il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 144 ospiti - 1 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum escursioni FVG   Precedente Successivo
N. record trovati: 1
Messaggio

Tratti dismessi dei sentieri 976 e 975

28-05-2017 16.18
norman norman
Ragguaglio sulla condizione dei sentieri che dal Biv. dell’Asta portano a Forc. Giaveid e da questa’ultima alla Forc. Navalesc. Le sbiadite segnalazioni lungo il tratto dismesso del 976 che dal bivacco scende al canale sottostante la Forc. Giaveid sono state “integrate” con sbollinatura rossa ed il percorso mi è parso abbastanza evidente e logico, tenendosi quasi sempre a ridosso delle pareti sulla dx (spettacolari landri e covi di camosci). Unico punto a mio avviso un poco insidioso il breve tratto franoso che si incotra poco dopo lasciato il Biv. Un ulteriore tratto un poco esposto (ghiaino e roccette) si trova verso la fine della cengia poco prima che la traccia cali nel canale che scende dai pascoli sottostanti la Giaveid. Raggiunto il canale (q 1100 ca) le segnalazioni un poco si perdono a causa dei numerosi schianti ma è sufficiente attraversare subito a sx e, sopra la sponda, si trovano le abbondanti segnalazioni del 974 che risalgono la faggeta e raggiungono il pascolo presso dei roccioni (spartano ricovero di cacciatori). Nel pascolo i segni un poco si perdono ma il percorso da seguire per la Forc. è evidente. Dalla Forc. si va a dx dapprima lungo una crestina (segnavia 975 sbiadito) quindi la traccia guadagna ripidamente quota con percorso aereo ed a tratti esposto, raggiungendo il versante N dei Palons, ora boscoso e poco ripido. Il sent. (non sempre evidente ma integrato da nuove sbollinature) va qui in traverso ascendente nella bassa boscaglia di ontani e sorbi e quasi raggiunge la sommità dei Palons, q 1667. Da questa (bel p.to panoramico) scende decisamente ed attraversa due avvallamenti già pascolivi (Valinfièr): dal margine N del secondo riprende evidente (ampio varco trai mughi) e prosegue in quota fino a raggiungere la displuviale del costone tra Valinfièr e Navalesc. Sull’altro versante resta alto tra prato e bosco, quasi alla base di bassi affioramenti rocciosi (in basso si intravedono gli antichi ruderi delle casere, sulla dx è evidente la Forc.), doppia un paio di rughi asciutti e giunge al valico. Il percorso è probabilmente più evidente nel verso descritto, specie in quest’ultima parte. Escursione del 27/05/17.
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva