il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 147 ospiti - 2 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum escursioni FVG   Precedente Successivo
N. record trovati: 12
Messaggio

Zecche Val Tramontina e dintorni

21-07-2008 00.00
Giorgia Giorgia
Buongiorno a tutti! Normalmente vado a fare escursioni in Carnia o cmq nord friuli ma recentemente mi è venuta voglia di fare delle escursioni "vicino" casa (sono di PN) e per la precisione in Val tramontina, val d'arzino (carta tabacco 28 per intenderci). Mi dicono in tanti che ci sia un grosso problema di zecche, me lo confermate? avete consigli? pensavo di spruzzarmi i vestiti di repellente specifico, funzionerà? o è meglio che aspetti l'inverno quando queste tremendi insetti non ci siano? grazie le risposte
Messaggio
21-07-2008 00.00
Fulvio84 Fulvio84
Ciao.. Come avevamo discusso tempo fa di questo problema, ti direi come consiglio di andare a fare il Vaccino.. ( se vedi nei vecchi post trovi molte info su come farlo... Le zecchè ormai sono una presenza fissa nelle nostre zone ( qualche anno possono calare o aumentare di numero causa inverni freddi freddi o piu' miti. ( In regione tutti i bimbi nascituri vengono vaccinati alla nascita già da Gennaio 2008.. ( questo è quanto mi hanno riferito ). Il vaccino non ha nessuna controindicazione particolare ( cmq se sei una camminatrice di zone collinari, consiglio di farlo).. Poi ovviamente non tutte le zecche che ci pungono sono infette da uno dei due morbi... Tute le info le troverai nella tua USL di riferimento... Poi c'è chi non è mai stato punto da queste bestioline e magari chi ne prende 10 ogni stagione percorrendo gli stessi sentieri.. ( repellenti su vestiti e pelle possono essere una soluzione ma dubito durino un' intera giornata). Personalmente ho fatto il vaccino 2 anni fa ma cmq il mio approccio verso la montagna non è cambiato. Non mi metto a pensare se posso o meno essere punto altrimenti mi sarei già rovinato la domenica.. Le zone dove puoi incontrare una zecca ormai variano dal parco pubblico in centro a pordenone fino alla quota di 1000metri circa.. Notoriamente la Val Tramontina, la Val d'Arzino o la Canal del Ferro sono piu' popolate, ma credo che questa fama sia dovuta piu' a passaparola che a ricerche specifiche..
Io propongo di non pensarci troppo e di usufruire dei mezzi di prevenzione che abbiamo a disposizione.. Buone gite a tutti
Messaggio
21-07-2008 00.00
Lauro Lauro
La Val Tramontina è ricca di queste ospiti.Dovresti scegliere itinerari "battuti" e sentieri abbastanza "puliti", comunque su sentieri che non attraversino zone prative. Le zecche vivono in questi ambienti. Utilizzare scarponcini, pantaloni lunghi "coperti" dai calzini. Verificare spesso durante il cammino se ci sono zecche che stanno salendo sui tuoi indumenti. Forse il repellente sugli abiti può essere una soluzione.
In ogni caso al rientro dell'escursione completa verifica sul corpo che non ci siano ospiti indesiderati e comunque niente panico.
Buone camminate!
Messaggio
21-07-2008 00.00
Giorgia Giorgia
Grazie per la risposta a tutti.
devo dire che nonostante anni e anni di escursioni in collina e montagna fino ad ora non ho mai preso una zecca (e nemmeno vista...)ma ora leggendo i post ho realizzato che molti dei luoghi "infestati"(vedi val di resia, valli del natisone....) io li ho girati eccome!
probabilmente è stata solo fortuna e l'uso costante di calzini pesanti, pantaloni lunghi e scarponi.
ora mi informerò su come fare il vaccino dal medico anche se a questo punto sarà "valido" per la prox stagione estiva!
Messaggio
21-07-2008 00.00
marco.d marco.d
Una soluzione che sembra funzionare molto bene è di lavare gli indumenti con un poco di permetrina disciolta nell'acqua (http://it.wikipedia.org/wiki/Permetrina). Il trattamento perdura nel tempo, anche per un certo numero di lavaggi successivi. Il problema è che non mi sembra facile da trovare in vendita (almeno allo stato puro). Ciao!
Messaggio
21-07-2008 00.00
Giorgia Giorgia
avevo già sentito della permetrina ma purtroppo non posso usarla...ho dei gatti a casa, non vorrei mai che mi stessero male...o peggio!! grazie lo stesso!!
Messaggio
21-07-2008 00.00
Giorgia Giorgia
Grazie per la risposta!
in generale nelle escursioni che faccio tendo sempre a seguire sentieri battuti e a non andare per prati...però non so esattamente come siano i sentieri in val tramontina oggi, sono anni che non li faccio...sicuramente avevo in programma:
-le dighe di ca selva e ca ciul per frassaneit e poi proseguire fino alle tronconere
-poi dall'altro lato della statale volevo fare palcoda e san vincenzo....
se ti senti di aggiungere consigli a quali sentieri NON fare nella zona, ti ringrazierei molto
Messaggio
21-07-2008 00.00
sherpa61 sherpa61
ciao Giorgia; anche io da pordenone.
come già detto in altro post.....io ritengo c'è ne siano davvero troppe; in questa stagione io non cammino proprio nei posti cha hai indicato; sono troppo inerbati.....e se attraversi erbe alte e più un caso se non le becchi le zecche.
io ne ho prese due in 250 escursioni...ed entrambe in val tramontina..!!....lascia stare i laghi che hai detto...troppo bassi....sono buoni per escursioni invernali.
ora è meglio salire di quota.....minimo sopra i 2000 per stare tranquilli.
vaccino: si fa in tre dosi.....la seconda dopo un mese dalla prima e la terza circa dopo un anno; la copertura è valida già dalla seconda dose, occhio che il vaccino protegge (nemmeno troppo visto che agisce sul "ceppo amoericano" delle zecche che è uno dei cinque presenti) solo dalla TBE, e non dalla Borreliosi di Lyme (dal paese americano, Lyme appunto, dove nel 1973 è stata identificata la patologia); giusto i vestiti lunghi.....giusto spruzzare più volte al giorno delle sostanze repellenti, ma la più importante accortezza è ispezionare tutto il corpo (facendosi aiutare) appena rientrati e nei giorni seguenti; tanto meno la zecca rimane attaccata e tanto è più facile non produca danni.
spero di averti aiutato......
ciao

p.s. io....come sanno gli amici del forum....ora....vado in dolomiti tutta la vita.....saranno due ore di auto.....ma ne risparmi tre a spruzzare sostanze....a ispezionare vestiti.....e a controllare il corpo a casa.

ciao e buone montagne

Messaggio
21-07-2008 00.00
Giorgia Giorgia
ti ringrazio per la risposta.
mmmh...comincio proprio a pensare che la val tramontina non mi vedrà fino al gelido inverno.....visti i presupposti...

anch'io impazzisco per le dolomiti ma le devo escludere in questo momento...
il mio problema è che ultimamente non posso permettermi per motivi di tempo di fare 2 ore ad andare e 2 a tornare in macchina per fare le escursioni, ed è per quello che cercavo di "avvicinarmi" a pordenone, limitando i tempi di trasferta a 1 ora, non di più....sennò devo limitare l'escursione e proprio non mi va...
con questi presupposti mi rimane la provincia di pn: val tramontina, val cosa, val d'arzino, val settimana, val cimoliana, piancavallo...dimentico qualcosa?
Messaggio
21-07-2008 00.00
sherpa sherpa
giorgia?...le due ore di differenza d'auto....le recuperi alla mattina, partendo alle 05.00 e godendo dell'alba.
da Pordenone in due ore sei sotto il pelmo.....sotto l'antelao......a cortina.....al passo di monte croce carnico......sotto il civetta.....sia dalla val di zoldo che dall'agordino......al passo duran.......a forcella cibiana......
tutti posti da escursioni da favola.
ciao
Messaggio
21-07-2008 00.00
bambinodoro bambinodoro
Sherpa, tu andrai anche in 2 ore in Dolomiti alle 5 di mattina e questo è pacifico. Ma poi, quando io al ritorno dalla Val Cimoliana sono a Cimolais a bere al fresco tu sei di sicuro in coda a crepare di caldo in macchina!!! Fermo in centro al semaforo di Agordo. All'incrocio di Tai. Allo stop a Longarone. Piantato in centro ad Auronzo. E così via. Ci sono vantaggi e svantaggi ad andare "tutta la vita in Dolomiti...". Comunque tornado in topic, Giorgia, io come già detto poco tempo fa su questo forum giro in Dolomiti d'oltre Piave (lato Cimoliana e -meno- lato Rifugio Padova) in media almeno 20 volte a stagione e sono spesso in Alpago e Piancavallo. Non ho ancora preso una zecca!!! Giorgio, che scrive su questo forum, gira nei più reconditi posti della Val Meduna e non è ancora morto sbranato dalle zecche. Vai dove ti piace di più e dove ti è più comodo! Ovviamente se ti imboschi in Val Meduna il buon senso dice di non andarci in pantaloni corti e canottiera...visto che, inconfutabilmente, in quella zona le zecche sono più numerose che in altri. Ma mi sento di consigliarti tutta la vita di andare con tranquillità in Cimoliana, Settimana e anche in Alpago e Piancavallo...Ci sono gite bellissime, più vicine e con meno coda che in Dolomiti e altrettanto, se non più, belle!!! Buone gite!
Messaggio
22-07-2008 00.00
Lauro Lauro
Le dighe è meglio lasciarle perdere, il sentiero (mi hanno riferito) è infestato.
Palcoda e S.Vincenzo puoi farlo solo se hanno fatto manutenzione al sentiero in quanto ad agosto credo ci sia una celebrazione. Credo in ogni caso che dovresti alzarti di quota( Rest, Valcalda, Frascola, bellissima montagna il Raut, casera Valine)
Ciao
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva