il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 101 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum escursioni FVG   Precedente Successivo
N. record trovati: 4
Messaggio

Tragedia sul M. Peralba

16-08-2014 23.23
giacomino.venturini giacomino.venturini
Oggi sono stato assieme a mia moglie a fare la ferrata del M. Chiadenis vicino al M. Peralba (Sorgenti del F. Piave) Cima Sappada. Eravamo appena scesi dalla ferrata e si stava andando a bere qualcosa al vicino Rif. Calvi quando ha cominciato a grandinare....un tuono (dico uno..... e neanche forte) ci siamo fermati una decina di minuti presso il rif. poi in un momento di calma meteo siamo scesi fino al park. dove avevamo lasciato l'auto. Ancora una sosta per una fetta di strudel al rif. Sorgenti del Piave, quando ad un tratto si è posato nel prato un elicottero del soccorso alpino. Purtroppo siamo stati testimoni visivi di questa triste storia.

TRAGEDIA DEL MALTEMPO
Il fulmine lo colpisce durante la ferrata
Papà muore di fronte alla figlia di 8 anni
L’incidente a poca distanza dal Rifugio Calvi, nel Bellunese. La vittima è un 49enne di Musile, nel Veneziano. Grave un suo amico. Sul posto anche gli psicologi per la bimba
SAPPADA (Belluno) – Un fulmine ha ucciso un escursionista e ne ha ferito un secondo mentre scendevano da una ferrata sul Peralba, vicino a Sappada, nel Bellunese, nonostante il maltempo. Illesa la figlia del primo, di 8 anni, che ha visto morire il padre di fronte a sé. A dare l’allarme - secondo fonti del soccorso alpino - è stato l’uomo che si è salvato. L’incidente è accaduto lungo una delle vie ferrate che si partono dal Rifugio Calvi, sul gruppo del Peralba-Chiadenis-Avanza.
L’uomo che si è salvato ha prima perso conoscenza e poi, ripresosi, ha visto il compagno esanime e la bimba incolume: ha quindi chiamato la moglie, che ha allertato i soccorsi. Sul posto è giunto l’elicottero del Suem 118 e il Soccorso alpino di Sappada. I tecnici hanno recuperato la piccola e il ferito, in gravi condizioni, trasportato all’ospedale di Belluno. Constatato il decesso del primo escursionista, Silvano Bortoletto, classe 1965, nato a Seregno (Milano) e residente a Musile, nel Veneziano, e avuto il nulla osta della magistratura, i soccorritori hanno ricomposto il corpo del padre della bimba trasportato in elicottero fino al Rifugio Sorgenti del Piave. La bambina è stata quindi portata nella caserma dei vigili del fuoco di Santo Stefano, dove sono arrivati anche gli psicologi dell’azienda sanitaria locale per aiutarla.
16 agosto 2014
Messaggio
17-08-2014 13.07
brunomik brunomik
Purtroppo ho letto la notizia e sono quelle cose che non vorresti mai leggere. Ovviamente mi spiace per la povera bimba che ha visto morire il suo papà ma in genere per tutte le persone coinvolte alle quali faccio le più sentite condoglianze. E comunque dici "un tuono e neanche forte" però il rumore dipende solo dalla distanza ed evidentemente tu eri abbastanza lontano. Però leggendo le notizie sul web mi pare di capire che hanno fatto in salita la ferrata Sartor e in discesa avevano iniziato la cresta Ovest, è così? Fatto sta che quest'anno le giornate davvero propizie per andare in montagna senza rischiare di beccare un temporale non sono state, finora, tantissime.
Messaggio
17-08-2014 22.32
giacomino.venturini giacomino.venturini
Tragedia sul M. Peralba
Ciao brunomik
Devo dirti la verità, ieri sera non ho chiuso occhio ripensando a quella disgrazia. Pensavo a quella bambina, alla moglie e a tutti i famigliari e amici di quel ancor giovane uomo deceduto. Noi eravamo al Rif. Calvi quando è caduto il fulmine quindi come sai non molto distanti. La disgrazia si è verificata circa a metà del sentiero normale che scende a nord ovest. Io quel sentiero lo feci quindici anni fa in salita e mi son detto non lo rifarò mai più, troppo pericoloso anche una banale scivolata poteva aver conseguenze mortali. Oggi 17 agosto siamo stati sul Foronon del Buinz toccando anche C. di Terrarossa e vedendo le nubi che a tratti coprivano le vicine cime, mi venivano i brividi ripensando a ieri. Della disgrazia sul M. Peralba ho video e foto, non ho documentato questo incidente per curiosità ma, per rendermi/renderci conto di non sottovalutare MAI il pericolo pioggia in montagna.
Mandi grazie per il tuo commento
Giacomino
Messaggio
18-08-2014 10.04
brunomik brunomik
Effettivamente quello che mi rattrista profondamente è il pensiero della povera bambina e poi di tutti i familiari ed amici che hanno subito questa perdita. Purtroppo il temporale in montagna è un evento da temere particolarmente soprattutto se si è in cima o sui tratti attrezzati.
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva