il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 97 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum escursioni FVG   Precedente Successivo
N. record trovati: 4
Messaggio

Anello del Monte Cabia

07-09-2008 00.00
Luca d Luca d
ho letto sul messaggero di oggi di alcuni escursionisti dispersi sui monti sopra Arta terme mentre andavano a funghi e recuperati dal soccorso alpino. La zona è quella del monte Cabia lungo l'itinerario descritto anche su questo sito. Sembrerà una cosa banale ma su questo itinerario che ho percorso l'anno passato in autunno è facilissimo perdersi nei boschi del monte per mancanza quasi assoluta di segnalazioni e punti di riferimento. Parlando con alcuni amici ho scoperto che anche a loro è successa la stessa cosa. Sulle tabacco(09) il percorso non è segnato e le indicazioni sul posto sono così così, tant'è vero che abbiamo dovuto ritornare sui nostri passi più volte per completare l'itinerario come descritto. La cosa che mi lascia più perplesso è che lungo l'itinerario nei pressi di alcuni stavoli c'è un cartello CAI segnavia 411 (stavoli Cusin e stavoli Stuart), mentre a me risulta che il 411 sia da tutt'altra parte e cioè nella zona del Giaideit da Imponzo(013) (???????????). Il problema sta proprio nel bosco dove il sentiero non è battuto e bisogna cercare i segnavia che sono poco evidenti. Sarà pure ridicolo parlare di questi itinerari dai più neanche presi in considerazione e può darsi anche che alcune relazioni siano datate , ma ben venga il suggerimento di Ivo di alcuni giorni fa, di mandare segnalazioni sui percorsi. Nessuno ne parla perchè fa sorridere perdersi sopra Arta, ma succede. Traversate in quota , trekking, ferrate verticali , invernali , cascate di ghiaccio e poi ci si perde sopra Arta? succede e alla fine abbiamo sorriso.

Mandi
Luca d.
Messaggio
08-09-2008 00.00
ivo.sentierinatura ivo.sentierinatura
L'Anello del monte Cabia fa parte di quella serie di percorsi "locali" sui quali ho scritto più volte. Contrariamente a quanto si crede sono i percorsi dove è più facile perdersi sia perché le segnalazioni sono insufficienti, sia perché a ridosso dei paesi i sentieri incontrano una miriade di tracce e piste sia, infine, perché questo tipo di sentieri viene spesso percorso da persone non esperte che si aspettano di trovare indicazioni evidenti e frequenti.
In quel percorso, in particolare, ci sono tornato più e più volte per cercare di seguire tutte le varie segnalazioni che si sono succedute nel tempo ma mi rendo conto che seguire le indicazioni non è facile e ci vuole un poco di intuito.

Peccato, la zona si presterebbe benissimo ad una frequentazione in tutte le stagioni e da parte anche di persone non particolarmente esperte se solo ci fosse un po più di attenzione alla sentieristica e alla segnaletica.

Un saluto a tutti
Ivo Pecile - SentieriNatura
Messaggio
08-09-2008 00.00
luca.deronch luca.deronch
peccato, forse perchè la maggior parte degli escursionisti predilige posti più "famosi". Il troi di Ciabie è un angolo di montagna friulana comunque da apprezzare, come tanti altri percorsi e alcune volte fa piacere dedicare qualche domenica a qualcosa di diverso. La segnaletica però va rivista. Io alla fine ci ho riso sopra ma qualcuno che pensa ad una semplice passeggiata potrebbe essere tratto in inganno.
Tra i tanti itinerari che Ivo propone spesso nelle giornate brevi si cercano percorsi di poche ore o poco dislivello ma che poi inaspettatamente possono risultare "strani".

Mandi
Luca d.
Messaggio
31-10-2008 00.00
Walter Walter
Confermo, nonostante trascorra da molti anni le mie vacanze ad Arta Terme ed abbia parecchia esperienza di sentieri di montagna, ho più volte percorso i vari sentieri del Monte Cabia ma le segnalazioni sono assolutamente insufficienti e confuse. Ad esempio arrivati agli stavoli Cusin nei prati la traccia di sentiero si perde e non è facile ritrovare il percorso per gli stavoli Suart.
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva