il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 224 ospiti - 3 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum escursioni FVG   Precedente Successivo
N. record trovati: 39
Messaggio

Ferrate di media difficoltà

23-06-2008 00.00
Mauro Mauro
Salve a tutti! Io ho cominciato da poco a frequentare le vie ferrate... l'ultima che ho fatto è stata la ferrata "Sartor" del Peralba e mi è risultata poco impegnativa anche se gradevole!
Quello che vorrei sapere e se sapreste consigliarmi altre ferrate leggermente più impegnative??? Ad esempio quella per l'Amariana? Il Ceria Merlone? Se conoscete altre di media difficoltà ditemele pure, così poi mi informo al riguardo e vedo se sarebbe fattibile o meno.
Grazie
Messaggio
23-06-2008 00.00
luca_di_collina luca_di_collina
Quella dell'Amariana è poco impegnativa e pochissimo divertente, la eviterei. Personalmente ti consiglierei in ordine crescente di difficoltà il sentiero del Centenario (Jof Fuart), il Leva (Jof di Montasio), il Goitan (Jof Fuart), la ferrata Grasselli (Canin) e la ferrata degli Alpini (Chiadenis). Il Ceria-Merlone non l'ho mai fatto ma Mazzilis e mio cugggino dicono sia veramente magnifico. Le ferrate elencate le ho fatte al massimo quattro anni fa e le attrezzature erano buone. Se poi è una bella stagione e riesci a migliorarti assolutamente da fare la Ferrata dei 50 (Culzei), 8 ore complessive di cui 4 attaccato al cavo con arrampicata aerea, la più bella che abbia mai fatto.
Mandi
Messaggio
23-06-2008 00.00
bambinodoro bambinodoro
Il Ceria-Merlone è veramente un bellissimo percorso, da fare e rifare (con il bel tempo...se no perde il 99% della bellezza)!
Altre che mi vengono in mente in Friuli sono la Slovena al Mangart e il Sentiero Zandonella nel gruppo del Duranno. Se poi ti vuoi spostare in Dolomiti c'è solo la scelta...
Messaggio
23-06-2008 00.00
Mauro Mauro
Grazie per la risposta molto esauriente!!! Di Mazzilis ho sia il libro "Per sentieri selvaggi" sia "Dai sentieri attrezzati alle vie ferrate" (quest'ultimo acquistato di recente) e sembrano essere entrambi molto ben descritti e soprattutto utili!!!
Ho dato un'occhiata al secondo libro e, a prima vista, mi sembra che tutte le ferrate che mi hai elencato, eccetto quella dell'amariana, non ci siano... Che strana coincidenza:)
Ho trovato invece la ferrata dei 50 (Culzèi)!!! Quella dev'essere davvero molto impegnativa... Però un giorno la dovrò assolutamente fare.
Per quanto riguarda il Ceria Merlone penso proprio che tuo cugino e Mazzilis abbiano ragione a dire che è una bella escursione! Inoltre anche Daniele983 mi ha appena dato conferma della sua bellezza e quindi mi sa che sarà proprio la mia prossima meta!!! Poi magari vedrò di indirizzarmi verso il Jof Fuart, scegliendo magari la via più semplice per salirci!
Grazie ancora per le informazioni e buone escursioni
Messaggio
23-06-2008 00.00
Mauro Mauro
Ok grazie!
Sicuramente la prossima mia uscita sarà proprio il Ceria Merlone!!! Da come mi hai risposto sembra essere davvero una bella camminata. Per quanto riguarda il sentiero Zandonella, invece, su che carta Tabacco lo posso trovare? Perchè è la prima volta che lo sento (scusa per la mia ignoranza)...
Ad ogni modo credo che per ora resterò in zona, con qualche uscita anche oltre confine (Slovenia)... Nel Trentino magari ci andrò quando riuscirò ad avere qualche giorno libero in più... Anche perchè un giorno, quando avrò l'attrezzatura e trovato qualcuno esperto con cui andare, mi piacerebbe tanto andare sul Marmolada e ovviamente anche altri monti!
Grazie di tutto e buone escursioni anche a te
Messaggio
23-06-2008 00.00
bambinodoro bambinodoro
Sul Ceria-Merlone aspetta un poco, oppure informati bene perchè credo troverai parecchia neve nei tratti incassati dei canali, specie a nord.
Messaggio
23-06-2008 00.00
Mauro Mauro
Per il Ceria-Merlone ci dovrei andare appena sabato 12 luglio (prima ho in programma altri itinerari non attrezzati da fare con un mio amico non esperto). Se il tempo dovesse continuare ad essere come in questi giorni, pensi che per quel giorno vada bene?
Ad ogni modo, riguardando il libro di Mazzilis "Dai sentieri attrezzati alle vie ferrate", mi sono accorto che c'è pure il sentiero Zandonella del Duranno che mi dicevi... Quindi problema risolto:)
Messaggio
23-06-2008 00.00
sherpa61 sherpa61
ciao , sul libro del Mazzilis ci sono tutte le ferrate di cui parlate.
ti do una dritta, tieni presente che io fadendo si solito gran parte delle ferrate in solitaria, a casa ho una sessantina di guide; beh....quelle del Mazzilis sono le migliori....e grande a scrivere di montagna; tieni presente che gli orari che mette il Roby sono tirati....nel senso che quelle core ti ci vogliono tutte.
detto questo, a partire dal montasio e fino al Jof >Fuart hai nell'ordine (in successione e in quota) il sentiero Leva...il Ceria-Merlone...e l'Anita Goitan; i primi due li ho fatti....il Leva è più breve....con tratti molto esposti, penso già percorribile da ora....il Ceria-Merlone è selvaggio...straordinario; io l'altroanno ho trovato 40/50 stambecchi....è davvero bellissimo.
L'Anita Goitan deve essere altrattanto bello; comunque il Ceria mi è rimasto impresso.
se non l'hai fatto....anche il Montasio con la Scala Pipan è molto appagante; una grande montgna....e la Pipan un scala di 40 metri in corda di ferro ma mobile....per cui nervi saldi e casco obbligatorio; prima e dopo tutta la normale è tranquilla.

sulle dolomiti....c'è ne un macello.....le ho fatte quasi tutte; la croda rossa di sesto potrebbe essere una ferrata da brivido per te.....

in friuli....il libro del mazzillis è la bibbia

buone montagne
Messaggio
23-06-2008 00.00
Mauro Mauro
Ora che ho sfogliato tutto il libro "Dai sentieri attrezzati alle vie ferrate", penso proprio che gli itinerari da te elencati ci siano tutti... Ho un dubbio solo su quello del Chiadenis... La ferrata degli Alpini, sarebbe la ferrata "CAI Portogruaro"?
Messaggio
23-06-2008 00.00
Mauro Mauro
Ciao! Grazie per la risposta.
Cmq hai ragione. Proprio poco fa ho sfogliato tutto il libro di Mazzilis e le ho trovate tutte!!! Quindi tutti questi itinerari sembrano essere interessanti... Per quanto riguarda il "Leva", mi dici che alcuni tratti sono esposti... Ma in quei punti si è comunque assicurati al cavo? Altrimenti nn credo che avrei il coraggio di attraversarli (almeno per ora).
Per quanto riguarda il Jof di Montasio, ci sono stato l'anno scorso percorrendo la scala Pipan e ho rischiato parecchio, perchè nn essendomi informato del gran mucchio di sassi che ogni giorno rotola giù per la montagna (colpa anche dei Stambecchi dispettosi), ci sono andato tranquillo senza attrezzatura e tanto meno senza CASCO!!! Devo dire che è stata proprio una gran C...ATA:) Da non ripetersi più.
Riguardo le Dolomiti mi piacerebbe moltissimo andarci, ma per ora preferisco restare in zona, anche perchè non conosco molto bene quelle zone e dovrei appena informarmi e poi trovare il tempo per andarci.
Cmq grazie ancora per la risposta e buone montagne anche a te
Messaggio
23-06-2008 00.00
sherpa61 sherpa61
tranquillo......sei assicurato.....in certi punti il cavo è sottile...e allentato.....ma passi tranquillo;
l'unica cosa è programmare robe simili con il tempo assolutamente stabile.....e partendo prestissimo, così hai tutto il tempo e il margine, per passare con cautela nei punti ostici.
guarda il tuo "bonus" l'hai già giocato l'anno scorso sulla Pipan; da adesso informati....informati....informati.....informati; in montagna non si scherza....mai.
e un'escursione è 30 % prepararle e leggerla nelle guide.....sognarla col pensiero.....viverla nell'immaginario......poi 40 % farla dal vivo....e il restante 30 % viverne il ricordo.

le motagne non si spostano-----sei un grande quando rinunci....non quando forzi.
ciao e .......buone montagne
Messaggio
23-06-2008 00.00
Mauro Mauro
Parole sante. Grazie per i consigli. Li terrò sicuramente a mente e sono d'accordissimo con te riguardo al programmarle e sognarle!!! Funziona proprio così... Tu pensi dove andare e poi fino a quando non arriva quel giorno, non smetti di sognare il percorso, a come lo farai, quanto ci impiegherai a farlo, come sarà il tempo, se sarò in grado o meno... E' molto bella quella sensazione che si prova!
Comunque solitamente arrivo sul posto un po' tardino (tipo 9 di mattina, con 2 ore di auto alle spalle), ma fisicamente nn sono messo male e diciamo che ho un buon passo... Sono sempre tornato a casa per ora di cena (e con taaanta fame) e ancora con qualche bricciola di energia per trascorrere la serata con gli amici (solitamente vado in montagna il sabato)
Messaggio
23-06-2008 00.00
luca_di_collina luca_di_collina
Si', o meglio da un lato si dovrebbe chiamare CAI Portogruaro e dall'altra degli Alpini (o cosi' almeno sembra). Difficoltà uguali, quindi assolutamente da fare tutte e due una salendo e l'altra scendendo, come scriva Mazzilis.
Mandi
Messaggio
23-06-2008 00.00
luca_di_collina luca_di_collina
Riguardo ai libri di Mazzilis: tempi attendibili con alcune 'sviste' di poco conto come ad esempio la discesa dall'Oberdeirer che per fare nel tempo indicato deve aver fatto di corsa e la "Senza Confini" alla creta di Collinetta messa troppo presto (il Zandonella è nettamente più facile), dopotutto mettere in ordine 50 itinerari non è operazione facilissima (leggasi: se ho un terzo grado assicurato e non esposto è più difficile di un primo non assicurato e aereo?).
Per quanto riguarda il Zandonella l'ho fatto l'anno scorso in senso inverso per bere la birra di rito al rifugio, pare sia meglio dato che su un altro forum uno ha detto di aver perso il sentiero. Difficoltà media e attrezzature buone. Consigliabile.
Ultimo avviso: visto che sui libri di Mazzilis non c'è NON fare la Oberst-Gressel al Pal Piccolo, anche se la quota è modesta e si parte dal parcheggio (cose che potrebbero trarre in inganno) rimane una ferrata molto difficile e pericolosa.
Mandi
Messaggio
23-06-2008 00.00
Mauro Mauro
Ok grazie
Messaggio
23-06-2008 00.00
michele michele
Lì vicino c'è quella del Piz Chiadenis che non è difficile e molto appagante. Ovviamente è necessaria un po' di dimestichezza con l'arrampicata (comunque il cavo è onnipresente nei punti critici).
Messaggio
23-06-2008 00.00
nadia nadia
Ciao, oltre a quelle elencate, fai anche la "crete rosse" alla Creta di Aip, corta e divertente o quella del Zermula. Quella del Pic chiadenis l'ho fatta in gruppo e mi son divertita molto! bella e semplice anche quella della Mala Moistrowka al P.so Vursic in Slovenia! Se ti vuoi allenare c'è anche la ferrata Bruno Biondi in Val Rosandra, vicino alla palestra d'arrampicata rose d'inverno(l'ho trovata sul libretto "gli itinerari attrezzati del Friuli-Venezia Giulia" di Ettore Tomasi Tamari Montagna Edizioni)ottima perchè presenta tutte le difficoltà!!
Messaggio
24-06-2008 00.00
SHERPA61 SHERPA61
Bravo.....ma ascolta il nonno....
con due ore di macchina.....tu....cominci a camminare alle 07.30....massimo..!!!...ok..!!....quelle 2 ore li.....vedrai quante volte fanno la differenza.
ciao omonimo.....
Messaggio
24-06-2008 00.00
Marty LLUNA_08 Marty LLUNA_08
Ciao !
A proposito della Biondi in Val Rosandra...con l'intenzione di andarci appunto x allenarsi...dov'è ke comincia ???? sono stata lì sopra un'infinità di volte, ma non ho mai azzeccato il punto esatto d'inizio..vabbè ke da sopra è un po' difficile, xò nenake lasciando l'auto al park della vedetta non è ke ci siano delle indicazioni precise ! Grazie mille !!! ciaciao
Messaggio
24-06-2008 00.00
Mauro Mauro
Se fosse per me lo farei più che volentieri... Anche perchè così ho due ore di caldo in meno (d'estate) e magari posso permettermi un giro più lungo... Però purtroppo non riesco mai a convincere l'amico con cui solitamente vado e quindi mi sta bene così:)
Messaggio
24-06-2008 00.00
Mauro Mauro
Ok grazie! Me la sono segnata!
Messaggio
24-06-2008 00.00
Mauro Mauro
Ok grazie! Ho trovato sul libro di Mazzilis sia la ferrata "crete rosse" sia la ferrata del Zermula!!! Sembrano essere entrambi itinerari abbastanza corti... Inoltre si trovano nella stessa zona e quindi potrei dicidere proprio all'ultimo quale intrapprendere!!! Insomma altri due itinerari de tenere a memoria.
Grazie ancora e buone montagne
Messaggio
24-06-2008 00.00
nadia nadia
La prima volta ho avuto difficoltà anche io a trovarla.Dal park del belvedere prendi il sent 49 e dopo un po' c'è un bivio e prendi il 49a con il quale scendi prima alla grotta con tavolo e panche e poi a sx arrivi all'attacco (targa).A dx invece vai alla palestra "rose d'inverno".Questo mi sembra essere il senso giusto per percorrerla,poi se vuoi,dopo un po' che la fai e vuoi cambiare le difficoltà falla al contrario!!!a me è sembrata più difficile!!!divertiti!!
Messaggio
24-06-2008 00.00
fulvio84 fulvio84
Mi aggiungo alla coda delle descrizioni delle ferrate di buona difficoltà.
La scorsa estate ho affrontato con un paio di amici molto piu' navigati di me la ferrata SENZA CONFINI o WITHOUT BORDERS. a seconda dei libri che la citano.
La si prende dal passo MonteCorceCarnico, è tutta stata rimessa a nuovo dagli Austriaci e presenta nel primo tratto prima del vero e proprio attacco alcuni passaggi dentro a delle gallerie di guerra ( una davvero spettacoalre ).
Dire che mi sono molto divertito quel giorno è dire poco.
E' molto ma molto aerea, ma sempre con il cavo che ti accompagna ( cosa che reputo fondamentale per chi come me un po' di vertiggini e insicurezza le prova ). A questo punto anche io sono uno dei fans del CeriaMerlone sia per l'ambiente sia per la lunghezza, ma molte persone dicono cose diverse sul fatto che sia attrezzata piu' o meno nella sua globalità.
Qualcuno puo' metterci una pietra sopra e dirmi se davvero il cavo è presente nei punti diciamo piu' incasinati o se è il caso che prima di affrontarla impari a controllare meglio le mie sensazioni aeree.. Grazie a quanti aggiungono info utili e veritiere e soprattutto oggettive al 100%.
Mandi Mandi
Messaggio
24-06-2008 00.00
Mauro Mauro
Sono d'accordissimo con te sul fatto dell'oggettività!!!
Vorrei sapere pure io come Fulvio, se effettivamente il Ceria-Merlone sia un percorso ben attrezzato! E per ben attrezzato intendo se nei punti esposti o un po' impegnativi ci sia sempre il cavo che ti possa assicurare???
Grazie a tutti per le risposte
Messaggio
24-06-2008 00.00
Giorgio Giorgio
A tutti coloro che chiedono informazioni sulle "ferrate di media difficoltà" oltre a leggere i famosi libri di Mazzillis (da poco è uscita la 2° edizione aggiornata), le tabacco e quant'altro, mi permetto di consigliare il sito di www.cimefvg.it dove sono riportate tutte le ferrate citate con ampio reseconto fotografico (che a volte è più utile ditanti giudizio soggettivi). Manca solo la cassiopea e le ultime aperte sul Varmost e torre Winkler.
Messaggio
24-06-2008 00.00
Paolo Paolo
Che tempi per il sentiero Zandonella? Penso di falro anch'io in senso orario con birra al rifugio.
Tra Zandonella e Ceria-Merlone quaele è il più bello?
Grazie e buone salite
Messaggio
24-06-2008 00.00
bambinodoro bambinodoro
Ti sconsiglio di farlo all'incontrario...la birra puoi sempre berla a Erto o a Cimolais ;-)
Risalire il canale di mughi non lo troverei divertente, almeno io...poi gusti son gusti. Tempi? Boh, dipende quanto veloce vai e se ti assicuri su tutti i tratti. E se lo fai al contrario quanto fiato e voglia hai dopo aver risalito il canale con i mughi...
Messaggio
24-06-2008 00.00
bambinodoro bambinodoro
Su quale sia il più bello...non so. Io sono di parte, dico Zandonella perchè più selvaggio. Poi io amo il gruppo Preti-Duranno. Ma anche il Ceria-Merlone (che ho fatto e rifatto almeno 7/8 volte...) è spettacolare. Non considerarlo una via ferrata. E' un sentiero alpinistico attrezzato...Ambiente bellissimo, stambecchi ovunque, vuoto quel che basta per farti sentire in un posto importante, e veramente lo è ;-)
Per non sbagliare, falli tutti e due!!!
Unico consiglio: il Ceria terminalo scendendo a Cregnedul per La Plagnota, la discesa verso la forcella Lavinal dell'Orso non aggiunge nulla, allunga solo il percorso!
Messaggio
25-06-2008 00.00
sherpa61 sherpa61
per Fulvio e Mauro
ragazzi, l'oggettività non esiste nella vita.!!.
e tutto soggettivo; anche la valutazione di una ferrata; dipende da come sei messo fisicamente e psicologicamente; non siamo tutti i giorni uguali. A me è capitato di arrivare in acima alla Fiamme Gialle al Pelsa che è considerata una delle molto difficili, senza particolari problemi tecnici, ma ero in solitaria...non c'era un cane....ed ero concentratissimo e preoccupato per questo; e questo mi ha fatto bypassare le difficolta tecniche (per inciso la Fiamme Gialle e molto esposta, atletica , e fisicamente impgnativa; se poi alla fine fai la variante difficile, questa è assolutmente verticale e aerea.....grande ferrata....la Finanzieri Al Colac invece la ho trovata sopravvalutata rispetto alle guide...ecc...ecc.)
detto questo....il Ceria-Merlone è una sentiero alpinistico attrezzato, ci vuole esperienza di montagna....passo sicuro, ....capacità di muoversi nel friabile (alcuni canali in discesa sono "rotti"....e attrezzata a sufficienza......ma l'ambiente è maestoso....importante. Il consiglio per gustarla appieno e farsi accompagnare da una persona esperta....è la miglior cosa per imparare ad andare sul difficile e acquisire fiducia e tecnica.
ciao ragazzi
Messaggio
25-06-2008 00.00
Marty LLUNA_08 Marty LLUNA_08
Ciao Nadia ! Grazie mille...appena fa un giorno nuvoloso(col sole ora penso ti squagli)vado a provarla x testare la 'fifa' all'esposizione !!
Messaggio
25-06-2008 00.00
Marty LLUNA_08 Marty LLUNA_08
scusami....ho skiacciato 'rispondi' prima di salutarti e ringraziarti !!!! ciaooo
Messaggio
25-06-2008 00.00
nadia nadia
concordo sul fatto che è tutto soggettivo...io con un cavo vado su bene...senza molto meno...e infatti son andata nel pallone gia nei primi mt del Ceria merlone dopo la forca de lis sieris...che essendo "elementari" non sono attrezzati!!!dopo fortunatamente ho recuperato..grazie anche a dei tratti del mio amato cavo!!!ma devo avvisarti che dei tratti in cengia son molto esposti e senza cavo...nonostante il sentiero sia abbastanza largo... Comunque una bella cavalcata panoramica e spettacolare!!! 17km di lunghezza tondi tondi dal park al park!!!
Messaggio
25-06-2008 00.00
Mauro Mauro
Ok vi ringrazio per le risposte!
Cmq, riguardo all'oggettività, avete anche ragione... E a questo punto la cosa migliore sarebbe fare un SONDAGGIO, dove ognuno di noi direbbe la sua! Poi in base alle statistiche ci si sa farebbe più o meno un'idea (del resto la maggioranza "dovrebbe" aver sempre ragione)
Messaggio
25-06-2008 00.00
Mauro Mauro
Ciao! Il sito ce l'ho nei preferiti già da parecchio tempo!!! E' davvero utile.
Lo consiglio pure io
Messaggio
25-06-2008 00.00
luca.deronch luca.deronch
perchè non dai una occhiata sul sito "www.suimonti.it"? ce ne sono parecchie di quelle citate e altre ancora, corredate di foto e descrizione, molto ben fatte e "realmente" percorse. Anche qui manca la Cassiopea ma per il resto direi che son ben descritte, alcune con scheda scaricabile , dettagli e molto altro .

Un saluto
Luca d.
Messaggio
25-06-2008 00.00
Giorgio-I Giorgio-I
E' fatto molto bene anche il sito "suimonti" però la descrizione delle ferrate non è accompagnata con altrettante belle foto che a volte rendono molto più di tanto scrivere; soprattutto per quelli che sono già stati in ferrata, ma prima di intraprendere qualcosa di nuovo e anche più impegnativo cercano informazioni sulla difficoltà, esposizione ecc..... E trattandosi sempre di valutazioni personali, la foto aiuta molto di più di una sola descrizione tecnica. Le due cose insieme, quindi, sono il massimo ecco perchè molto meglio www.cimefvg.it ; adesso ho visto che ci sono anche dei brevi filmati. (Per dovere di cronaca non centro nullacon gli autori del sito, ma mi complimento con loro). Ciao a tutti.
Messaggio
25-06-2008 00.00
luca.deronch luca.deronch
siccome il sito cimefvg è già stato citato in precedenza e sicuramente è ben fatto e degno di nota e anch'io l'ho messo tra i preferiti, per dare un aiuto in più a chi vuole avere informazioni preziose, ho riportato il lettore anche al sito "suimonti" in maniera che potesse completare la sua ricerca. Poi non giudico chi sia meglio, certo che belle foto , ma belle veramente e molto indicative ci sono in entrambi. Non dirò mai che uno è molto meglio dell'altro perchè secondo me non è giusto. Chiunque con passione e fatica cerca di divulgare notizie utili e serie e non solo su ferrate ma anche su escursioni di vario livello ha fatto una gran cosa per gli altri , se no non ci sarebbero bei forum come questo.
Un saluto
Luca d.
Messaggio
25-06-2008 00.00
marco@suimonti.it marco@suimonti.it
Ciao. Mi sento chiamato in causa: per ogni ferrata, escursione o ciaspolata ci sono dalle 50 alle 60 foto, ma devi sfogliare l'album che si apre cliccando sulla dicitura "guarda le foto dell'escursione", oppure cliccando sulla foto che vedi in ogni scheda.
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva