il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 84 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum escursioni FVG   Precedente Successivo
N. record trovati: 4
Messaggio

Informazione-Monte Amariana

30-09-2008 00.00
Luca Luca
Ciao a tutti, qualcuno sa dirmi in che condizioni si trova la strada che da Amaro conduce al Cristo di Forchia? Inoltre gradirei sapere la situazione del tratto attrezzato sotto la cima... Che difficoltà ci sono e che tempi di salita si prospettano? Un saluto e un grazie per i consigli...
Messaggio
30-09-2008 00.00
alessandro 68 alessandro 68
ti invio un pezzo della relazione che trovi sul sito e aggiungo che la strada se non hai una macchina sportiva ribassata è percorribile asfaltata fino alla forca del Cristo


lasciato l'automezzo, si imbocca l'evidente sentiero (segnavia CAI n.414, segnalazioni) che sale a piccole svolte il costone boscato del Cuel dai Noglars, ricoperto da faggio e pino nero. Attraversato un breve tratto esposto, precauzionalmente attrezzato, si inizia a risalire il pendio soprastante in una boscaglia termofila a carpino nero, orniello, acero di monte, sorbo montano e qualche roverella.
Dopo una lunga serie di tornanti, doppiato un panoramico spuntone, il sentiero compie un traverso che termina ai piedi di un vasto pendio erboso popolato dalla ginestra stellata. Con ampie e comode svolte si guadagna quota finché, raggiunta la base delle rocce, il sentiero obliqua decisamente verso destra. Il panorama, già inizialmente esteso, si apre sempre più verso la pianura e le Prealpi. Risalire ora in modo più deciso a strette svolte, raggiungendo un facile canalino roccioso, molto ben appigliato. Dopo questa prima difficoltà il sentiero si fa più ripido rimontando il pendio per zolle erbose fino a ritrovarsi alla base dell'evidente canale conclusivo.
Si risale lungo questo servendosi delle ottime attrezzature che lo percorrono integralmente sulla destra o, in alternativa, utilizzando la traccia che corre lungo il fondo del canale stesso. La roccia ben appigliata e la presenza degli infissi rendono la salita divertente e sicura a patto di non provocare cadute accidentali di pietre. Si raggiunge così uno spuntone roccioso che immette in un ulteriore breve canalino erboso. Questo termina sul piccolo intaglio tra la cima principale e l'antecima Est, affacciato sul versante settentrionale. Tralasciare la traccia che risale a destra e proseguire a sinistra sul costone ricoperto da mughi. Il percorso, ancora attrezzato per qualche metro, si esaurisce nella cresta terminale che porta in vetta al monte Amariana (m 1905, Statua della Madonna, libro di vetta, campana). Questa cima, isolata e dominante sulla pianura friulana, garantisce una vista eccezionalmente ampia che, nelle giornate limpide, spazia dai Tauri al mare e dalle Alpi Giulie al Pelmo.
Per la discesa seguire il medesimo itinerario
Messaggio
30-09-2008 00.00
marco@suimonti.it marco@suimonti.it
Ho fatto l'escursione l'anno scorso, e confermo quello quello che ti ha scritto Alessandro. Si arriva in auto fino alla forca (c'è spazio per poche auto per cui arrivare prestino).
L'escursione è molto bella e non particolarmente difficile. Il breve tratto attrezzato sotto la cima è più che altro un passamano perchè è un tratto abbastanza ripido.

Se vuoi vedere foto del mio giro vai : http://www.suimonti.it/escursioni/amariana/index.html

Ciao
Messaggio
01-10-2008 00.00
Walter.S Walter.S
Confermo la percorribilità della strada fino al Cristo di forca in data 28/09.
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva