il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 201 ospiti - 3 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum escursioni FVG   Precedente Successivo
N. record trovati: 7
Messaggio

Croci sulle vette

01-09-2003 00.00
Alessandro Alessandro
Non so cosa ne pensate ma sono stufo di vedere croci di metallo alte più di 2 metri sulle vette sono orrende rovinano la cima e il paesaggio, oggi la più brutta sul Bivera fatta con due tubi innocenti secondo me è meglio niente piuttosto di un obrobrio del genere. Preferirei vedere croci di legno piccole che sono fatte dall'artigiano del paese sotto la montagna o da quello del paese vicino e negli ultimi anni la situazione peggiora sempre più grandi sul Cellon sul Sernio sulla creta di Aip sul monte Volaia sulla cima di mezzo fatta in alluminio, quella del Coglians no comment mi domando ma chi decide queste cose? Sono piccole cose ma se trattiamo così le montagne lassù figuriamoci più in basso dove viviamo noi...
Mandi
Messaggio
01-09-2003 00.00
Giuseppe Giuseppe
Sono anch'io abbastanza d'accordo: vale di più una piccola croce come quella del Plauris che opere faraoniche di dubbio gusto. Ma la Natura, almeno sul Montasio, ha già fatto da sè: non c'è più la grande croce in tubi innucenti che campeggiava fino a qualche anno fa a causa di un fulmine che ha sconquassato tutta la cima.
Messaggio
01-09-2003 00.00
Gianluca Spizzo Gianluca Spizzo
mah, personalmente da artigliere, nel 3° Rgt. di Tolmezzo, le usavo per orientare gli obici, e funzionavano egregiamente allo scopo, dato che è facilissimo traguardare una croce con il teodolite.. :-))

Quanto al fatto estetico, secondo me c'è molto di peggio: per es., i piloni della statale a 20 metri dal campanile di Dogna, con quel povero paese trasformato in una specie di sotto-cavalcavia; gli impianti sciistici in cima allo Zoncolan, visibili a decine di km di distanza; i ripetitori di telefonini in cima allo Strabût (subito fuori Tolmezzo), e al Verzegnis... insomma, in fatto di rispetto dei monti secondo me possiamo fare di più.
Messaggio
01-09-2003 00.00
Alessandro Alessandro
Concordo c'è sicuramente di peggio come gli esempi che hai fatto stiamo distruggendo la montagna invece di conviverci trovando un giusto equilibrio, e se d'invienro non piove dobbiamo veramente andare a sciare su lingue di neve? Io vado spesso su queste lingue ma sono naturali.
Grazie per le tue sollecitazioni io mi ero fermato solo ad un aspetto ma è giusto guardare a 360 gradi
Ciao
Messaggio
02-09-2003 00.00
giorgiobraidotti@tin.it giorgiobraidotti@tin.it
Anch' io sinceramente non capisco perchè su ogni vetta " svetta " una croce. Personalmente sono MOLTO contrario all' edificazione sulle cime di un qualsiasi tipo di croce. Possibile che anche un' escursione in cima a una montagna deve trasformarsi in una campagna pubblicitaria della chiesa cattolica? Sulla cima secondo me ci dovrebbe stare solo un capitello con dentro il libro ( senza scrivere castronate e imbecillità ) il timbro e basta !!!. Buone escursioni a tutti. BRAY
Messaggio
08-09-2003 00.00
Iaio Iaio
Vorrei esprimere anche la mia, cosa che fa di questo sito e forum annesso un luogo di incontro straordinario. Anni fa Messner in testa insieme a Mountain Wilderness proponevano - tra le tante - l'eliminazione di tutte le croci ed altro (sul monte Re a Cave del Predil c'è una magnifica corona che raccolgie in se il nome del monte). Perchè ripeto ciò? perchè ogni estremismo è - lo testimoniano i tempi - pericoloso. Concordo sull'inutilità di elevare croci immense anche perchè non celebrano affatto Cristo, semmai i "buoni" cristiani che le hanno elevate. Così però a me personalmente piace trovare questo segno che nella stragrande maggioranza dei casi è posto per ringraziamento della fatica fatta e della gioia raggiunta ed ancor più perchè le montagne sfiorano il cielo...quello stesso cielo che miriamo rapiti ogniqualvolta ascendiamo ad una cima e a cui imprechiamo o solleviamo lo sguardo per chiedere aiuto. Personalmente ho posizionato insieme a molti altri capi scout la croce del Monticello dopo aver chiesto l'OK del CAI di Moggio ed aver informato il Comune dell'iniziativa... spero non sia di disgusto a nessuno...

Grazie

Claudio Maroello
Messaggio
18-09-2003 00.00
monica monica
Messner prima di proporre di eliminare le croci ed altro dalle vette, dovrebbe pensare a quello che ha fatto o fatto fare sul M.te Rite; primo tra tutti il "museo" (parola grossa).
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva