il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 130 ospiti - 1 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum escursioni FVG   Precedente Successivo
N. record trovati: 10
Messaggio

bivacco groppa pastour

16-11-2014 12:44
michele.zambon michele.zambon
Salve a tutti,
qualcuno sa darmi notizie di prima mano sul tratto di sentiero - non so fino a che punto segnato - che prosegue oltre il bivacco in oggetto fino alla cresta dei Nizioi e magari fino alla vetta più vicina (M. Paster, secondo la mappa)?
Difficoltà, tempi di percorrenza?
Grazie.
Messaggio
19-07-2016 15:06
claudio.65 claudio.65
Rispondo al datato quesito allegando un'istantanea della traccia (piuttosto inerbita) partente dalle spalle del Bivacco e diretta presumibilmente alla cresta del Monte Paster, come riportato sulla Tabacco 012.
Vista l'assenza di segnavia visibili, il poco tempo disponibile prima del rientro a valle e la presenza di zecche ci hanno sconsigliato dal proseguire.
Allegato: Foto5016.jpg
Messaggio
19-07-2016 15:10
claudio.65 claudio.65
Anche del presunto sentiero diretto alla Forcja Bassa, sempre riportato sulla Tabacco 012, non abbiamo trovato indicazioni nè tracce visibili sul ripido pendio.
Allegato: Foto5017.jpg
Messaggio
05-09-2016 23:41
Matthew Matthew
Per la Forcja bassa occorre salire il ghiaione che nell'ultima foto di Claudio.65 sale in diagonale in centro. Si svolta poi nello stretto e un po' orrido canale a sinistra (il primo che si incontra, d'altronde l'unico vagamente "potabile"), che in alto si restringe fino a sbucare in Forcja. La salita è resa molto faticosa e insidiosa dal pietrame assai instabile. Costruito un grosso ometto all'imbocco del canale in data 03/09/2016.
Messaggio
13-09-2016 19:16
dolomitidxtagliamento dolomitidxtagliamento
Ciao, il sentiero che parte dietro al bivacco porta ad una piazzola poco sopra di esso che credo serva per eventuali atterraggi di elicottero. Dalla piazzola parte una traccia di animali discontinua che porta nella parte alta del Gravon dai Salz dove bisogna prendere il canale più in alto. Questa è la via normale al Monte Páster. Se cercate trovate in rete qualcosa. Ciao
Messaggio
05-06-2017 19:48
nobita66 nobita66
In data 27.05 2017 raggiunti il bivacco e la forcja bassa.Alcuni residui nevosi nell 'instabile canalino, non ho rinvenuto ometti o tracce.Varcato l'intaglio sono salito al monte i Muri transitando per l'omonima forcella .Discesa per il tratto attrezzato e ritorno alla forcja bassa.Itinerario segnato solo nel tratto di cresta .
Messaggio
06-06-2017 19:05
Matthew Matthew
Complimenti nobita66, gran bel giro! Io, a differenza tua, arrivato sotto i Muri all'epoca ho puntato verso Paster, Brutt Pass e Messer.
Messaggio
09-06-2017 13:38
nobita66 nobita66
Grazie Matthew. L'idea iniziale era di salire il Paster e rientrare per la forcia bassa ,ma presentava troppe incognite.Tu invece come sei sceso a valle dopo quella "cavalcata " ?. Ciao e buone escursioni a tutti.
Messaggio
13-06-2017 18:35
Matthew Matthew
Da Forcella I Muri ho fatto tutta l'Alta Via fino a Forcella Antander, poi sono sceso per il vecchio "sentiero" CAI (!) dismesso 979 fino all'incrocio con il sentiero attrezzato 980 che taglia in quota il Prescudin. A quel punto sulle Malerope ho trovato grandi difficoltà e il resto è stata una pura avventura che tralascio di descrivere in questo forum, in quanto sorpassa abbondantemente il livello escursionistico. In generale è un itinerario totalmente SCONSIGLIABILE fatto in questo modo, cioè come me partendo da Arcola e facendo tutto in giornata (minimo 14 h nette di percorso). In particolar modo bisogna considerare che le rogne peggiori si affrontano in discesa, dopo aver fatto almeno 2000 m di dislivello in salita. Non che il resto sia uno scherzo poi... Comunque, volendo limitarsi alla cavalcata di cresta, ci sono almeno due bivacchi utilizzabili e in posizione fantastica.
Messaggio
14-06-2017 13:40
nobita66 nobita66
Come immaginavo sei rientrato per l'itinerario più avventuroso anche se "...lungo ed impegnativo alpinisticamente, a tratti difficilmente individuabile, del tutto SCONSIGLIABILE IN DISCESA ..." quando ancora il 979 non era stato dismesso. Il tratto delle Malerope l'ho percorso nel 2010.Anche se indicato nei pressi dell' incrocio 979-980 ( circa 100 m verso Sud - Est) e discretamente bollato non lo ricordo con piacere.
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva