il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 115 ospiti - 2 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum escursioni FVG   Precedente Successivo
N. record trovati: 26
Messaggio

Segnalazioni Zecche

02-04-2014 20.27
ispirazioneZERO ispirazioneZERO
Segnalo nutrita presenza di zecche sulle pendici del monte Ciaurlec, nel tratto da Toppo a Col Tarond , in particolare attorno alle quote 5-600 m . "Non male" come inizio di stagione, del resto dopo un inverno del genere era prevedibile.
Se avete altre zone "infestate" segnalatele pure sotto questo thread. Cosi presteremo un po di attenzione in più , il che non guasta mai. Grazie
Messaggio
02-04-2014 20.59
marco.raibl marco.raibl
Ok.Spero però che non cominci un tormentone.Le zecche ci sono da tantissimi anni.Dovremmo ormai essere consci di questo e saperci difendere.Domenica in val Tramontina,in tre di noi,nessuno era infestato.Ciao e controllatevi bene durante e dopo le vostre giye
Messaggio
02-04-2014 23.24
ispirazioneZERO ispirazioneZERO
Tranquillo, non era per farne un tormentone, è solo per segnalare dove bisogna stare particolarmente attenti, anche solo per non guastarsi un intera giornata tra i monti.
Anche se ci sono da tantissimi anni, non è comunque una bella cosa, in particolare date le complicazioni che può portare! :)
Messaggio
24-04-2014 15.36
luigino luigino
Ho appena letto l'esauriente commento di "giuseppe malfattore" dove viene segnalato che:
"la parte finale del sentiero (discendente da Sella Kriz) che si innesta nel boschetto di nocciolo è infestato di zecche, si consiglia di muoversi a centro del sentiero senza scuotere i rami"
Seguite quindi tale avvertimento per evitare di portarvele a casa!
Messaggio
26-04-2014 16.14
pepolute pepolute
posso dire che ne preso una sul sentiero che da Raccolana sale sul monte Jama e fa l'anello a Patoc per ricongiungerci a Chiusaforte (e mio marito non!!!). Buona montagna a tutti
Messaggio
30-04-2014 22.14
Fausto_Sartori Fausto_Sartori
Segnalo zecca sotto il mio ginocchio destro, estirpata di brutto con energica grattata d'unghia e finita, come innumerevoli altre, nel water di casa mia. Ometto il luogo ove si è verificata la vile aggressione per evitare fenomeni di panico.
Messaggio
01-05-2014 15.04
Paolo.Toscano Paolo.Toscano
X Fausto
Sarebbe importante (almeno x me) sapere che sentiero hai fatto proprio per poter fare più attezione e cercare di proteggersi di più. Mandi
Messaggio
01-05-2014 18.14
giuseppemalfattore giuseppemalfattore
Tutti i lati sud dei monti dove ci sono boschetti di nocciolo, di solito sono infestate da zecche :
Messaggio
06-05-2014 10.12
luigino luigino
Dai "Commenti" si evince che ci sono zecche anche sulla cresta del Brancot ed ai Borghi di Moggio!
Se i boschetti di nocciolo ne sono infestati allora potrebbero esserci zecche anche sul sentiero "I Vuolth" che da Glera porta al M.Di Mezzo?
Allegato: zecca-2.jpg
Messaggio
06-05-2014 10.17
krampus krampus
Leggendo nel web ho trovato questa raccomandazione riguardante il periodo consigliato per salire il M.Laura ed il ricovero Bitter:
"Da settembre a Maggio. I mesi estivi sono sconsigliati per il caldo eccessivo e la presenza di zecche".
Messaggio
06-05-2014 10.33
francesca francesca
Rispondo a Luigino. Ero domenica 04/05 sul Monte di Mezzo da Glera di Giais (vedi commenti Heidi.bruna), non ho trovato zecche, certo sono stata attenta, ma il sentiero è ben battuto e, nell'unico tratto in cui il sentiero si trasforma in traccia nei pressi della cima, l'erba non si è ancora alzata. Nessun problema nemmeno nel boschetto.
Messaggio
06-05-2014 11.57
heidi.bruna heidi.bruna
Noi però non abbiamo fatto il "Sentiero I Vuolth" ma il "Troi de Cloipes", dove leggendo la relazione di SN non sembrano ci siano noccioli, ma carpino nero, orniello e pero corvino.
Zecche non ne abbiamo trovate ma non posso pronunciarmi sull'altro percorso!
Messaggio
06-05-2014 14.15
ivo.sentierinatura ivo.sentierinatura
Prima che la discussione prenda pieghe indesiderate, legate più alle suggestioni personali o a letture variegate trovate sulla rete, ricordo che:

le zecche sono ormai ampiamente diffuse sul nostro territorio particolarmente negli ambienti umidi e ombreggiati, solitamente al limitare delle boscaglie o ai margini dei sentieri.
Poiché i noccioli sono i primi arbusti a colonizzare il prato incolto è probabile che in tali ambienti ci possano essere zecche ma non mi risulta alcuna correlazione diretta tra noccioli e zecche.
Il maggiore picco di attività si riscontra tra aprile e giugno (e non in estate inoltrata come molti credono) e non è raro ormai trovarle anche in pianura e nelle città.
In certe zone il fenomeno a volte assume proporzioni significative con un gran numero di esemplari, questo in correlazione con particolari circostanze climatiche e ambientali che non è affatto semplice riconoscere.
Poiché la loro diffusione sembra attenuarsi solo al di sopra dei 1500 m di quota, QUALUNQUE ESCURSIONE SULLE NOSTRE PREALPI in questo periodo può essere occasione di incontro con il parassita.
Grandi rimedi non ne esistono se non il controllo reciproco durante la giornata o, per chi gradisce e ci crede, l'utilizzo di spray antiqualcosa.
E' abbastanza assodato che le zecche gradiscono maggiormente alcuni di noi e ignorano invece altri. C'è chi parla di odore corporeo o di altre caratteristiche personali, ma in realtà le ragioni di queste preferenze sono al momento del tutto sconosciute.
Molto importante è invece l'accurato controllo serale per rimuovere immediatamente eventuali ospiti indesiderati. le pinzette le trovate in farmacia.

E con questo spero di evitare ulteriori "approfondimenti".
Messaggio
07-05-2014 12.45
alberto.ruan alberto.ruan
Sagge parole Ivo, sagge parole....e buone gite.
Messaggio
08-05-2014 21.39
sampei978 sampei978
Beccate due zecche in quattro giorni!La prima in val Resia,zona Stolvizza,la seconda a Tramonti di Sopra (non a caso due delle valli con la più alta concentrazione di zecche in friuli!) io sono vaccinato contro la tbe,non costa nulla e non fa nemmeno male al braccio,con due richiami dopo la prima dose la copertura è totale e ti togli il pensiero!Per la borreliosi di lyme non esiste vaccino anche se le zecche infette sono meno del 10% è sempre meglio un consulto medico o un esame del sangue....comunque sia un minimo di precauzione come un comune autan e un bel controllo post-escursione sono la prassi in questa stagione..l'importante è non farne una psicosi,si tratta di zecche non è alien!!
Messaggio
18-05-2014 19.17
pullccino pullccino
Il mio rimedio a qualsiasi puntura di insetto è, scarponi alti, pantaloni lunghi, maglietta a maniche lunghe, sia estate che inverno, perché anche una puntura di zanzara mi darebbe fastidio.
Messaggio
05-06-2014 22.35
lorenzo78 lorenzo78
Ormai molte zone sono infestate,specie dove c'è molto passaggio di animali,comunque meglio avere pantaloni lunghi chiari chiusi in basso dai calzini e controllarsi spesso durante il percorso,evitando così di portarsele a casa o in auto.
Chiaramente il controllo serale post doccia è d'obbligo.
Qualcuno si spruzza dei repellenti sulla pelle(io eviterei) o sui vestiti(meglio) ma anche non usando nulla e tenendo d'occhio spesso dal ginocchio in giù i rischi si annullano.
Messaggio
06-06-2014 11.36
tomaso tomaso
Io spruzzo autan plus sui pantaloni ad inizio gita;
a fine gita, cambio pantaloni e calze e, per uccidere quelle rimaste attaccate ci spruzzo permetrina e chiudo tutto dentro un sacchetto di plastica.
Messaggio
08-06-2014 22.22
GiorgiaF GiorgiaF
Una considerazione....
Frequento da anni le montagne friulane,penso di aver girato un po'dovunque e alle altitudini più disparate...le zecche purtroppo sono ormai una realtà costante un po'dovunque e in deciso aumento...quindi fondamentale é l'attenzione,la prevenzione con repellenti e il controllo post gita....
Tuttavia c'è una cosa che secondo me é più preoccupante...che io le zecche me le sono trovate addosso di più andando ai parchi pubblici ( ben mantenuti)della mia città che in montagna!!
Messaggio
17-06-2014 12.44
sara.gandolfi sara.gandolfi
Sul discorso repellenti sono un po' scettica... ne ho provati vari ma nessun risultato di rilievo...
Concordo con il sistema "pantaloni infilati nelle calze e controllo durante il percorso dal ginocchio in giù": in questo modo, durante l'anello dei borghi di Moggio, sono riuscita ad evitare che una ventina di zecche, già attaccate ai miei pantaloni, raggiungesse la parte alta del corpo... Controllo serale durante la doccia d'obbligo!
Mi hanno consigliato di usare Biokill sui vestiti (hanno detto sia molto efficace), ma la permetrina è pericolosa per i gatti e io ne ho uno in casa... quindi chiederò preventivamente il parere del veterinario.
Messaggio
17-06-2014 12.46
sara.gandolfi sara.gandolfi
Dimenticavo... io abito nella campagna bolognese e quest'anno ho avuto più problemi di zecche qua a casa che in montagna!
Messaggio
20-06-2014 10.30
luigino luigino
Ieri salendo al M.Lodina dalla parte della casera omonima abbiamo "incrociato"
diverse zecche dai prati sopra alla casera fino alla forcella e da questa fino alla vetta a causa dell'erba alta.
Lo stesso problema è stato riscontrato da altri escursionisti saliti dal versante opposto, cioè dal Passo di S.Osvaldo, che hanno riferito lo stesso inconveniente salendo al M.Porgeit da Erto!
Messaggio
20-06-2014 13.33
brunomik brunomik
Cavoli, avevo letto che sopra i 1500-1700 metri si è ragionevolmente al sicuro da questi animalacci.
Messaggio
22-06-2014 21.30
veneto veneto
Eh, vale solo... quando vale..
Stessa quota, al Nono de Megna e de Dentro, sopra Soffranco, bassa Val Zoldana: zecche fino in cima (2000 e rotti).
Messaggio
23-06-2014 19.52
lorenzo78 lorenzo78
Zecche a manciate anche da Borgo Costa in Val Venzonassa fino a casera Ungarina,tutti i tratti fuori dal bosco,e anche verso lo Jof di Ungarina
Messaggio
24-06-2014 15.36
moreno.gallai moreno.gallai
mont di prat e monte cuar dal lato sud gia' viste a febbraio.
tutta la val tramontina, la val cosa, la val d' arzino,la val venzonassa, val aupa e val raccolana fino ai tornanti.
monte di ragogna e' zeppo di zecche.
un consiglio oltre al controllo accurato durante e dopo: le zecche vanno verso l' alto quindi calzini fuori dai pantaloni, maglia dentro le mutande. non ridete.... il problema e' serio. ciao
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva