il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 161 ospiti - 2 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum escursioni FVG   Precedente Successivo
N. record trovati: 5
Messaggio

Caserine e Cornaget

09-03-2009 00.00
bruno bruno
Ciao a tutti, chiedo cortesemente informazioni sulla salita a questi due monti in condizioni estive in quanto avrei intenzione di salirli molto più avanti. Ringrazio anticipatamente e saluto.
Messaggio
10-03-2009 00.00
bambinodoro bambinodoro
Ciao Bruno...
Riguardo alle Caserine Alte puoi vedere questa http://www.montialpago.it/caserine.htm relazione che avevo messo a suo tempo nel sito di Amos.
Per il Cornaget invece puoi buttare un occhio qui http://www.montialpago.it/pode.htm per farti un po' un'idea del posto. La gita riguarda la salita e traversata delle due cime alla sinistra del Cornaget ma da un paio di foto vedi bene il tratto finale della salita al Cornaget stesso, dal Cadin fino alla forcella Savalon e poi il pendio finale alla sua sinistra.
In sintesi: belle entrambe, forse un pelino più "misteriose" le Caserine Alte che anche come ambiente mi sono piaciute di più. A livello di difficoltà sono pressochè uguali, forse qualche passaggio un pelo più scabroso sulle Caserine e attenzione ai ripidi prati dopo Forcella del Pedole se bagnati/ghiacciati/innevati...Tieni poi conto che per salire alle Caserine, da Malga Senons a Forcella del Pedole il tracciato (se qualche "furbo" non è passato l'estate scorsa con la vernice) necessita di attenzione nel bosco e nel catino superiore; i segni ci sono ma pochi e sbiaditi. Ulteriore agevolazione per il Cornaget, la presenza del Bivacco Goitan che spesso ha anche acqua quasi fuori dalla porta...
Messaggio
10-03-2009 00.00
bruno bruno
Ciao Daniele e grazie, quando chiedo qualche informazione sulle Dolomiti Friulane sei sempre estremamente gentile e preciso. Di nuovo grazie e probabilmente più avanti ti chiederò qualcosa su qualche altro monte del circondario che conosco veramente poco.
Messaggio
12-03-2009 00.00
osopum osopum
quando hai notizie ti prego di girarmele perchè non li ho mai saliti e prima o poi mi deciderò a farlo, ti ringrazio in anticipo
daniele
Messaggio
19-03-2009 00.00
Ivan Ivan
Ciao!
Ti posso dare un pò di informazioni sul Caserine Alte su cui sono salito l'ottobre scorso.
Per prima cosa ti consiglio di informarti sulla percorribilità della strada che va da Claut al rifugio Pussa (puoi telefonare a quest'ultimo): essa è asfaltata solo a tratti, in genere è percorribile con un'automobile normale, ma è meglio informarsi sul suo reale stato.
Parcheggiato al rifugio Pussa, prendi la pista forestale con indicazioni x la Malga Senons e la raggiungi. Da qui, puoi già vedere il Caserine Alte e la sottostante Forcella del Pedole (ti sarà di aiuto individuarla). Superata la malga, prendi il sentiero (segnavia CAI recenti; forse è il 393? Chiedo lumi a daniele983!) che si stacca subito dopo con una serie di ripidi tornanti. Dopo un tratto in piano, la traccia da prendere non è più univoca (anche se resta ben evidente), quasi tutte piegano bruscamente ad angolo retto verso la Forcella, i segnavia scompaiono ed il bosco finisce (così capisci dove stai andando). Una ripida rampa erbosa porta alla Forcella del Pedole; senza scavalcarla, prendi il sentierino sulla destra (Sud) che è molto ben segnalato da grossi bolli rossi. Dopo aver superato dei prati molto ripidi, c'è un traverso (esposto, abbastanza breve e su roccia salda) su un'esile cresta, poi dopo un pò ci sono alcuni passaggi di I grado (non esposti, anche qui roccia salda) e per ghiaie giungi finalmente in vetta.
X i tempi calcola circa 1 ora x raggiungere malga Senons, da lì altre 2,30-3 ore x la cima, a seconda del tuo allenamento. Dislivello di 1400 metri; è cmq un'escursione faticosa perchè dopo la malga ci sono quasi 1000 mt di dislivello in cui il tracciato è quasi sempre ripido e con poche pause x rifiatare. Percorso privo di attrezzature; a mio parere il periodo migliore x salirci è settembre-ottobre (poi ovviamente fai come credi); consigliabile farlo con tempo stabile e terreno asciutto.
L'escursione mi ha lasciato molto soddisfatto; x il Cornaget non so dirti nulla. Ciao e buona salita!
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva