il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 150 ospiti - 3 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum escursioni FVG   Precedente Successivo
N. record trovati: 2
Messaggio

Sent.170 da M.te Zoncolan

05-10-2009 00.00
loredana.bergagna loredana.bergagna
Segnalo che il sent.170 con attacco da sella Zoncolan verso m.te Tamai e Arvenis è percorribile nel primo tratto fino all'uscita sulla carrareccia che proviene da m.ga Tamai, poi a causa del lavori agli impianti di risalita non c'è il rientro nel bosco sulla carrareccia a dx; per cui si deve salire sulla medesima fino alla base del m.te Tamai dove dopo la cabina a dx ricompare il segnavia; dopo tutto normale. Saluti Loredana
Messaggio
09-12-2015 19.07
askatasuna askatasuna
Cammino in mezzo ad una tempesta di neve. Mi chiedo cosa ci faccia qui? Come m'è saltato in mente? Con una manciata di ore a disposizione punto ad un monte che non era in programma. Sempre squadrato a distanza. Mai appoggiato zampa sopra. Nè pedulata, nè scarponata. Eccomi così a imboccare il troi 170 che diparte dall'arrivo delle piste di Ravascletto. Mmmmh... butta male. Il sentiero E' la pista da sci. Almeno per un bel pezzo. Sento dei rumori. Soffusi ma sbuffanti. Dopo una curva vedo il primo. Un drago metallico che alita ghiaccio e non fuoco. Ce n'è un branco. Belli in fila. Tutti rabbiosi. La salita si fa polare. Surreale. Quasi imbarazzante. Fino a quota 1400 faccio slalom tra le tempeste. Poi finalmente ecco la via di fuga (parziale) verso casera Marmoreana. Ben ristrutturata, ospita l'agriturismo Gortani ma dispone d'un locale che pare uscito da un museo etnografico con al piano superiore delle reti con materassi. Dalle tegole del tetto s'insinuano gli azzurri. Giornata splendida. Paesaggi mozzafiato. Ma il mood emozionale è svanito alla prima, fioccosa, fiatata. Così parole e sentimenti si fan avari. D'altronde cosa potevo mai aspettarmi? Presso gli impianti fervono i preparativi. Mi soffermo su di un cartello pubblicitario d'un locale raggiungibile con gli sci, sito nel bel mezzo delle piste. Sorrido al logo "Mangja e murì". Ma un attimo dopo osservo le foto di qualche stagione sciistica addietro. Tre grandi pesci spada, circondati da ananas, cocco e banane, giaccion su di un bancone di neve, pronti per essere consumati. Il mio occhio si fa vitreo quanto il loro. Riguardo più volte la foto, convinto d'essermi sbagliato. Poi mi volto e riparto sbigottito dal grottesco. Al ritorno trovo i draghi sonnolenti e allora ne approfitto, ju di corse pas pistis! Se m'avessero sgamato mi avrebbero di certo ritrovato in primavera con in schiena tatuati i cingoli del gatto delle nevi. Salgo in macchina, accendo il motore e mi esce solo un... vabbuò...(27.11.2015)
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva