il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 288 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum escursioni FVG   Precedente Successivo
N. record trovati: 3
Messaggio

inquinamento dell'aria e del suolo

23-03-2009 00.00
aristide47 aristide47
Domenica 8 marzo , siamo andato a fare un'escursione sul monte Cuar sopra Forgaria con obiettivo di raggiungere la Malga Cuar.
Lasciata l'auto a Cuel di Forchia io ed mio amico ci siamo
incamminati lungo il sentiero CAI 815a.
All'andata pur prestando attenzione non ci siamo accorti di essere in
presenza di una neve che presentasse evidenti impurità alla superficie. Ma al ritorno dalla Malga man mano che la quota diminuiva, la neve persentava punti di annerimento, un po' come quella che si vede ai bordi delle strade trafficate di montagna. Arrivati in vista della pianura, intorno a quota 1070, nei pressi dell'ultimo punto panoramico prima dell'arrivo, le tracce di questo annerimento si presentavano ben marcate.
Nonostante l'ora un po' tarda (circa le 18) ho potuto scattare alcune foto, Mi chiedo se sia possibile che nel corso di poche ore (7-8) possa avvenire un accumulo di inquinanti così marcato.
Potrebbero anche non essere inquinanti. Mi chiedo se qualcuno abbia riscontrato tracce di inquinamento evidenti nelle escursioni invernali.
Conclusione amara. Credi tu di andare in montagna e respirare aria buona!!!
Messaggio
26-03-2009 00.00
luca_di_collina luca_di_collina
Le famigerate polveri sottili (l'inquinante al momento più in voga) sono formate in aree urbane al 50% da elementi di origine naturale, quindi in aree remote questa percentuale è naturalmente più alta (fonte OMS - Organizzazione Mondiale della Sanità). In sintesi: non sempre lo sporco è inquinamento; speriamo anche nel caso segnalato.
Mandi.
Messaggio
04-04-2009 00.00
pagnon60 pagnon60
credo si tratti dei residui dell'incendio verificatosi circa una settimana prima nelle vallate fra Vito d'Asio e Verzegnis (di cui hanno dato ampia notizia i tg locali) trasportati dal vento e depositatisi sopra la neve nei punti di meno esposti
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva