il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 186 ospiti - 1 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum escursioni FVG   Precedente Successivo
N. record trovati: 6
Messaggio

Bighellonare in FVG

16-11-2007 00.00
Val Val
Tra fine Nov. e inizio Dic. voglio prendermi 5/7 giorni per gironzolare senza programma preciso. Chiedo l’aiuto dei forumisti che so numerosi e preparati per suggerimenti su strutture e itinerari:
Indicazioni di massima:
-Carnia e dintorni ma non tassativa
-camminare 4/7 ore più rilassate che tirate, su sentiero E (qualche tratto EE, no EEA);
-passare 2-3 sere (a giorni alterni -3 itinerari ad anello di 2 gg. cadauno sarebbero il non plus ultra) in ricovero o malga o casera o bivacco preferibilmente in condizioni decenti; molto gradita ma non indispensabile la possibilità di riscaldarsi;
- disponibilità a spostarmi tra un’escursione e l’altra di qualche decina di Km (praticamente tutto il FVG)
- dall’Emilia parto da solo e lo faccio spesso, ma in montagna preferisco andarci in compagnia, per cui eventuali interessati sono più che benvenuti:
So già di dovervi ringraziare
Ciao….. mandi (se posso!)
val
lorenapu@katamail.com
Messaggio
16-11-2007 00.00
bambinodoro bambinodoro
Ciao! Secondo me è un tantino difficile stilare un programma in questo periodo. Dipende troppo dal meteo. Ti faccio un esempio: lo scorso anno in quel periodo si poteva addirittura arrampicare, neve non ne trovavi a sud e poca anche a nord. Ma se venisse una nevicata da un metro anche un sentiero semplicissimo in estate (mi viene in mente come interessante traversata Rifugio Pordenone - Casera Vamenon - Rifugio Giaf per Forcella Urtisiel) sarebbe forse impossibile, già perchè la Val Cimoliana sarebbe chiusa per neve, e se anche fosse aperta il traverso per l'Urtisiel non sarebbe affatto facile (nonchè poco sicuro...) con un metro di neve, fresca magari...Questo non è che un esempio, ma credo valga per molti tratti E o EE in tutto il Friuli...
Detto ciò: ti (e mi...) auguro che ci sia il sole tutto il mese :-) Ciao e buone montagne!
Messaggio
16-11-2007 00.00
val val
dato il periodo naturalmente possibili anche itinerari con le ciaspe
Messaggio
17-11-2007 00.00
val val
E' uno dei motivi per cui non faccio un programma preciso.
Più volte ho dovuto rinunciare (o cambiare) all'escursione, specie in inverno, per le condizioni nivometeorologiche presenti o previste.
Sotto questo punto di vista mi considero (tutto è relativo :-)) prudente.
Ciao e grazie
val
Messaggio
18-11-2007 00.00
bruno bruno
Un itinerario di massima che è quasi sicuramente fattibile anche con la neve potrebbe essere il seguente: Piancavallo (stazione sciistica con tutte le brutture che la cosa implica) - Casera Caseratte (45 min.) - Forca di Giais (tot. 2 ore) - Casera di Giais (tot. 3.15 ore) - poi Valfredda e Casera Montelonga (tot. 5 ore) ev. pernottamento o a Casera di Giais o a Casera Montelonga (non so le loro condizioni attuali, quando ci sono passato io erano molto buone). Questo tratto può essere ampliato salendo dalla Forca di Giais alla Pala Fontana (antenna) e poi al Ciastelat e scendere poi alla Casera di Giais, it. forse preferibile con la neve in quanto dalla forca verso la casera si devono attraversare pendii erbosi piuttosto ripidi e con la neve potrebbe esserci qualche problema. Anche dalla Casera di Giais si può ampliare il giro salendo in circa 1.30 ore alla Pala d'Altei e scendere poi alla Casera Montelonga.
Dalla Casera Montelonga si torna verso il Piancavallo o meglio al Pian delle More in 2.15 ore e da lì si sale verso Forcella Val Grande e poi al Rifugio Semenza (locale invernale e pernottamento) in poco più di 3 ore. Questo tratto senza neve è molto bello ma potrebbe essere pericoloso per le valanghe perciò attenzione, cosa che del resto richiede qualsiasi itinerario invernale. Dal Rifugio Semenza è possibile salire alla Cima Manera o Cimon del Cavallo in 1 ora (se non c'è neve o ghiaccio) ma non è semplicissimo perciò conviene fermarsi eventualmente sul Monte Laste di soli 4 metri più basso.
Dal Rifugio Semenza si scende poi a Casera Palantina in poco più di 1 ora e quindi si può tornare verso il Piancavallo oppure ampliare il giro andando a Casera della Valle Friz in 2 ore. Dalla casera si torna poi verso il Piancavallo seguendo una strada bianca. Vedere la cartina Tabacco 012. Comunque qualunque itinerario tu faccia buone camminate e buona permanenza nella nostra regione
Messaggio
19-11-2007 00.00
ivo.sentierinatura ivo.sentierinatura
Ti passo anche la mia idea.
Da Lovea presso Paularo sali al rifugio monte Sernio poi scavalchi le Crete del Mezzodì e scendi al nuovissimo ricovero Dal Mestri. A questo punto puoi ridiscendere a Dierico e chiudere oppure proseguire oltrepassando il monte Flop e raggiungendo casera Zouf di Fau.
L'escursione può proseguire oltre toccando i ricoveri Forchiutta, Turriee, Pradulina e Pezzeit (quest'ultimo credo sia chiuso). Da forca Pizzul puoi chiudere scendendo poi a Paularo.
Bellissima traversata, priva di difficoltà se percorsa in condizioni normali con il grande vantaggio di poter essere chiusa in moltissimi punti scendendo direttamente verso Paularo.

Se vai poi facci sapere come è andata.
Un saluto a tutti.
Ivo Pecile - SentieriNatura
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva