il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 170 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum escursioni FVG   Precedente Successivo
N. record trovati: 6
Messaggio

Ferrata Norina al M.Cimone

03-08-2015 15.23
ferdi60 ferdi60
So che ufficialmente è chiusa, ma se qualcuno l'ha percorsa recentemente, chiedo info aggiornate sulla situazione della ferrata Norina al Cimone: condizione delle attrezzature, stato dei nevai e transitabilità del guado del torrente Dogna. Grazie!
Messaggio
15-08-2015 22.34
Pietro.DN Pietro.DN
Ciao Ferdi,
tutto transitabile (con corda al seguito - porta la tua che pesa meno - per me). Fissa la data che verifichiamo di persona.
Messaggio
25-08-2015 15.53
jaka.fiser jaka.fiser
Ecco, qualche informazione da un mese fa (percorsa il 15 luglio):
Il guado del torrente e facile (almeno lo era in luglio), acqua non raggiunge neanche le ginocchia. Niente da aver paura. Poi hanno posto anche un tronco dell'albero per facilitare il passaggio ma e posto in una posizione un po pericolosa, dunque io ho preferito il guado.
Accesso al bivacco ripido e faticoso, ma facile (da fare attenzione in posti dove il sentiero e quasi invisibile sotto l'enorme quantita di fogliaia caduta. I segnavia sono comunque sempre buoni).
Il bivacco in condizioni perfette, si puo facilmente pernottare.
L'accesso dal bivacco alla ferrata e un po delicato. I segnavia ci sono, ma si perdono un po in un paio di punti e si deve un po cercare la traccia giusta. Inoltre, il terreno e in molti tratti delicato, esposto, scivoloso e friabile, e la traccia a tratti veramente esile (pero sempre esistente). In questo tratto ci sono due passaggi attrezzati dove le attrezzature sono in un stato abbastanza mediocre, con tanti ancoraggi divelti e cavi danneggiati. Devi fare molta attenzione, sopratutto nel primo tratto in un canale che non e triviale. L'accesso e anche abbastanza lungo, credo che ci sono ca. 5 ore dalla macchina all'attacco della ferrata vera e propria. In quanto riguarda la neve, questa stagione non e problematica. Gia in luglio la neve era veramente poca e i ramponi non erano neccessari, ora credo che si e tutto sciolto.
La ferrata vera e propria, comunque, e in un stato discreto. Qualche ancoraggio e divelto anche qui, ma in maggior parte le attrezzature sono utilizzabili e si passa senza grosse difficolta. Infatti penso che la ferrata e molto meno delicata dell'accesso. La ferrata non e troppo difficile ed e molto divertente. Il diedro finale e davvero spettacolare.
Infine, e molto raccomandabile avere la seconda auto al Pecol. La discesa per la Norina deve essere eterna.
Dunque, la ferrata e in tutto agibile con la dovuta cautela. Le traversate dell'accesso alla ferrata fanno un po paura, ma in tutto un'ascensione grandiosa e da raccomandare (all'escursionisti esperti, certo).
E scusatemi per mio Italiano. Non e mia lingua, come si vede ...
Messaggio
27-08-2015 22.12
brunomik brunomik
Invece complimenti per l'italiano e grazie delle notizie che interessano anche me. Ciao
Messaggio
31-08-2015 09.38
ferdi60 ferdi60
Grazie jaka.fiser per la dettagliata risposta: sono proprio le info che mi servivano (i ramponi pesano e il percorso è lungo e impegnativo, quindi meglio evitare peso inutile). Direi che te la cavi più che bene con l'italiano: sicuramente meglio di molti ...italiani!!
Messaggio
31-08-2015 22.12
daridelf daridelf
Si può valutare anche la possibilità di percorrere la ferrata prima in discesa e poi in risalita con partenza e arrivo ai Piani del Montasio (come fatto qualche settimana fa da alcuni soci del CAI di Tarcento)
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva