trova nei pressi di un rudere?
Messaggio
17-10-2010 00.00
a a
l'ho fatto tanti anni fa, e son ripassato 7-8 anni fa per andare al capolago. ho seguito la via segnata sulla guida cai del castiglioni, diversa dalla dirovere digallo che dice di traversare molto più in alto, ed ho attraversato dove dici tu, di fronte ai resti di baracche militari che sono a destra (senso di marcia in salita): si vede un ripido pendio di prato e roccette con una traccia. lo si risale e in cima ad esso si entra nel canale ..del canale seguendo in orizzontale una traccia di sentierino esposto (ricordo un vecchio chiodo). si segue il canale fin poco sotto la vetta dove si obliqua a sin. un'altra volta ho attraversato il canalone più a valle, prima del salto roccioso con resti di attrezzature (anche questo passaggio è segnato sul castiglioni come variante, ma non sulla guida nuova). ma con l'erba secca e questi freddi il pratino ripido è decisamente pericoloso, riprova l'estate prossima!
Messaggio
26-10-2011 00.00
massimocopetti@libero.it massimocopetti@libero.it
un saluto a tutti, un amico mi aveva detto delle info ricevute sulla questione m.canale in questo forum... bene noi lo abbiamo salito in settembre dopo diversi tentativi in varie annualità. abbiamo visto e seguito la bollinatura, fatta bene ,ma che non porta a nulla . Ho chiesto a forni avoltri e mi è stato detto che la via normale nn è stata completata e che i segni rossi dovrebbero condurre fino alla forcella del buso, per dopo ottenere il pobabile collegamento con il m.capolago. la descizione della guida (rovere di gallo )è precisa la difficoltà sta nel trovare il passaggio per accedere al canalone parallelo... questo si trova circa a tre quarti della salita del primo canalone guardando il crestone di sinistra (salendo) che separa i due canaloni, dopo un tratto di vecchie attrezzature con fittoni e filo metallico l'unico punto di passaggio è evidente. da lì si passa nell'altro canalone.e per questo si arriva alla cima. oppure come abbiamo fatto noi: dai resti della baracca in muratura si traversa decisamente a sinistra per salire un ripido colatoio in parte erboso poi per ripidi pendii erbosi fino alla cresta (ometto) dove per una stretta cengia discendente si entra nel canalone parallelo e per questo seguendolo fino quasi alla sua origine deviando a sinistra lungo canali e pendii in vetta.
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva