il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 94 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum escursioni FVG   Precedente Successivo
N. record trovati: 8
Messaggio

Monti Piper e Due Pizz

10-05-2009 00.00
anton2 anton2
vorremmo fare il giro magari i primi giorni di giugno Monti Piper e Due Pizzi qualcuno sa le condizioni delle funi di sicurezza ,e in generale del sentiero noi vorremmo salire con il camper a sella somdogna secondo voi e possibile farlo grazie Ezio./ Antonietta
Messaggio
11-05-2009 00.00
Fabrizio Fabrizio
Per quanto ne so il sentiero è inagibile da qualche anno causa frane ( c'è anche un cartello a inizio sentiero ).
Messaggio
11-05-2009 00.00
Martina Martina
Ciao ! Col camper fino a Sella Somdogna arrivate sicuramente perchè la strada oramai dovrebbe essere pulita...il problema è che lassù c'è ancora tantissima neve, il primo tratto del sentiero dal bivacco Battaglione Gemona è chiuso inquanto ingibile per una frana (vedi relazione tra gli "articoli" qui sul sito, molto utile). Speriamo che restino sole e caldo e pian pianino la neve si squagli...ma quest'anno è dura, ne è caduta tantissima !!!! Ciao ciao e buone montagne !!
Messaggio
12-05-2009 00.00
bruno bruno
Ciao a tutti, colgo la palla al balzo (dopo tre anni ma tant'è) per segnalare quello che ho visto proprio tentando di salire al Piper dal villaggio di guerra. Dal villaggio mi incammino verso il Piper ma dopo una ventina di minuti trovo un cartello con scritto "frana incombente pericolo di morte vietato il passaggio con tanto di teschio e tibie". Mi fermo ovviamente perchè se mi fosse successo qualcosa il logico commento sarebbe stato "beh, se l'è andata a cercare". Ora non so se il proseguimento fosse così pericoloso ma tornato a casa ho letto proprio qui sul sito sui sentieri inagibili e c'era anche quello ma diceva "una frana di modeste proporzioni interessa il sentiero" o qualcosa di simile. Mi chiedo e chiedo se sia il caso di mettere tabelle di quel tenore, perchè se in ogni tratto in cui potrebbero cadere sassi si facesse una cosa simile saremmo costretti ad andare sul Matajur o poco di più. Per esempio sulla normale del Montasio ci sono diversi tratti soggetti a caduta sassi ma ricordo di aver visto solo una scritta "attenzione caduta sassi" oppure mi è stato detto che salendo al monte Bianco c'è un passaggio di un canalone in cui il pericolo è marcatissimo ma nessuno si è mai sognato di vietarne la salita. Che ne pensate?
Messaggio
13-05-2009 00.00
Walter.S Walter.S
Per quanto riguarda la situazione del sentiero Battaglione Gemona, come già più volte detto da me e altri (compreso Ivo che ha scritto pure un articolo), è vivamente sconsigliato percorrerlo nel tratto Villaggio di guerra- Piper. Proprio non fidandomi del cartello, avevo tentato la salita ma la situazione e complicata: sentiero cancellato già sul terreno friabilissimo prima del canalino interessato dalla frana, e poi l'attraversamento del materiale franato, ghiaie e massi instabili (un passo di traverso mezzo metro in discesa...) con lo spettacolo del materiale ancora appeso poco invitante davvero. La decisione di percorrerlo nonostante il divieto era scaturita dalla "fregatura" che avevo preso per il sentiero dismesso per frana Portis-Plauris che invece risulta ancora discretamente percorribile (così mi dicono almeno). Comunque a questo proposito è meglio essere prudenti e informarsi bene prima. Esistono vari esempi di sentieri dismessi ancora percorribili, ma ogni situazione va valutata, a mio parere, caso per caso. Mandi
Messaggio
13-05-2009 00.00
bruno bruno
Ciao, giusto per essere sicuro di essermi spiegato bene, aggiungo che non metto in dubbio la pericolosità del sentiero, quello che non mi è piaciuto è la scritta sul cartello. Io sono del parere che è giusto informare e quindi bastava scrivere sentiero soggetto a frane. Pericolo. E basta, dopo uno valuta da solo se è il caso di proseguire o tornare indietro. Ciao e grazie della risposta.
Messaggio
14-05-2009 00.00
Paolo Andrea Paolo Andrea
Frequento la Val Dogna da una decina di anni e l'avviso che ho inviato nell'apposita sezione di questo sito il 31 luglio 2005 era relativo alla frana che per poco non ha investito una decina di persone (me compreso) passate lungo il canalino un momento prima della stessa.
La dichiarazione di inagibilità del sentiero con relativi cartelli è stata emessa da chi di dovere nei giorni successivi dopo previa visione del continuo distaccarsi di materiale roccioso e del pericolo dovuto ai grossi massi ancora in bilico.
Il problema oltre alle dimensioni e conformazione della frana (molto peggiorate dal 2005) è il continuo e/o improvviso distaccarsi di sassi e materiale roccioso facilitato dall'alta friabilità della roccia stessa in questa zona.
La frana oltretutto è in continua evoluzione visto che spesso si nota molto bene il colore più scuro del materiale roccioso che si deposita sul ghiaione sottostante.
Purtroppo ci sono molte persone che continuano a passare e rischiare nonostante la presenza dei cartelli di pericolo di morte (a mio avviso completamente giustificati).
A mio parere il problema relativo al pericolo di caduta sassi in montagna c'è e ci sarà sempre (ho lasciato un pezzo di braccio sul sentiero Spinotti durante una Tre Rifugi e l'anno scorso un sassolino di circa 40cm durante la facile ascesa alla Cima di Terrarossa mi ha schivato di poco...).
Alla fine oltre a valutare la zona ed il percorso reperendo informazioni attendibili e nel limite del possibile recenti, è meglio evitare di andarsele a cercare.....


Cordiali Saluti
Mandi
Paolo Andrea De Monte
Messaggio
31-05-2009 00.00
moreno moreno
ho percorso il sentiero dal mizegnot al piper l' anno scorso a novembre.
anche il tratto franato..nonostante il divieto...
cavo divelto, ghiaione instabile,canalone con sfasciumi di grosse dimensioni, ma il tutto percorribile con la dovuta prudenza.
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva