il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 215 ospiti - 4 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum escursioni FVG   Precedente Successivo
N. record trovati: 10
Messaggio

concerti in alta quota

12-07-2009 00.00
bruno bruno
Saluti a tutti, volevo solo chiedere un parere su due concerti che si terranno prossimamente in due luoghi piuttosto strani per eventi di questo tipo. Mi riferisco a quello di Paolo Conte presso il lago superiore di Fusine e quello di Vinicio Capossela sugli altipiani del Montasio. Posso capire che si deve cercare in tutti i modi di attirare turisti in montagna ma non credo che questo sia il sistema migliore. Soprattutto gli altipiani del Montasio mi sembrano poco adatti principalmente per la strada che vi sale. Sinceramente non conosco Capossela e non so quanto richiamo possa avere ma se salgono in tanti credo che potrebbero esserci diversi problemi logistici e anche di altro tipo in un luogo bellissimo come gli altipiani. La domanda sorge spontanea, ma questi concerti non si potevano tenere a Sella Nevea uno e a Tarvisio l'altro? Grazie e saluti a tutti.
Messaggio
12-07-2009 00.00
Fabrizio Fabrizio
Ciao Bruno, condivido le tue perplessità su questi due concerti, dal mio punto di vista anzi sono qualcosa che rasenta l'assurdo.
Posso capire ( ma neanche tanto ) i concerti di musica classica nei rifugi, ma addirittura un "vero" concerto sui Piani del Montasio mi sembra davvero una cosa fuori dal mondo.
Sarebbe interessante sapere chi ha avuto questa brillante idea e chi è il politico che ha dato l'autorizzazione.
Messaggio
13-07-2009 00.00
Dario Dario
Apprendo da te questa notizia dei due concerti in alta quota e la cosa mi pare davvero sconcertante (gioco di parole non voluto...!).
Sono assolutamente contrario a questo genere di cose.
Trovo che sia un inutile e sbagliato "inquinamento" di ambienti naturali che sono e devono rimanere tali e pertanto lontani e non contaminati dalla civiltà e dalle sue pratiche.
Se incominciamo a corrompere e a guastare anche con queste cose i meravigliosi paesaggi delle nostre montagne è finita.
L'incanto della quiete e della pace di questi bellissimi posti è destinato a svanire.
Mandi
Dario
Messaggio
13-07-2009 00.00
luca_di_collina luca_di_collina
Bah... a dire la verità l'anno scorso ai piani del Montasio c'era il servizio di bus navetta della SAF (io stavo scendendo quando loro salivano e non ho avuto grosse difficoltà). SE fatte bene queste cose le condivido.
Firmato: uno che si sta ancora chiedendo come in occasione della tappa dello Zoncolan del Giro non si sia bloccata la Carnia per un mese.
Messaggio
13-07-2009 00.00
daniele daniele
secondo me tutto sta nell'organizzazione e nella civiltà di chi assisterà ai concerti. proprio ieri ero sulla cima di terrarossa, e sulla cima saranno arrivate quasi un centinaio di persone, senza per questo imbrattare le vetta o il percorso. al parcheggio non c'erano posti, perciò penso che anche le persone che si erano fermate sui piani a "pic-nicare" abbiano lasciato l'ambiente com'era prima, visto che non ho notato la minima cartaccia. conte e capssela, poi, sono due grandi artisti che, uniti ad un ambiente meraviglioso, porteranno sicuramente degli estimatori della loro musica, che penso possano essere di una certa fascia di età e cultura, a cui non interessa deturpare l'ambiente, ma bensì goderne di esso (spero non mi contraddicano). da non sottovalutare anche il rientro di immagine ed economico (almeno lo auguro), semmai potrebbero publicizzare con questi eventi altri posti meno conosciuti. un saluto daniele
Messaggio
13-07-2009 00.00
Cosimo di Grado Cosimo di Grado
io stò ancora pensando al disturbo inteso anche solo come inquinamento acustico alla fauna del luogo... povere marmotte! :-(
Appena l'ho sentito tempo fa son rimasto sconcertato!
Messaggio
13-07-2009 00.00
bruno bruno
E' una delle cose a cui ho pensato anche io. Ma sembra che sia le marmotte che gli stambecchi della zona (ma anche le mucche) si stiano attrezzando con i tappi. Io ogni volta che vedo un concerto, alla tv perchè dal vivo saranno venti e passa anni che non ci vado, mi chiedo se siano necessarie quei mega amplificatori. La musica va assaporata non deve entrare a forza dentro di noi. Saluti a tutti.
Messaggio
14-07-2009 00.00
Luca Ch Luca Ch
boh, a parte la scelta del tipo di musica (passi Conte, ma Capossela che c'azzecca con i piani? le cjoche da rifugio??) la cosa non è tanto grave.
Che dire dell'idea di Cainero (ma non puo evitare di pensare ogni tanto?) di portare il giro sulla panoramica delle vette? con tutti i lavori che ci sono da fare per garantire la sicurezza? oltre al solito pantalone che dovrà pagare, pensiamo ai danni (quelli si che sono tali) che verranno fatti alla montagna
Messaggio
14-07-2009 00.00
titti 70 titti 70
capisco un coro anpino....! ma un concerto vero e propio con luci amplificatari non credo venga " apprezzato " da marmotte e stambecchi e camosci, non credo di certo che lo preferiscano al silenzio delle LORO montagne
Messaggio
01-08-2009 00.00
zac zac
rimango perplesso anch'io. certi luoghi, per loro natura, sono deputati solo a certi tipi di attività. Concerti e montagna stonano. Specie sul rischio dell'impatto ecologico, magari non grave, che possono dare. Rimango perplesso anche sulle prestazioni jazz che si fanno in alcuni luoghi dolomitici; motivazione: non c'entrano niente con la cultura locale! L'unico esempio naturale di tale connubio rimangono i cori alpini
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva