il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 115 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum escursioni FVG   Precedente Successivo
N. record trovati: 9
Messaggio

Alimentazione dell'escursionista

16-06-2008 00.00
Mauro Mauro
Salve a tutti! Mi stavo chiedendo quale sia l'esatta alimentazione per una giornata in montagna (trekking di 6-8 ore per intenderci)...
Di solito io faccio una buona colazione, ricca di carboidrati (biscotti, kornflakes, latte, yogurt)... Fatta circa 2 ore prima della partenza, altrimenti me la ritrovo ancora nello stomaco:)
Poi, durante la camminata, mi alimento circa ogni ora e mezza con dei piccoli spuntini, tipo cioccolata, frutta e snakes vari... In cima non mi faccio mai mancare un bel panino con prosciutto e formaggio!!! Ovviamente un'altra cosa importante e che nn può assolutamente mancare, è l'acqua!!! Ma di quella, me ne porto sempre in abbondanza e bevo a piccoli sorsi e costantemente.
A me piacerebbe sapere se mi alimento correttamente ed eventualmente se avreste da consigliarmi cosa mangiare di preciso prima di affrontare una lunga camminata e cosa portarmi dietro da mangiare lungo il cammino???
Grazie
Messaggio
16-06-2008 00.00
Paolo Paolo
Tovi informazioni interessanti a questo link http://www.zainoinspalla.it/alimentazione.asp
Aggiungo che, per esperienza personale, mi trovo bene senza i panini e con le barrette energetiche aggiungendo a tutto una dieta ricca di carboidrati (pasta riso) nei due giorni precedenti e nei due successivi l'escursione. Aggiungere bevande ricche di sali minerali sempre prima, durante e dopo con particolare attenzione a magnesio e potassio che riducono l'insorgere dei crampi.
L'equilibrio giusto è comunque del tutto personale e raggiungibile per tentativi successivi.
Buone escursioni
Messaggio
17-06-2008 00.00
luca_di_collina luca_di_collina
Mi sembra un'alimentazione corretta, io ci aggiungo solo il caffè la mattina come eccitante quando sono particolarmente rimbambito o stanco (e a me che non lo bevo mai funziona). Personalmente se non ho problemi di carico le barrette (visto il gusto a dir poco discutibile) le lascio al supermercato. Ricordo poi che durante un trekking una comitiva con degli zaini 'da asilo' procedeva con uno spek pro-capite riducendo di molto lo zaino (penso che come calorie per centimetro cubo siamo a ottimi livelli). Certo, poi c'è gente che si scofana due birre da mezzo, krauti e salsicce e poi va lo stesso come un missile...
Messaggio
17-06-2008 00.00
Luca Ch Luca Ch
dipende dal metabolismo che uno ha, l'unica cosa è che le carni e i latticini non andrebbero mangiati assieme, poiche non sono compatibili per una buona digestione.
Messaggio
17-06-2008 00.00
Mauro Mauro
Ok grazie delle risposte! Ho dato pure un'occhiata al sito www.zainoinspalla.it e ho notato con dispiacere che la cioccolata, durante l'escursione, non va bene in quanto troppo grassa e quindi di difficile digestione. Peccato!
Cmq credo che il panino in vetta non me lo toglierò!!! Soprattutto perchè credo proprio di meritarmelo, dopo essermi conquistato la vetta;) Inoltre, una volta in cima, la fatica maggiore me la sono già fatta e quindi non credo che mi cambi molto se al posto del panino mangiassi una barretta energetica...
Però proverò sicuramente a non cibarmi più di cioccolata durante il cammino e a sostituirla con della frutta (banana, mela) e delle barette energetiche!!!
Altra cosa... Come integratore di sali io utilizzerei una bustina di Polase, che penso sia l'ideale... Però quando è meglio utilizzarla???
Subito prima della partenza?
Durante? (che però mi sarebbe scomodo, perchè nn vorrei diluire tutta l'acqua che porto con i sali)
O subito dopo aver terminato la camminata?
Messaggio
17-06-2008 00.00
bambinodoro bambinodoro
Ciao Mauro, personalmente trovo ridicole tutte le ricette che si leggono su tipologia/quantità di alimenti/bevande da portare in montagna. Ridicola anche tutta la pubblicità che si fa dietro a integratori e compagnia, un modo come un altro per fare soldi.
Dopo un po' che uno va in montagna, in base all'attività che fa (escursionismo, alpinismo, arrampicata, scialpinismo), scoprirà da se (e spesso a sue spese...) cosa è giusto PER LUI e in quale quantità alimentarsi e bere. Se in una escursione può non essere un problema porarsi qualunque genere di cibo al seguito (io quando faccio cose tranquille addirittura mi porto la pasta fredda d'estate :-)), se uno fa cose più "complicate" peso e ingombro sono sicuramente un problema. PER ME ho trovato ottime in queste situazioni quelle misture di frutta secca che si trovano nei negozi (un sacchettino con uvetta, nocciole, noci, mele...) e mi basta tutto il giorno, unito magari a qualche cioccolatina tipo kinder maxi ecc. Peso e ingombro circa 0, energia tanta data dalla frutta secca. Magari qualcuno con quelle dosi soffre la fame, per questo dico che ognuno troverè nel tempo il SUO alimentarsi. Ugualmente le stagioni determineranno quel che ti porti in montagna. D'inverno portarsi frutta fresca (che va benissimo d'estate) tpo mele e banane dopo vari "esperimenti" lo trovo dannoso, è come mangiarsi un ghiacciolo a - 15°C, che magari ti darà anche problemi allo stomaco!
Altro "grosso" problema è l'acqua. C'è chi beve un sacco chi necessita di molto meno. E' chiaro che in giornate calde se avessi 5/6 litri per un'uscita di 8 ore e 1800 m di dislivello li berrei tutti, ma sarebbero 5/6 kg in più nello zaino! Devi trovare il limite per non stare male. Gli integratori serviranno anche, ma è dimostrato che (per una giornata di sforzo fisico) se uno si alimenta bene (nei giorni precedenti) non fanno i miracoli...Utile anche l'HydroBag (la sacca con la cannuccia) che però se da una parte ti permette di bere costantemente (a volte per pigrizia non ci si ferma/toglie lo zaino/pesca la borraccia finita nel fondo oscuro) dall'altra invoglia a bere...quindi più peso!!! Mandi!
Messaggio
17-06-2008 00.00
Mauro Mauro
E con "se ci si alimenta bene nei giorni precedenti" che intendi? Cos'è che devo assolutamente mangiare per prepararmi a un'uscita di 7-8 ore e 1500mt di dislivello?
P.S. Riguardo ai cibi non coerenti con la montagna (premetto che non sono un tipo normale, ma esageratamente malato di cibo), pensa che l'anno scorso, quando sono andato sul Coglians, mi ero portato 200g di riso alla Greca, vari snakes, un panino con la nutella e lo yogurt da bere!!! Diciamo pure che metà zaino era solo cibo :D
Messaggio
17-06-2008 00.00
bambinodoro bambinodoro
Intendevo che con l'alimentazione normale che nel nostro paese possiamo in gran parte permetterci, siamo a posto, a meno di casi particolari. Certo che se il giorno prima hai fatto altri 1500 m di dislivello dovrai reintegrare un po' di più che non in un momento in cui hai semplicemente zappato l'orto. Per questo i libretti vari consigliano la sera dopo un'escursione il classico brodo salato oppure succhi di pompelmo ecc...Ma in linea di massima almeno che uno non mangi solo pane e latte la nostra alimentazione credo (non sono un medico eh...) copra più o meno tutte le esigenze di un'escursionita della domenica senza dover ricorrere a particolari integratori e miscugli chimici ;-) Del resto, la storia delle grandi spedizioni è fatta di panini allo speck, frutta secca e formaggio grana e da bere, il tè ;-)
Messaggio
17-06-2008 00.00
Mauro Mauro
Ok perfetto! Rigrazio te e gli altri per le informazioni che mi avete dato. Diciamo che ora mi sono fatto una mia idea e cioè che continuerò a comportarmi come ho sempre fatto, modificando eventualmente gli spuntini durante il cammino (meno cioccolata e più frutta come mele, banane e noci-mandorle)... magari potrei prepararmi un bel frullattino che contenga il tutto!!! Non sarebbe male;)
Grazie ancora e buone escursioni
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva