il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 115 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum escursioni FVG   Precedente Successivo
N. record trovati: 2
Messaggio

Rifugio Chiampizzulon

20-02-2014 09.58
heidi.bruna heidi.bruna
Ieri sera sul sito del Rifugio Chiampizzulon ho letto:

Slavina investe il Rifugio Chiampizzulon.
Carissimi,purtroppo una slavina ha investito il Rifugio Chiampizzulon causando danni ad alcune parti dell'edificio.
Mi dispiace molto ma per ora non è possibile accedere al Rifugio e il previsto ponte Pasquale non si potrà effettuare.
Comunque siamo convinti che gli interventi necessari permetteranno l'apertura della stagione estiva.
Ringrazio di cuore il Comune di Rigolato e tutte le persone che con il loro aiuto daranno la possibilità a tutti di vivere ancora momenti sereni in questo piccolo Paradiso.

Poi dal Gazzettino on line di Sabato 8 Febbraio 2014:

"Valanga investe un rifugio a Rigolato:danneggiati serramenti e arredi"
RIGOLATO - Un'anomala apertura del bosco, a quota 1550 metri, rilevata da una squadra della Stazione forestale di Forni Avoltri nel corso di un sopralluogo, ha fatto scoprire la caduta recente di una valanga che ha investito e danneggiato anche il rifugio Chiampizzulon, a Rigolato, in Carnia.
Sono risultati danneggiati i serramenti, parte dell'arredamento e degli impianti della struttura. Nell'area limitrofa al rifugio il manto nevoso ha raggiunto uno spessore che supera i due metri e mezzo. Anche località della montagna friulana che da molto tempo non erano interessate da slavine in questo periodo sono state colpite e il grado di pericolo è costantemente "forte", con valore 4 su una scala di 5.

Speriamo bene che questo fantastico rifugio possa riaprire presto!!
Allegato: 20140208_62721_valanga_2.jpg
Messaggio
20-02-2014 10.03
heidi.bruna heidi.bruna
Rigolato, slavina si abbatte sul rifugio Chiampizzulon

La scoperta fatta da una pattuglia di forestali che raccomandano la massima prudenza in montagna

RIGOLATO. Una valanga ha colpito nei giorni scorsi anche il rifugio Chiampizzulon, poco sopra Rigolato: il fabbricato, che in questo periodo è disabitato, ha riportato danni notevoli sia all’esterno sia all’interno.
Ad accorgersi dell’accaduto una pattuglia della stazione forestale di Forni Avoltri , nel corso di un sopralluogo sul territorio innevato. La pattuglia, spostandosi con gli sci, ha notato, in località Piani di Vas - Chiampizzulon, i segni del percorso di una recente slavina. Erano talmente evidenti che nemmeno le più recenti e abbondanti nevicate erano riuscite a cancellarli: una corsia si era aperta nel mezzo della vegetazione larga circa 50 metri.
Alla luce di tale situazione, i forestali sono così saliti, nonostante la fitta nevicata in atto, al rifugio Chiampizzulon, che è risultato danneggiato alle strutture esterne, ai serramenti del pianterreno e del primo piano e anche all'interno del fabbricato, sia pur limitatamente al primo piano, sul pavimento del quale si sono depositati circa 10 centimetri di neve. Come hanno verificato i forestali, l'altezza della coltre nevosa nella zona circostante è di due metri e sessanta centimetri.
Stando ai primi accertamenti, limitati dal maltempo e dalla scarsa visibilità (la zona era avvolta da fitta nebbia) la valanga che ha interessato il rifugio pare si sia staccata dai pendii sottostanti le crete Chiampizzulon, che peraltro rappresentano un sito valanghivo già censito dalla Regione.
I forestali hanno informato dell'accaduto il Comune di Rigolato, affinché, non appena le condizioni climatiche e nevose lo permetteranno, sia possibile provvedere alla riparazione dei danni alla struttura e il rifugio (aperto solitamente nei mesi estivi) possa essere reso nuovamente agibile.
Il Corpo Forestale Regionale (CFR) rinnova l'invito alla prudenza, rivolto a quanti in questi giorni frequentano le montagne del Friuli Venezia Giulia, evitando le zone fuoripista e l'attraversamento delle aree censite per la frequente caduta delle valanghe. Il pericolo valanghe infatti, segnala, è attualmente di livello 4, rispetto al massimo della scala del rischio di caduta di masse nevose, che è di 5.
Dal Messaggero Veneto del 08 febbraio 2014
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva