il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 134 ospiti - 1 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum escursioni FVG   Precedente Successivo
N. record trovati: 15
Messaggio

Rif. Grauzaria - Foran de la Gjaline

28-01-2013 09.09
rudy75 rudy75
Buongiorno a tutti, leggendo qua e là di percorsi per ciaspole non trovo niente circa la salita al rifugio Grauzaria ed eventualmente al foran del la gjaline. E' fattibile con le ciaspole? Vorrei salirci sabato prossimo.
Messaggio
28-01-2013 12.26
orso.bruno orso.bruno
Secondo me la salita al rifugio Grauzaria dalla Val Aupa è sconsigliabile con la neve per il pericolo di valanghe dai pendii della Sfinge!
A tale proposito prima dei ruderi di c.ra Flop vi è una targa commemorativa di persone morte, travolte da valanga durante l'inverno di parecchi anni fà!
Anche gli altri percorsi ( da Lovea scendendo dalla Cresta di Valvariute al ric. Del Mestri o da Dioor costeggiando il rio di Vintulis ),sempre secondo me, non sono fattibili con le ciaspe senza correre rischi!
Se poi qualcuno l'ha fatto ti risponderà in tal senso e valuterai tu il da farsi!
Messaggio
28-01-2013 15.53
GiulioTS GiulioTS
Ciao Rudi 4 anni fa sono salito al Grauzaria con le ciaspe per il
sentiero 437 . Una volta uscito dal bosco dopo i resti di Casera Flop
ho avuto un po di problemi a capire dove passava il sentiero ma una volta visti i tralicci della teleferica e aver scorto il rifugio tutto
è stato più facile . Fai attenzione nell attraversamento di 2 corsi d 'acqua nei pressi del rifugio e nel attraversamento sotto il canalone del Portonat per possibili distacchi di valanghe . Il tratto sopra il rifugio fuori dal bosco verso il Foran da la Gialine
è a rischio valanghe .Attenzione pure se vai verso il Mestri nell attraversamento dei ghiaioni che scendono da Forca Nuviernulis perchè a rischio valanghe .Comunque prima di affrontare questa escursione leggiti bene il bolettino valanghe ! se non sei capace di
interpretare il bolettino ( non so quale sia il tuo grado di preparazione ) lascia perdere questa escursione ciao e buone ciaspolate
GiulioTS
Messaggio
28-01-2013 16.19
Paolo.Toscano Paolo.Toscano
escursione fatta dopo la prima nevicata di dicembre. Fino alla fine del bosco prima del Foran de Gjaline non c'è bisogno di ciape (anche perchè di solito il sentiero e sempre ben battuto e la neve dura. In ogni caso se la neve è assestata come in questo momento non credo ci siano pericoli.
Messaggio
28-01-2013 17.05
GiulioTS GiulioTS
Ciao Paolo dalla prima nevicata di dicembre ad oggi sai
quanta neve è caduta ?? Da oggi a domenica però hai idea di quante
trasformazioni può subire la neve ? E comunque anche in condizioni
ottimali con manto nevoso ben consolidato e pericolo valanghe 2 eviterei di ritrovarmi a mezzogiorno ad attraversare canaloni e se costretto lo farei guardandomi attorno ed il più velocemente possibile ! Buone escursioni !
Messaggio
28-01-2013 19.09
Paolo.Toscano Paolo.Toscano
caro Giulio,
sono in montagna due volte a settimana tutto l'anno, so esattamente quanta neve è caduta e quanto si può trasformare in pochi giorni. La situazione si valuta sul posto caso per caso. In questo momento per l'escursione in argomento, l'esperienza e il fatto di aver percorso in discesa il 25 gennaio il canalone nord di Cimadors (Grauzaria) con neve ben assestata, mi fa ritenere che non ci sia pericolo, ma, ripeto si deve valutare sul posto.
Buone escursioni
Messaggio
28-01-2013 21.08
rudy75 rudy75
Grazie delle numerose e veloci risposte! Conosco la zona, d'estate... Però di escursioni su neve sono ancora piuttosto inesperto ed è bene che lo riconocsa. A sensazione pensavo che non ci fossero grossi pericoli nel percorso fino al rifugio e al foran de la gjaline. Mi pare che le pareti della sfinge siano piuttosto lontane (se non si fa il sentiero che porta al Feruglio). Ricordo anche che nel tratto dal rifugio al foran le pendenze sono modeste. Il mio rispetto per la montagna è tanto per cui valuterò bene quantità di neve e presenza di accumuli a rischio valanga sopra di me. So che basta poca neve per rischiare grosso quindi, casomai non mi sentissi sicuro, tornerei indietro senza problemi. Ci penso ancora qualche giorno, poi valuterò se fare qualcosa di più tranquillo come ad esempio la salita al Giaf. Quest'anno sono salito al Zacchi, al Grego, vorrei fare ancora un paio di ciaspolate aspettando una nuova primavera...
Messaggio
28-01-2013 23.32
michele.zambon michele.zambon
Mi inserisco nella discussione per far notare che da domani, per esempio, è prevista una forte inversione termica con rischio elevato.
Forse per sabato le condizioni saranno cambiate ma, come ha già detto chi mi precede, è sempre bene buttare un occhio.

:)
Messaggio
29-01-2013 15.49
Michela Michela
Non c'entra con la richiesta di Rudy di gita con ciaspole, ma essendo stata in zona domenica mi viene da fare un'osservazione: sul sentiero CAI la neve era ghiacciata per il tanto calpestio, tanti scelgono questo sentiero nonostante il versante chiuso e il potenziale rischio valanghe, mentre poco a fianco dei ruderi della c.ra Flop, sul sentiero che porta allo splendido ripiano del Lotz de la Piciule Cengle, orme solo di animali! Eppure il giro è facile e segnato, pendii soleggiati e panoramici, molto bella anche la mulattiera che scende verso Fassoz: penso che questo percorso non sia noto come merita per cui mi permetto di consigliarlo come giretto breve invernale; la cartina del tracciato si può trovare su: http://www.moggioelesuevalli.it/?p=429
Dei due anelli evidenziati in cartina ho fatto quello più a N, in senso antiorario e partendo dall'imbocco della stradina per Fassoz visto che al ponte di Dordolla ci sono problemi di parcheggio. Buone camminate!
Messaggio
29-01-2013 19.52
ilario.morettin ilario.morettin
Solo per farvi presente che tale mèta è nell'itinerario n° 20 della pubblicazione "Escursioni con le ciaspole in F.V.G." di Guido e Massimo Candolini - Ed. Sportler.
Messaggio
04-02-2013 20.06
rudy75 rudy75
Fatta un'insolita ciaspolata sul Cuar il giorno 3 Febbraio 2013. Strada da Avasinis percorribile solo fino poco prima degli stavoli. Parcheggiata l'auto in una piazzola, saliti a piedi sulla strada fino al bivio per malga cuvi e malga amula. Indossate le ciapsole, 25 cm di neve. Deviato a sinistra verso malga Cuar per sentiero nel bosco. Orientamento intuitivo, facilitato dai comunque sempre visibili segnavia sugli alberi. Sbucati sotto la malga dopo aver tagliato l'ultimo tratto piuttosto ripido di sentiero. Raggiunta la malga ci siamo accontentati e siamo scesi per la mulattiera che va verso Cuel di Forchia (quella + bassa, l'altra è troppo lunga). Tagliato infine per il piacevolissimo sentierino che si stacca a sinistra della mulattiera a circa metà discesa. Da Forchia all'auto noiosetto tratto finale a piedi. Percosrso semplice e solitario, val la pena secondo me di salire anche in cresta per un panorama verso la pianura. I cavallini non c'erano, forse sono andati in letargo pure loro... Neve mediamente sopra i 40cm nei pressi della malga.
Messaggio
04-02-2013 20.08
rudy75 rudy75
Ah... Il rif. Grauzaria però rimane in programma!
Messaggio
17-02-2013 22.23
rudy75 rudy75
Escursione fatta oggi. Parcheggiata l'auto sul ponte (non ci sono areee di sosta disponibili sulla strada che sale al parcheggio e il parcheggio è raggiungibile solo con un 4x4), fino a metà salita (più o meno al livello del guardo del ruscellino) non c'è bisogno di ciaspole perché la neve è sui 30cm e ben battuta. Il sentiero è chiaro dall'inizio alla fine, ben battuto fino al rifugio. Pericoli di valanghe non ne ho visti, la parte nel bosco è adatta a tutti. Usciti dal bosco e con il rifugio visibile ci sono dei tratti (lunghi al massimo 3m) un po' ripidi ma niente di pericoloso a meno di non cadere di lato nel letto del torrente. La neve sulle pendici della sfinge non sembra rappresentare alcun rischio, penso che l'incidente avvenuto in quel tratto molti anni fa avesse avuto ben altre dinamiche... Rifugio aperto solo parzialmente come ricovero invernale, persone incontrate per strada: 0.
Messaggio
17-02-2013 23.41
rudy75 rudy75
Un'immagine della sfinge dal percorso.
Allegato: P1010381_2-02.JPG
Messaggio
17-02-2013 23.52
GiulioTS GiulioTS
Ciao Rudy allora alla fine l'hai fatta ?
Come è andata hai trovato difficoltà ?
Buone ciaspolate GiulioTS
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva